ISPEZIONE STRAORDINARIA DELL’ENAC SULL’AEROPORTO DI RIMINI: GARANTITI I REQUISITI PER LA CONTINUITA’ OPERATIVA

Tempo di lettura: 1 minuto

L’Ente Nazionale per l’Aviazione Civile informa che nelle giornate di lunedì 2 e martedì 3 dicembre, un suo team ha effettuato un audit straordinario sulla certificazione dell’Aeroporto di Rimini. L’ispezione straordinaria, che ha avuto il fine di verificare il mantenimento dei requisiti di certificazione a garanzia della continuità operativa, si è resa necessaria a seguito del fallimento di Aeradria, la società di gestione dello scalo, e in attesa dell’espletamento della gara europea, a cura dell’Enac, per la ricerca di un nuovo gestore, come previsto dalla normativa vigente. L’Enac non ha ravvisato, al momento, non conformità nelle procedure e nel rispetto dei requisiti previsti dalla certificazione, in accordo al Regolamento Enac per la costruzione e l’esercizio degli aeroporti. L’Enac effettuerà un monitoraggio costante per controllare nel tempo il mantenimento della certificazione, verificando anche l’evoluzione della condizione finanziaria della società e ogni eventuale situazione che possa incidere in modo significativo sull’operatività in sicurezza dell’aeroporto.

(Ufficio Stampa ENAC)

Ultima modifica: