ENAC PUBBLICA REPORT DI SINTESI SU INVESTIMENTI AEROPORTUALI PREVISTI NEI CONTRATTI DI PROGRAMMA ATTUALMENTE IN VIGORE PER GLI AEROPORTI NAZIONALI

Tempo di lettura: 2 minuti

L’ENAC, autorità unica di regolazione tecnica, certificazione, vigilanza e controllo nel settore dell’aviazione civile in Italia, rende noto che sul proprio sito, a questo link, ha pubblicato un documento di sintesi sullo stato degli investimenti previsti nei contratti di programma in vigore tra l’Ente, in rappresentanza dello Stato, e le società che hanno la gestione degli scali nazionali. I contratti di programma disciplinano gli impegni assunti dalle società di gestione in materia di realizzazione di opere infrastrutturali finalizzate all’adeguamento e allo sviluppo dell’aeroporto nel corso del periodo contrattuale.

I contratti di programma vengono sottoscritti al termine della procedura di approvazione del Piano degli investimenti che il gestore si impegna a realizzare sullo scalo, valutandone la rispondenza allo sviluppo del trasporto aereo nell’ambito dello sviluppo del sistema infrastrutturale aeroportuale e in coerenza con le linee di indirizzo nazionali in materia di trasporto. Nel documento sono considerati sia i contratti di programma in deroga sottoscritti con i gestori degli aeroporti di Roma, Milano e Venezia (rispettivamente Aeroporti di Roma, SEA e SAVE), sia i contratti ordinari di competenza dell’ENAC.

Dopo le recenti modifiche normative, infatti, la regolazione economica per i tre sistemi aeroportuali principali, Roma, Milano Venezia, rimane in capo all’ENAC, mentre per gli altri aeroporti è stata affidata all’Autorità di Regolazione dei Trasporti. Per tutti gli aeroporti, comunque, rimane la competenza dell’ENAC, oltre che sulla regolazione tecnica, anche sulla valutazione dei piani della qualità e dell’ambiente. Con il documento pubblicato, pertanto, si fornisce il quadro aggiornato del piano degli investimenti regolamentati dai contratti di programma.

(Ufficio Stampa ENAC)

Ultima modifica: