BOEING E TURKISH AIRLINES ANNUNCIANO ORDINE PER ULTERIORI 777

Tempo di lettura: 3 minuti

Boeing e Turkish Airlines hanno annunciato un ordine per tre 777 Freighter, in un momento in cui la compagnia di bandiera turca continua a crescere, con risultati finanziari record e un incremento a due cifre di passeggeri e cargo. L’ordine aggiunge altri freighter long-range alla flotta di Turkish, che persegue il suo obiettivo di diventare la più grande compagnia cargo al mondo.

Basato sul 777-200LR (Longer Range), il 777 Freighter è in grado di volare per 4.900 nautical miles (9.070 km) con un payload di 112 tons (102 metric tonnes o 102.000 kg).

“Siamo entusiasti dell’espansione della nostra efficiente flotta cargo con il 777 Freighter. Questo aereo ha contribuito enormemente a far diventare Turkish Cargo il vettore aereo cargo con la più rapida crescita al mondo. Gli aerei aggiuntivi ci garantiranno più flessibilità per servire più destinazioni, ora che continuiamo a espandere il nostro network cargo globale”, ha commentato M. Ilker Ayci, Turkish Airlines Chairman of the Board and the Executive Committee.

Il nuovo ordine giunge qualche giorno dopo la pubblicazione di risultati finanziari record da parte di Turkish Airlines per i primi nove mesi del 2018, spinti da una forte domanda passeggeri e cargo. Il business cargo della compagnia ha visto un incremento del 25% del tonnellaggio e un 29% di incremento nei ricavi rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. I risultati amplificano il successo della compagnia degli ultimi anni, considerato che la Turchia è diventata uno dei maggiori mercati aeronautici in rapida crescita.

In linea con la crescita rapida, Turkish Airlines ha espanso costantemente la sua attuale e futura flotta. Lo scorso gennaio, ha annunciato l’ordine per tre 777 Freighter. Due mesi dopo, Turkish ha concluso un ordine per 25 787-9 Dreamliner e cinque opzioni per poter soddisfare la domanda in crescita nel terzo aeroporto di Istanbul, chiamato “Istanbul Airport” dal Presidente turco Recep Tayyip Erdogan durante la sua inaugurazione lo scorso mese. Nei mesi scorsi, Turkish ha iniziato a ricevere i nuovi 737 MAX per rinnovare i suoi aerei single-aisle. In tutto, la flotta Boeing della compagnia è cresciuta di oltre 160 aerei, con circa 100 ulteriori aerei ordinati.

“Turkish Airlines ha ottenuto un successo significativo nell’ultimo decennio. Oltre all’introduzione di innovazioni che hanno potenziato la crescita del suo settore commerciale e hanno assicurato un nuovo aeroporto all’avanguardia, la compagnia sta ottenendo risultati eccezionali e si colloca fra le compagnie aeree di primo livello. Siamo estremamente onorati che Turkish Airlines abbia riposto la sua fiducia nei più importanti aerei Boeing: il 737 MAX, il 777 e il 787 Dreamliner”, ha dichiarato Kevin McAllister, president and chief executive officer di Boeing Commercial Airplanes.

Con oltre 30 777 in flotta, Turkish è fra i top 10 operators dell’aereo in Europa e Medio Oriente.

A supporto della crescita a lungo termine dell’industria aerospaziale turca e per rafforzare la presenza di Boeing nel Paese, Boeing ha lanciato un programma di partnership strategico in Turchia l’anno scorso, chiamato National Aerospace Initiative. L’iniziativa, in linea con i target della Vision 2023 stabiliti per il 100° anniversario della fondazione della Repubblica di Turchia, delinea una piattaforma di collaborazione strategica in 4 aree chiave: sviluppo industriale, accelerazione tecnologica, collaborazione nei servizi e formazione avanzata.

In linea con questi obiettivi, Boeing ha in programma di aprire un centro di ingegneria a Istanbul che potrebbe specializzarsi in ricerca e supportare la crescita della capacità aerospaziale della Turchia. L’azienda inoltre ha recentemente ampliato la sua collaborazione con Turkish Technic, la divisione manutenzione di Turkish Airlines. In base all’accordo, Turkish Technic diventa fornitore strategico del programma Boeing Global Fleet Care, fornendo agli operatori line maintenance, heavy maintenance, component service and repair per diversi modelli di aerei. Inoltre, Boeing e Turkish Technic collaboreranno per formare e certificare i tecnici aeronautici.

“Continuiamo a espandere il nostro impegno in Turchia, insieme alla Turchia. Il nostro nuovo centro ingegneristico e la collaborazione più stretta in così tante aree con il settore aerospaziale turco riflettono la nostra fiducia nelle capacità del Paese”, ha concluso McAllister.

(Ufficio Stampa Boeing – Photo Credits: Boeing)