BOMBARDIER: IL GLOBAL 7500 RICEVE LA CERTIFICAZIONE DA EASA

Tempo di lettura: 2 minuti

Bombardier annuncia che il business jet Global 7500 ha ricevuto la certificazione da parte dell’European Aviation Safety Agency (EASA), che convalida il requisito per le operazioni dell’aeromobile in Europa.

“Abbiamo trasformato la business aviation con il jet Global 7500”, ha dichiarato Michel Ouellette, Senior Vice President, Program Management and Engineering, Bombardier Business Aircraft. “Con il range più elevato del settore, l’aereo può collegare più città internazionali senza scalo, aprendo molte destinazioni ai nostri clienti”.

Il business jet Global 7500 ha ottenuto la Type Certification da Transport Canada nel settembre 2018, seguita da quella della Federal Aviation Administration (FAA), Stati Uniti, nel novembre 2018, entrambe entro soli 24 mesi dal primo volo di FTV1. L’aeromobile è entrato in servizio nel dicembre 2018.

Il Global 7500 ha dimostrato di essere in grado di volare più lontano di qualsiasi altro business jet, espandendo il range pubblicato a 7.700 miglia nautiche, ben 300 miglia nautiche oltre gli impegni iniziali. Il velivolo Global 7500 non solo offre un range maggiore di qualsiasi altro concorrente, ma può volare anche dai luoghi più difficili del mondo: ha infatti superato i takeoff and landing performance commitments, consentendo eccezionali capacità dalle destinazioni più ambite e impegnative d’Europa come Sion e St. Moritz, Svizzera. Il velivolo Global 7500 è l’unico jet commerciale che collega New York a Hong Kong e Singapore a San Francisco senza scalo, facendo volare otto passeggeri con standard NBAA IFR fuel reserves.

Il Global 7500 offre non solo un volo fluido, ma anche un’esperienza di cabina elevata, con spaziosità unica tra i business jet, grazie al suo pluripremiato interno con full-size kitchen e quattro true living spaces. Il velivolo Global 7500 debutta anche con il sedile brevettato Nuage di Bombardier, che è stato meticolosamente progettato per il massimo comfort e sarà esclusivo della nuova Global family.

(Ufficio Stampa Bombardier – Photo Credits: Bombardier)