Leonardo punta su Messico e America Latina con i suoi radar ed elicotteri

Tempo di lettura: 2 minuti

Leonardo partecipa a FAMEX, la più grande fiera aerospaziale del Messico, puntando alla crescita sul mercato latinoamericano grazie alla sua gamma di elicotteri, aerei e radar e con in agenda l’apertura di un nuovo ufficio quest’estate a Città del Messico.

L’America Latina sta diventando un’area strategica per Leonardo per via della necessità di vari paesi di dotarsi di sistemi per la sicurezza e la protezione civile, inclusa la capacità di risposta alle emergenze ambientali.

Leonardo è già presente in questi mercati con l’aereo da trasporto tattico C-27J – recentemente utilizzato in Perù per sostenere le popolazioni colpite da El Nino – e una flotta di elicotteri operativi in molti paesi, tra cui il Messico dove oltre 80 unità sono in servizio con forze dell’ordine e per operazioni di pubblica utilità. Numerosi aeroporti utilizzano inoltre i sistemi per il controllo del traffico aereo di Leonardo e i suoi sistemi navali sono operativi sulle navi di diversi paesi.

La complessa geografia e le grandi distanze dei paesi latinoamericani rendono il C-27J una soluzione perfetta per rispondere alle emergenze grazie alla capacità di atterrare praticamente ovunque (sabbia, ghiaccio e piste corte o non preparate). Oltre all’aeronautica militare peruviana, la guardia costiera degli Stati Uniti ha utilizzato il C-27J per le operazioni di soccorso durante l’uragano Harvey e la Royal Australian Air Force per sostenere le popolazioni colpite dall’alluvione del North Queensland. La versione per la lotta anti-incendio, dotata di sistema Fire Attack (FAS) realizzato da Simplex Aerospace, è la soluzione ideale per migliorare le capacità del C-27J permettendo costi di acquisizione e operativi significativamente inferiori rispetto ad avere un aereo antincendio dedicato.

L’M-346 e la sua variante Fighter Attack possono rispondere a requisiti delle forze armate in tutta la regione, potendo sfruttare gli oltre 50 anni di esperienza nel settore dell’addestramento di Leonardo. L’M-346FA (Fighter Attack) è una soluzione tattica a basso costo in grado di effettuare missioni di ricognizione tattica aria-aria e di mantenere le fenomenali caratteristiche dell’M-346 da addestramento.

In Messico, Leonardo sta offrendo i suoi elicotteri sia alla marina – per cui l’AW159 è in grado di svolgere le più complesse operazioni navali – sia alla forza aerea messicana. L’AW139M è la variante militare del best-seller AW139, elicottero intermedio ordinato in oltre 1150 unità. Gli elicotteri di Leonardo sono presenti in tutte le Americhe volando quotidianamente per clienti militari, governativi e privati in tutte le condizioni climatiche e meteorologiche.

I paesi latinoamericani hanno mostrato un forte interesse per l’acquisizione di radar per la sorveglianza e la difesa. Per quest’ultima necessità, il radar RAT31 DL è una soluzione avanzata in grado di individuare obiettivi ad oltre 470 km di distanza. È il principale sistema di difesa aerea della NATO ed è stato ordinato, tra gli altri, da Italia, Turchia, Polonia, Spagna, Ungheria, Norvegia, Repubblica Ceca, Germania. Per i velivoli da combattimento, Leonardo sta promuovendo il Grifo-E, il più moderno della sua gamma di radar leggeri, che offre prestazioni di controllo del tiro avanzate in un sistema competitivo, leggero e a basso consumo.

(Ufficio Stampa Leonardo)