Lufthansa Group punta su una crescita responsabile e di qualità

Tempo di lettura: 4 minuti

Circa 1.000 azionisti di Deutsche Lufthansa AG hanno partecipato all’odierno Annual General Meeting a Bonn. “Lufthansa Group è diventato ancora più forte, più efficiente e più moderno”, afferma Carsten Spohr, Chairman of the Executive Board of Deutsche Lufthansa AG. “Siamo il numero uno in Europa”.

Come nell’anno precedente, l’Executive Board e il Supervisory Board di Deutsche Lufthansa AG hanno proposto un dividendo di 0,80 euro per azione all’Annual General Meeting. Sulla base del prezzo di chiusura di fine anno nel 2018, il rendimento sarebbe pari al 4%. Questo dividendo è destinato a consentire agli azionisti di partecipare in modo appropriato al successo della compagnia, mantenendo al contempo la capacità di investimento e innovazione della società.

Nel 2018, il fatturato di Lufthansa Group è salito a un nuovo livello record di 35,8 miliardi di euro. A 2,8 miliardi di euro, l’Adjusted EBIT è stato solo leggermente inferiore al livello record dell’anno precedente, nonostante un onere significativo dovuto a costi del carburante aumentati di 850 milioni di euro, spese una tantum per l’integrazione di parti di Air Berlin e costi significativamente più elevati per ritardi e cancellazioni di voli. Di conseguenza, anche l’Adjusted EBIT margin è sceso leggermente al 7,9%. Le Network Airlines del Gruppo – Lufthansa, SWISS e Austrian Airlines – hanno addirittura superato i risultati dell’anno precedente. Oltre alla continua forte domanda, il buon risultato si è basato in particolare su ulteriori riduzioni dei costi. Gli unit costs adjusted for fuel and currency effects sono stati ridotti dell’1,7% nel 2018.

Per l’intero anno 2019, Lufthansa Group continua a prevedere una crescita dei ricavi nel mid single-digit range e un Adjusted EBIT margin compreso tra il 6,5 e l’8,0%.

Lufthansa Group continua a puntare costantemente sull’innovazione. Le Network Airlines hanno lanciato la più grande offensiva prodotti di tutti i tempi e stanno investendo ulteriori 2,5 miliardi di euro in nuovi posti in tutte le classi, in un’offerta lounge significativamente più ampia e nell’espansione dei servizi digitali.

Eurowings si è affermata come numero tre nel traffico europeo point-to-point ed è numero uno nei suoi mercati nazionali in questo segmento. L’anno scorso, Eurowings ha integrato 77 aeromobili che avevano precedentemente volato per Air Berlin e assunto 3.000 dipendenti supplementari.

Lufthansa Cargo sta portando avanti la digitalizzazione della freight chain. Lufthansa Technik ha successo grazie alle sue innovazioni e ai suoi modelli di business digitali e oggi mantiene un velivolo su cinque in tutto il mondo. LSG sta guidando il riallineamento strategico della sua attività. Tuttavia, Lufthansa Group sta esaminando se LSG potrebbe avere opportunità di sviluppo ancora migliori con una nuova struttura proprietaria.

Ogni anno Lufthansa Group investe circa tre miliardi di euro in aeromobili efficienti e silenziosi. La compagnia ha attualmente ordinato 221 aerei, che saranno consegnati al Gruppo entro il 2027. Più di recente, il Gruppo ha ordinato 40 velivoli a lungo raggio a marzo. Questi aerei da soli aiutano a evitare 1,5 milioni di tonnellate di emissioni di CO2 all’anno. Da quest’anno Lufthansa Group ha inoltre compensato le emissioni di CO2 di tutti i voli aziendali dei suoi dipendenti con la fondazione per la protezione del clima “myclimate”. Tutti gli edifici a terra dovranno essere riforniti di elettricità verde entro il 2030 e, laddove possibile, tutti i veicoli dovranno essere convertiti in un emission-free drive system.

“Abbiamo bisogno di crescita, ma non abbiamo bisogno di una crescita cieca, abbiamo bisogno di una crescita sostenibile e di alta qualità: i biglietti per meno di dieci euro, offerti da alcuni dei nostri concorrenti, sono economicamente, ecologicamente e politicamente irresponsabili”, afferma Carsten Spohr.

In un’ottica di stabilità operativa, Lufthansa Group ha ridotto significativamente la crescita prevista. La compagnia sta inoltre investendo circa 250 milioni di euro in oltre 400 misure individuali. Il numero di velivoli di riserva è stato aumentato a 37, sono stati programmati buffer aggiuntivi da cinque a dieci minuti nei ground times degli aerei e sono stati assunti altri 600 dipendenti per stabilizzare le operazioni di volo.

“Solo i risultati conseguiti dall’Unione Europea hanno permesso a Lufthansa Group di diventare il numero uno in Europa: con 3.000 voli al giorno solo all’interno dell’Europa, colleghiamo le persone in Europa tra loro e con i nostri voli a lungo raggio colleghiamo l’Europa con il mondo. Ecco perché vogliamo prendere posizione e difendere l’idea europea, per un’Europa unita e libera, noi di Lufthansa diciamo ‘Sì’ all’Europa con la più profonda convinzione”, afferma Carsten Spohr.

Nell’odierna riunione, il Supervisory Board di Deutsche Lufthansa AG ha anche deciso in anticipo di estendere il contratto con Thorsten Dirks di tre anni, fino al 30 aprile 2023. Dirks, 55 anni, continuerà quindi il turnaround come CEO di Eurowings.

Thorsten Dirks, nato il 17 giugno 1963 ad Amburgo, è Executive Board Member of Deutsche Lufthansa AG dal 1° maggio 2017, dove è responsabile di Eurowings. Sotto la sua guida, Eurowings ha notevolmente ampliato la sua posizione sul mercato, tra l’altro integrando parti di Air Berlin. Oggi, il brand è la terza compagnia aerea point-to-point in Europa. Dopo un significativo miglioramento delle performance operative di Eurowings, Thorsten Dirks e il suo team hanno ora intenzione di migliorare la redditività come uno degli obiettivi chiave di Eurowings.

PricewaterhouseCoopers GmbH è stata rieletta come company’s statutory and group auditors per l’esercizio 2019. L’AGM ha inoltre approvato la creazione di nuovo capitale sociale (da utilizzare, tra l’altro, per la distribuzione di azioni ai dipendenti) e l’adozione di nuove autorizzazioni di acquisto di azioni, con corrispondenti modifiche allo statuto della società. L’agenda della riunione comprendeva 11 punti all’ordine del giorno. Gli azionisti della società hanno approvato tutte le 11 proposte.

(Ufficio Stampa Deutsche Lufthansa AG)