Leonardo e Diamond Aircraft insieme per offrire una variante da pattugliamento marittimo del velivolo DA62

Tempo di lettura: 3 minuti

Leonardo e Diamond Aircraft Industries lavoreranno insieme per offrire una nuova versione del velivolo bimotore DA62 di Diamond concepita per missioni di sorveglianza marittima. La variante, denominata DA62-MSA (Maritime Surveillance Aircraft), sarà esposta per la prima volta in occasione del Paris Air Show (Le Bourget 17-23 giugno). Il velivolo sarà dotato di una capacità ISR (Intelligence, Surveillance e Reconnaissance) basata sul sistema di missione ATOS (Airborne Tactical Observation and Surveillance) di Leonardo.

La collaborazione è una risposta alla necessità di efficaci ed efficienti piattaforme di sorveglianza marittima e terrestre a corto e medio raggio in regioni come il Sud America, l’Africa e l’Asia Pacifico. Il DA62-MSA soddisfa questo requisito poiché è un velivolo con un ottimo rapporto costo/efficacia, facilmente pilotabile, con un set completo di sensori allo stato dell’arte che, attraverso il sistema di missione ATOS, forniscono all’equipaggio un’immagine operativa integrata e intuitiva.

La suite sensoristica di base del DA62-MSA includerà il radar Gabbiano TS Ultra-Light di Leonardo, dotato di una vasta gamma di modi, tra cui funzioni di pattugliamento marittimo ottimizzate (come il rilevamento di mare mosso), mappatura a terra ad alta risoluzione tramite la modalità radar ad apertura sintetica (Syntetic Aperture Radar), indicazione di obiettivi in movimento a terra (GMTI), rilevamento condizioni atmosferiche avverse. Il velivolo verrà, inoltre, dotato di una torretta elettro-ottica ad alta definizione all’infra rosso che, come il radar, sarà completamente integrata nel display touch-screen dell’ATOS a disposizione dell’operatore, per seguire e gestire le missioni di sorveglianza. Ulteriori sensori di Leonardo per funzionalità aggiuntive potranno essere integrati su richiesta degli utenti; tra questi il sistema di protezione velivoli SAGE e lo Spider per l’intelligence elettronica delle comunicazioni (COMINT). SAGE garantisce una consapevolezza tattica delle minacce e la raccolta di informazioni strategiche nell’ambiente della radiofrequenza, mentre Spider è in grado di rilevare, intercettare, identificare e geo-localizzare le comunicazioni di interesse.

Diamond ha venduto oltre 110 velivoli bimotore per missioni speciali, mentre oltre 60 sistemi ATOS sono installati da Leonardo su 10 piattaforme diverse, tra cui quelle dell’Aeronautica Militare, della Guardia di Finanza e della Guardia Costiera italiane e della Guarda Costiera australiana. Con il DA62-MPA, Leonardo e Diamond sono in grado di offrire una soluzione estremamente conveniente e di facile utilizzo per le esigenze di sicurezza marittima, con un peso massimo al decollo di 2.300 chilogrammi, una persistenza in volo fino a otto ore e fino a quattro operatori in grado di utilizzare radar di sorveglianza marittima e terrestre.

Liqun Zhang, Chief Executive Officer di Diamond Aircraft, ha dichiarato: “Diamond Aircraft è molto orgogliosa di entrare in una partnership strategica così importante con Leonardo per fornire al mercato una soluzione per la sorveglianza marittima economicamente vantaggiosa e ad alte prestazioni. Siamo consapevoli dell’importanza di tale capacità e dell’esigenza di molti Paesi di proteggere i propri confini dalla pesca illegale e da altre operazioni criminali. Questa nuova soluzione, basata sul nostro velivolo per missioni speciali DA62, sarà disponibile sul mercato entro la fine dell’anno, pronta a svolgere missioni di sicurezza e sorveglianza. Durante il Paris Air Show 2019 per la prima volta Diamond (stand A6) mostrerà questa configurazione al pubblico”.

Fabrizio Boggiani, Senior Vice President Airborne Sensors & Mission Systems di Leonardo, ha commentato: “Per Leonardo le partnership sono uno strumento fondamentale per fare business: siamo quindi lieti di collaborare con Diamond Aircraft su questo progetto. Il nostro obiettivo è sempre quello di fornire la soluzione ottimale ai nostri clienti e crediamo che la combinazione della piattaforma Diamond equipaggiata con una suite completa di sensori Leonardo e il nostro sistema di missione sia un’offerta estremamente convincente per il segmento di mercato a cui è rivolta”.

(Ufficio Stampa Leonardo)