Roma Fiumicino, concerto a sorpresa di Antonio Pappano al T3

Tempo di lettura: 2 minuti
Concerto Pappano
Concerto Pappano – credit: ADR

Esibizione inaspettata e insolita questa mattina all’aeroporto Leonardo da Vinci, dove i passeggeri in partenza dal Terminal 3 sono stati coinvolti in una iniziativa di intrattenimento culturale organizzata da Aeroporti di Roma, in collaborazione con l’Accademia Nazionale di Santa Cecilia.

I viaggiatori hanno potuto assistere tra i desk per l’accettazione ai voli internazionali ad una performance con il Maestro Antonio Pappano al pianoforte, accompagnato al violoncello da Luigi Piovano. Sir Antonio Pappano ha suonato uno splendido pianoforte a coda allestito per l’occasione da ADR al centro della hall del Terminal 3, partenze.

Entusiasti i passeggeri presenti che hanno potuto ascoltare tre bellissimi brani della letteratura per pianoforte e violoncello eseguiti da un duo d’eccezione. Alla Sonata in fa maggiore n. 1 op. 2 del compositore barocco Benedetto Marcello, Pappano e Piovano, hanno accostato due brani del francese Camille Saint-Saëns, compositore romantico amante dei viaggi e molto legato alla città di Roma. Il primo è stato Il cigno, brano tratto da Il Carnevale degli Animali, forse l’opera più popolare di Saint-Saëns. Sempre del compositore francese è stato eseguito l’Allegro Appassionato op. 43, composizione nata come Bis ma diventata col tempo uno standard della letteratura violoncellistica proprio per la sua brillantezza.

Ad accogliere Pappano e Piovano l’Amministratore Delegato di Aeroporti di Roma, Ugo de Carolis, che ha commentato:

Siamo lieti di essere oggi accanto all’Accademia Nazionale di Santa Cecilia che ci ha riservato uno spettacolo unico in una location inusuale qual è l’aeroporto. Con questa iniziativa culturale ADR conferma l’impegno nell’offrire un intrattenimento di qualità ai passeggeri del Leonardo da Vinci, oggi sempre più vetrina dei principali spettacoli in programma sulla Capitale e recentemente premiato per il secondo anno consecutivo miglior scalo d’Europa da ACI International in particolare per la qualità dei servizi erogati ai passeggeri, l’innovazione tecnologica e la funzionalità delle infrastrutture.

L’aeroporto di Fiumicino, per un’Istituzione come l’Accademia Nazionale di Santa Cecilia è un luogo fisico ma anche una metafora, ogni volta che la nostra Orchestra e il nostro Coro, nelle numerose tournée internazionali, portano i valori e l’anima di questa città negli angoli più remoti del mondo. Rinnovare questa lunga e fruttuosa collaborazione con una delle migliori strutture europee e portare la grande musica in questo luogo apparentemente inusuale, con un testimone d’eccellenza come Sir Antonio Pappano e lo splendido suono del nostro primo violoncello Luigi Piovano, è per noi tutti motivo di grande vanto e soddisfazione.Michele dall’Ongaro, Presidente-Sovrintendente dell’Accademia di Santa Cecilia

(Ufficio stampa ADR)