Airbus dimostra il primo fully automatic vision-based take-off

Airbus demonstrates first fully automatic vision based take offAirbus ha eseguito con successo il primo fully automatic vision-based take-off utilizzando un Airbus Family test aircraft a Toulouse-Blagnac airport. Il test crew composto da due piloti, due flight test engineers e un test flight engineer, è decollato inizialmente intorno alle 10.15 del 18 dicembre e ha condotto un totale di 8 decolli per un periodo di quattro ore e mezza.

“L’aereo si è comportato come previsto durante questi test. Mentre completavamo l’allineamento sulla pista, aspettando la clearance dall’air traffic control, abbiamo ingaggiato l’auto-pilot”, ha dichiarato l’Airbus Test Pilot Captain Yann Beaufils. “Abbiamo spostato le throttle levers a take-off setting e abbiamo monitorato l’aereo. Ha iniziato a muoversi e ad accelerare automaticamente mantenendo la runway centre line, fino alla esatta rotation speed inserita nel sistema. Il muso dell’aereo ha iniziato a sollevarsi automaticamente per raggiungere il take-off pitch value previsto e pochi secondi dopo eravamo in volo”.

Piuttosto che fare affidamento su un Instrument Landing System (ILS), l’esistente ground equipment technology attualmente utilizzata dagli aeromobili in servizio negli aeroporti di tutto il mondo in cui la tecnologia è presente, questo automatic take-off è stato abilitato dalla image recognition technology installata direttamente sull’aereo.

L’Automatic take-off è una pietra miliare nell’Airbus’ Autonomous Taxi, Take-Off & Landing (ATTOL) project. Lanciato nel giugno 2018, ATTOL è uno dei technological flight demonstrators testati da Airbus per comprendere l’impatto dell’autonomia sugli aeromobili. Le prossime fasi del progetto vedranno automatic vision-based taxi and landing sequences entro la metà del 2020.

La missione di Airbus non è quella di procedere con l’autonomia come obiettivo in sé, ma piuttosto di esplorare autonomous technologies accanto ad altre innovazioni in settori quali materials, electrification and connectivity. In tal modo, Airbus è in grado di analizzare il potenziale di queste tecnologie nell’affrontare le principali sfide industriali di domani, incluso il miglioramento dell’air traffic management e delle operazioni future. Allo stesso tempo Airbus sta sfruttando queste opportunità per migliorare ulteriormente la sicurezza degli aeromobili, garantendo al contempo il mantenimento dei livelli senza precedenti di oggi.

Con le autonomous technologies per migliorare le flight operations e le aircraft performance, i piloti rimarranno al centro delle operazioni. Le tecnologie autonome sono fondamentali per supportare i piloti, consentendo loro di concentrarsi meno sulle aircraft operation e di più sullo strategic decision-making and mission management.

(Ufficio Stampa Airbus – Photo Credits: Airbus)