Volare in sicurezza con Vueling

La salute e la sicurezza dei passeggeri al primo posto. È da qui che riparte Vueling dopo l’annuncio della ripresa graduale dei suoi collegamenti tra il mese di giugno e il mese di luglio.

Vueling, sin dalle prime fasi della pandemia, ha costantemente monitorato la situazione ed è rimasta in contatto con le autorità competenti per aggiornarsi sull’andamento e l’evoluzione del COVID-19 in Europa e nel resto del mondo.

“Il benessere e la tutela di tutti i dipendenti e dei viaggiatori è la nostra priorità. In questi mesi, Vueling ha collaborato con gli organismi di regolamentazione e gli attori del settore per attuare tutte le procedure richieste. Oggi l’intera esperienza di viaggio – dalle prime fasi in aeroporto fino all’imbarco e poi all’atterraggio – è stata modificata e aggiornata nel rispetto delle nuove misure igieniche e sanitarie. Tutto questo con l’obiettivo di essere sempre vicini a tutti coloro che continuano a sceglierci per i loro viaggi contribuendo alla ripartenza del settore aeronautico”, ha commentato Charlotte Dumesnil, Director of International Markets Development.

Recentemente, in linea con le ultime disposizioni, la compagnia ha infatti confermato alcune delle sue principali rotte italiane, avviando la stagione estiva con 31 collegamenti da 12 aeroporti – Firenze, Roma Fiumicino, Milano Malpensa, Pisa, Catania, Palermo, Venezia, Napoli, Bologna, Olbia, Cagliari e Bari. Vueling ad oggi ha recuperato quasi 2.000 voli settimanali operando fino a 180 collegamenti con la Spagna e il resto dell’Europa.

Grazie ai più di 30 milioni investiti lo scorso anno nella digitalizzazione dei propri processi, oggi Vueling è tra le prime compagnie ad offrire ai propri passeggeri il servizio di check-in online e la possibilità di scaricare la carta di imbarco direttamente sul proprio smartphone. Tramite l’app della compagnia e il sito ufficiale è possibile inoltre verificare lo stato del proprio volo, rimanere costantemente aggiornati e sapere prima le documentazioni previste in base alla destinazione scelta.

Anche le aree di check-in e di imbarco in aeroporto sono quotidianamente sanificate secondo le indicazioni dell’EASA e il distanziamento sociale viene garantito tramite segnaletica e schermi di protezione tra i dipendenti e passeggeri. Il tutto, con obbligo di indossare mascherine protettive per naso e bocca.

L’atmosfera che si genera in un aereo è una delle più sicure, quasi comparabile a quella delle sale operatorie degli ospedali. I filtri degli aeromobili di Vueling rinnovano l’aria ogni 3 minuti, purificandola e miscelandola con aria fresca dall’esterno. Per garantire la massima purezza dell’aria all’interno dell’aereo, vengono utilizzati i filtri HEPA che prevengono la diffusione di batteri e virus e che sono utilizzati anche negli ospedali. Questi filtri assicurano un alto livello di protezione con una capacità di eliminare i batteri e le particelle come quelle del virus COVID-19 con un’efficacia pari al 99,99%.

La compagnia ha inoltre rafforzato la pulizia degli interni, sia in frequenza che utilizzando prodotti specificati da EASA. Gli aeromobili vengono puliti accuratamente ogni giorno e con un trattamento speciale su superfici come braccioli, tavoli pieghevoli, portabagagli, servizi igienici e spazi per l’equipaggio. Le cabine vengono disinfettate quotidianamente con la spruzzatura del disinfettante viricida approvato dall’agenzia di sicurezza EASA.

(Ufficio Stampa Vueling – Photo Credits: Vueling)