Bombardier riporta i risultati finanziari del secondo trimestre 2020

Bombardier ha annunciato oggi i suoi risultati finanziari per il secondo trimestre del 2020 e ha fornito un aggiornamento sulle azioni che la società sta intraprendendo per gestire l’attività attraverso la pandemia COVID-19. Bombardier ha anche fornito un aggiornamento sullo stato delle cessioni precedentemente annunciate intraprese per rimodellare la struttura della società.

“Bombardier continua a intraprendere le azioni giuste per gestire l’impatto della crisi di salute pubblica in corso, proteggendo l’attività a lungo termine”, ha affermato Éric Martel, President and Chief Executive Officer, Bombardier Inc. “Iniziamo la seconda metà dell’anno con le nostre operazioni in sicurezza e la ripresa con successo dei nostri tassi di produzione, allineati alle attuali condizioni di mercato e alle esigenze dei clienti. Abbiamo anche migliorato la nostra posizione di liquidità, con azioni di riduzione dei costi e una nuova linea di credito garantita, fornendo ulteriore flessibilità, mentre lavoriamo per affrontare le nostre sfide di bilancio e concludere la vendita di Bombardier Transportation e del nostro aerostructure business”.

Il 31 luglio 2020 la Commissione Europea ha fornito l’approvazione condizionale della vendita di Bombardier Transportation ad Alstom, una pietra miliare significativa per l’ottenimento delle necessarie autorizzazioni normative per completare la transazione. Bombardier e Alstom continuano a lavorare insieme per ottenere le autorizzazioni rimanenti e completare le consultazioni dei comitati aziendali necessarie prima di eseguire l’accordo definitivo di vendita e acquisto. Bombardier prevede che la vendita del suo aerostructure business a Spirit AeroSystems Holdings, Inc. chiuderà questo autunno.

Bombardier ha iniziato il terzo trimestre con liquidità pro-forma di circa $3,5 miliardi. Ciò include circa $1,7 miliardi di liquidità a disposizione, accesso all’importo non utilizzato di $738 milioni sulla linea di credito revolving di Transportation al 30 giugno 2020 e la nuova linea di credito senior garantita da $1,0 miliardi annunciata il 22 luglio 2020 e prevista per la chiusura il terzo trimestre.

I ricavi di $2,7 miliardi nel secondo trimestre, in calo del 37%, riflettono un livello inferiore di attività produttiva e consegne nel trimestre, in quanto le operazioni nei principali Aviation and Transportation sites in Nord America ed Europa sono state temporaneamente sospese per diverse settimane a causa della pandemia globale COVID-19.

Adjusted EBITDA loss e adjusted EBIT loss sono pari rispettivamente a $319 milioni e $427 milioni per il trimestre. In Aviation, i guadagni sono stati inferiori di anno in anno principalmente a causa delle interruzioni della pandemia globale COVID-19.

Il reported EBIT pari a $26 millioni per il trimestre riflette il guadagno contabile di $496 millioni derivante dalla cessione del CRJ program a Mitsubishi Heavy Industries, Ltd., chiuso il primo giugno 2020.

Nel segmento Aviation, i ricavi hanno raggiunto $1,2 miliardi durante il secondo trimestre, riflettendo un livello inferiore di attività di produzione a causa della pandemia COVID-19. A partire dalle ultime settimane di aprile e fino al mese di maggio, le operazioni sono state gradualmente riprese con le nuove misure di sicurezza in atto, consentendo a Aviation di consegnare 20 business aircraft durante il trimestre, inclusi cinque Global 7500. Le customer service operations in tutto il mondo di Bombardier hanno continuato a funzionare in gran parte ininterrottamente durante la pandemia.

Gli adjusted EBITDA e adjusted EBIT margins del 4,5% e (1,6)%, rispettivamente, riflettono volumi inferiori durante il trimestre a seguito delle interruzioni per la pandemia COVID-19, combinate con il basso contributo delle prime Global 7500 units. Il reported EBIT di $442 milioni nel trimestre riflette il guadagno contabile di $496 milioni sulla cessione del CRJ Series aircraft program a Mitsubishi Heavy Industries, Ltd.

Il 5 giugno 2020 Aviation ha annunciato la riduzione della sua forza lavoro di circa 2.500 dipendenti, per allineare la produzione alle attuali condizioni di mercato, prevista in calo di circa il 30% anno su anno. La riduzione ha comportato un addebito speciale di $41 milioni nel secondo trimestre.

Con la ripresa delle operazioni nella seconda metà dell’anno, le consegne di aeromobili dovrebbero accelerare rispetto alla prima metà dell’anno, verso un picco stagionale nel quarto trimestre, supportato dal portafoglio ordini di $12,9 miliardi per Aviation.

(Ufficio Stampa Bombardier)