SWISS MODIFICA TEMPORANEAMENTE LA PROCEDURA DI CHECK-IN PER I NUOVI REQUISITI DI TEST PCR – In base alle nuove disposizioni per l’ingresso in Svizzera introdotte dalle autorità svizzere a partire da oggi (lunedì 8 febbraio), tutti i viaggiatori di età pari o superiore a 12 anni che arrivano o transitano nel paese devono presentare un risultato di test PCR COVID-19 negativo valido. Il risultato in questione non deve inoltre risalire a più di 72 ore al momento della partenza per la Svizzera e sarà verificato dal personale di terra all’aeroporto di partenza al momento del check-in o al gate. Tutti i viaggiatori in Svizzera, compresi quelli che transitano nel paese, devono anche compilare il modulo elettronico delle autorità svizzere per i viaggiatori in arrivo prima di iniziare il viaggio. Alla luce di queste nuove disposizioni, SWISS apporta modifiche temporanee alla sua procedura di check-in online. Con effetto immediato, i clienti che effettuano il check-in per il loro volo per la Svizzera non riceveranno la carta d’imbarco, ma riceveranno invece una conferma. Dopo aver presentato questa conferma all’agente check-in presso l’aeroporto di partenza, verrà rilasciata la carta d’imbarco, a condizione che soddisfino tutti i nuovi requisiti di ingresso della Svizzera. La nuova procedura potrebbe comportare tempi di attesa per il check-in più lunghi. In considerazione di ciò, i viaggiatori sono invitati ad arrivare in tempo utile all’aeroporto di partenza e ad informarsi esaurientemente sulle ultime disposizioni in materia di ingresso. Ulteriori dettagli per i vari paesi serviti da SWISS sono disponibili su https://swiss.travel-regulations.com/.

QANTAS OFFRE MAGGIORE FLESSIBILITA’ AI CLIENTI – Qantas offre più flessibilità ai clienti che desiderano modificare i loro piani di viaggio, consentendo ora modifiche illimitate delle date dei voli almeno fino a gennaio 2022. Il cambiamento coincide con una domestic sale a livello nazionale, con oltre 1 milione di posti in vendita verso 55 destinazioni a partire da $99 e un aumento del servizio premium offerto a bordo. Stephanie Tully, Chief Customer Officer di Qantas Group, ha affermato che, con i confini internazionali chiusi, il modo migliore per promuovere il turismo è rendere ancora più facile per gli australiani esplorare la propria nazione: “I clienti ci hanno detto che i cambiamenti improvvisi alle restrizioni alle frontiere da parte dei governi statali stanno dando loro dei ripensamenti sull’andare in vacanza o fare un viaggio d’affari. Per aiutare a gestire l’incertezza, abbiamo introdotto il più alto livello di flessibilità nel mercato in modo che le persone possano pianificare il loro prossimo viaggio con fiducia. Dando ai clienti cambi di data di volo illimitati per quasi un anno, pensiamo che ciò incoraggerà più persone a prenotare, contribuendo a promuovere il turismo, vitale per le economie locali e le imprese in tutto il paese”. La politica “Fly Flexible” aggiornata si applica a tutte le nuove prenotazioni di domestic flight per i Qantas, QantasLink e Trans-Tasman services prenotati da oggi fino almeno alla fine di aprile. La data del volo può essere modificata in qualsiasi disponibile per la vendita al momento (fino a 355 giorni di anticipo). Qantas rinuncerà alla commissione di modifica (potrebbe essere applicata una differenza tariffaria). I clienti potevano in precedenza effettuare un cambio di volo, per viaggiare fino alla fine di giugno. Qantas sta anche apportando ulteriori miglioramenti alle inflight food and beverage options, in linea con la sua premium full-service offering.

SWISS: AVVISO PER TERMINARE IL PRESENTE CLA, CON L’OFFERTA PER NUOVE TRATTATIVE – SWISS ha chiuso i negoziati con la Aeropers pilots’ association sulle misure temporanee di crisi in risposta alla pandemia coronavirus senza raggiungere un risultato. Alla luce di ciò, SWISS ha notificato un preavviso ordinario per la risoluzione del presente collective labour agreement (CLA) per il suo cockpit personnel il 31 marzo 2022 ed invita Aeropers ad avviare tempestivamente trattative su un nuovo contratto collettivo di lavoro. Come il resto del settore aereo globale, Swiss International Air Lines (SWISS) è stata gravemente colpita dalla pandemia di coronavirus. Nei primi nove mesi del 2020 la compagnia ha subito una perdita operativa di oltre 400 milioni di CHF e ha visto il suo numero di passeggeri diminuire di circa il 70%. Inoltre, la compagnia sta attualmente usufruendo di un prestito bancario garantito dallo Stato fino a 1,5 miliardi di franchi che prevede di rimborsare il prima possibile. In risposta a questi sviluppi, SWISS si è sottoposta a un rigoroso programma di riduzione dei costi. Con questi obiettivi in mente, sono stati conclusi accordi di crisi che si estendono su diversi anni con le parti sociali per il personale di terra e di cabina. SWISS ha anche avviato negoziati con l’associazione dei piloti Aeropers nell’agosto 2020. Come risultato della prevista riduzione dei suoi volumi di volo totali, SWISS avrà un significativo surplus di piloti nei prossimi anni. Lo scopo di questi negoziati era concludere un collective labour agreement (CLA) nuovo e lungimirante che fosse allineato alle esigenze della difficile crisi degli anni a venire. “Rimaniamo pienamente impegnati nella nostra partnership sociale”, afferma Thomas Frick, SWISS Chief Operating Officer. “Siamo convinti che, insieme ad Aeropers, possiamo concludere un nuovo contratto collettivo di lavoro valido per i nostri piloti che tenga in debito conto i tempi di crisi presenti, che sia adatto al futuro e in particolare soddisfi anche i requisiti del moderno working time models”.

IBERIA AGGIUNGE AMSTERDAM COME PUNTO DI ORIGINE DEI VACCINI – Iberia ha aggiunto Amsterdam all’elenco degli aeroporti in cui ritira vaccini Covid-19, principalmente per le isole spagnole delle Canarie e delle Baleari. In precedenza raccoglieva forniture di vaccini solo a Bruxelles. La scorsa notte ha portato da Amsterdam a Madrid due pallet contenenti 68 kg ciascuno di vaccino. Il primo di questi ha raggiunto Tenerife e il secondo ha raggiunto Las Palmas, Gran Canaria. Un altro, con 54 kg, è arrivato questa mattina a Maiorca, nelle isole Baleari. Dal 28 dicembre Iberia ha portato 24 spedizioni di vaccini all’enclave nordafricana spagnola di Melilla, nonché a Gran Canaria, Tenerife e Maiorca. Trasporta anche il vaccino Moderna da Madrid e ora utilizza Amsterdam e Bruxelles per ritirare il vaccino Pfizer. I vaccini sono trasbordati a Madrid da IAG Cargo, che gestisce tutte le spedizioni cargo dalle compagnie aeree di IAG. La corretta refrigerazione è garantita dal servizio IAG “Constant Climate” utilizzato per i prodotti farmaceutici e altri beni deperibili. Il servizio utilizza stive refrigerate per aeromobili, veicoli terrestri e uno speciale deposito aeroportuale per i prodotti farmaceutici che IAG ha installato nel cargo terminal di Madrid nel 2019. IAG Cargo ha trasportato più di un milione di dosi di vaccino attraverso i suoi terminal di Madrid, Londra e Dublino. Sia l’aeroporto di Madrid che il cargo terminal sono stati recentemente ricertificati per aderire alle Good distribution Practices (GDP) in handling medical goods, per i quali Madrid è l’hub principale dell’Europa meridionale. Il Madrid handling staff di Iberia è anche certificato e formato secondo l’European Commission 2013/C 343/01 standard. Bureau Veritas ha recentemente verificato queste installazioni e il personale, dando loro una valutazione positiva.

LEONARDO: PARTNERSHIP CON O2 SU INNOVATIVE APPLICAZIONI DEL 5G – L’Innovation and Technology Incubator Center di Leonardo a Edimburgo, Scozia, ha annunciato di aver raggiunto un accordo di partnership con O2 (Telefónica UK) per lo studio di una serie di innovative applicazioni della tecnologia 5G privata nell’industria della difesa e della sicurezza. Il possibile impiego di dati mobili sicuri e a banda larga agevolerebbe, infatti, sia le capacità produttive della “fabbrica futura” di prossima generazione, sia la fornitura di servizi di informazione protetti e ad alta velocità, fattori entrambi necessari per programmi con alti ritmi di attività come il Tempest, il futuro sistema aereo da combattimento del Regno Unito che registra la collaborazione di Regno Unito, Italia e Svezia per lo sviluppo delle proprie capacità di difesa aerea. O2 fornirà una rete privata 5G sicura e una gamma di applicazioni nell’ambito dell’Industria 4.0 per valutarne i possibili impieghi nell’ambito della trasformazione digitale del business e nei processi di produzione end-to-end. Concepito con l’obiettivo di “trasformare le idee in realtà”, l’Innovation and Technology Incubator Center di Leonardo offre a chi è in possesso di soluzioni alternative di business o di disruptive technology un’opportunità di collaborazione con una delle più grandi società di ingegneria e tecnologia britanniche nonché uno dei principali fornitori del Ministero della Difesa del Regno Unito. Leonardo e O2 ritengono che l’enorme potenziale della tecnologia 5G possa soddisfare sia gli elevati standard di sicurezza del settore della difesa sia fornire garanzie di protezione all’interno delle infrastrutture digitali delle aziende. Uno degli obiettivi è la valutazione del potenziale del 5G per la fornitura, in modalità wireless, di aggiornamenti dei dati di missione, supporto e manutenzione agli aeromobili come l’elicottero Leonardo AW159 Wildcat. Ciò potrebbe accelerare i tempi di intervento tra le missioni e migliorare l’affidabilità delle piattaforme, rispettando gli stringenti requisiti di sicurezza dei sistemi militari schierati in prima linea. Il lancio delle nuove tecnologie 5G è particolarmente importante per Leonardo perché investe le tre direttrici di cambiamento contenute nel Piano strategico di lungo termine Be Tomorrow – Leonardo 2030.

2021-02-08