L’ICAO Council conclude la 222a sessione con importanti progressi per l’aviazione internazionale

L’ICAO Council ha concluso le riunioni della sua 222a sessione, formalizzando importanti progressi sugli sviluppi del trasporto aereo relativi alla risposta pandemica globale in corso, sulla compensazione delle emissioni, sull’uguaglianza di genere e i remotely-piloted aircraft systems (RPAS), tra gli altri.

I contributi del Council al lavoro continuo per aiutare i paesi a riprendersi dalla pandemia su una base allineata ed efficace a livello globale, sono giunti con l’adozione dell’ultima ‘Phase III’ guidance della sua Aviation Recovery Task Force (CART), oltre alla decisione di convocare una conferenza ministeriale su COVID-19 il prossimo ottobre.

Per quanto riguarda la sostenibilità e l’ambiente, il Council ha concordato ulteriori CORSIA (Carbon Offsetting and Reduction Scheme for International Aviation) eligible emissions units programmes da utilizzare in CORSIA e nuovi criteri aggiuntivi per la valutazione della sostenibilità degli aviation fuels da utilizzare nella fase successiva di CORSIA. Il Council ha anche avviato la prima revisione periodica di CORSIA, che raccomanderà possibili miglioramenti e adeguamenti all’attuazione del CORSIA scheme da prendere in considerazione alla 41a Assemblea ICAO prevista per il 2022.

Altri importanti progressi sono stati compiuti sui nuovi emendamenti agli allegati alla Convenzione di Chicago a sostegno dell’integrazione dei remotely-piloted aircraft systems negli international air transport regulatory framework, sull’approvazione di una nuova struttura per le ICAO Cybersecurity activities, sull’adozione di una nuova Dichiarazione sulla parità di genere negli organi tecnici e di governo dell’ICAO, con la riunione inaugurale del nuovo industry consultative body del Council.

La 222a sessione ha visto anche l’elezione e la nomina da parte del Council di Juan Carlos Salazar come nuovo Secretary General ICAO a partire dall’agosto di quest’anno, momento in cui sostituirà Fang Liu.

Ha inoltre assistito alla sospensione formale del procedimento diplomatico relativo alla controversia tra Qatar e Arabia Saudita, Emirati Arabi Uniti, Egitto e Bahrein, su richiesta degli Stati interessati e in conseguenza della Al Ula Declaration.

Ulteriori progressi sono stati compiuti sulla governance e sulla condotta etica dell’ICAO, comprese le procedure per la gestione dei reclami, l’adozione dell’ICAO Enterprise Risk Management Framework e la ristrutturazione dei comitati e dei gruppi del Council.

L’ICAO Council è responsabile dell’adozione degli standard e di altre responsabilità di governance dell’ICAO mentre la piena Assemblea dei 193 governi nazionali dell’agenzia non è in sessione. È composto da rappresentanti diplomatici e ambasciatori di 36 paesi eletti da ciascuna ICAO Assembly per un mandato di tre anni.

(Ufficio Stampa ICAO)

2021-03-23