Boeing Uncrewed Teaming Aircraft: progressi nei flight test

Boeing Australia ha ampliato il suo flight-test program per il Boeing Airpower Teaming System, con due aerei che hanno recentemente completato con successo missioni di volo separate presso il Woomera Range Complex.

Il primo Loyal Wingman aircraft sviluppato con la Royal Australian Air Force (RAAF) ha dimostrato una serie di caratteristiche chiave durante i test flight, per continuare ad espandere l’inviluppo di volo. Anche un secondo aereo ha completato con successo la sua prima flight mission.

“È così emozionante vedere due velivoli in volo mentre il Loyal Wingman continua a eccellere nel flight-test program”, afferma l’Air Vice-Marshal Cath Roberts, RAAF Head of Air Force Capability. “Questo apre una significativa capacità per l’Air Force, in particolare con caratteristiche come il reconfigurable nose”.

Durante le flight-test missions, i team hanno raccolto dati sulle performance dei velivoli che verranno utilizzati per informare e perfezionare il digital twin del Boeing Airpower Teaming System, con l’obiettivo di accelerare lo sviluppo del velivolo ove possibile. Il digital twin modella l’intero ciclo di vita del sistema, dalla progettazione e sviluppo alla produzione e al mantenimento.

“Siamo a un ritmo costante di flight testing sulla strada verso mission and operational testing, consentendo a Boeing Australia, RAAF e al nostro Australian industry team di oltre 35 società di far progredire progressivamente le caratteristiche di volo e le capacità dell’uncrewed teaming system”, afferma Glen Ferguson, director of Boeing Airpower Teaming System – Australia and International. “Vorrei estendere i miei ringraziamenti al nostro capability partner BAE Systems Australia e a RUAG Australia per i loro ruoli specifici in questo ultimo blocco di test”.

I flight tests di aircraft one includevano la prima volta che il landing gear veniva sollevato. RUAG Australia ha fornito i landing gear systems all’aeromobile e BAE Systems Australia è stata parte integrante della progettazione, fornitura e supporto dei flight control and navigation systems testati come parte dei voli.

“Questo è un grande risultato per le Australian autonomous capabilities” afferma il BAE Systems Australia CEO, Gabby Costigan. “La nostra partnership è alla base di un impegno condiviso per sviluppare tecnologie e fornire un programma all’avanguardia per la difesa della nazione”.

Il primo lotto di Loyal Wingman aircraft funge da base per il Boeing Airpower Teaming System in fase di sviluppo per vari clienti della difesa globale. L’aereo volerà insieme ad altre piattaforme, utilizzando l’intelligenza artificiale per collaborare con gli esistenti crewed and uncrewed assets, per completare le capacità di missione.

(Ufficio Stampa Boeing)