Alle ore 14 è stato riaperto lo spazio aero del Nord Italia chiuso questa mattina: “L’ENAC rende noto che a seguito dell’evolversi della situazione della nube determinata dall’eruzione vulcano islandese Eyjafjallajökull, ha disposto la riapertura dello spazio aereo del Nord Italia, e degli aeroporti che erano stati chiusi, a partire dalle 14:00 ora italiana di oggi, domenica 9 maggio. L’ENACLEGGI TUTTO…

ENAC ha diramato il seguente comunicato stampa, dove si annuncia la chiusura dello spazio aereo del Nord Italia, esclusa la parte più orientale: “L’ENAC comunica di aver disposto l’interdizione al volo di gran parte del Nord Italia, dalle 08:00 alle 14:00 ora italiana di domenica 9 maggio, a seguito delle informazioni fornite intorno alla mezzanotte dal Bollettino CFMU di Eurocontrol,LEGGI TUTTO…

Le nuove procedure concordate ieri sono entrate in vigore alle 06.00 UTC di oggi. Al momento attuale, nello spazio aereo superiore, sopra 20.000 piedi, tutto lo spazio aereo europeo è disponibile con l’eccezione della Finlandia, dove lo spazio è chiuso a tutti i livelli. Quasi il 75% della superficie totale del continente è libera da ogni restrizione: Austria, la zonaLEGGI TUTTO…

Dei 27000-28000 voli normalmente attesi, oggi in Europa se ne effettueranno circa 14000, la metà del normale schedulato. Alla fine della giornata odierna, partendo da Giovedì 15 Aprile si stima siano stati cancellati circa 95000 voli in Europa. (Fonte: Eurocontrol) Condividi su: FacebookTwitterGoogle+StumbleUponLinkedinemailPrintLEGGI TUTTO…

Lo spazio aereo italiano è completamente aperto, come comunicato da ENAC: “L’Enac comunica di aver disposto la riapertura dell’intero spazio aereo a decorrere dalle ore 12:00 di oggi (ora italiana), avendo tolto la limitazione che stamattina autorizzava al volo i soli collegamenti aerei nazionali. Pertanto da tutto il Paese, compreso il Nord Italia, potranno essere ripristinate le programmazioni dei voliLEGGI TUTTO…

Da domani alle ore 8 iniziera’ la graduale riapertura degli spazi aerei e degli aeroporti europei. Lo hanno annunciato i ministri dei Trasporti Ue a conclusione di una riunione di emergenza in videoconferenza a Bruxelles. “Da domani in poi – ha detto il commissario europeo ai Trasporti, Siim Kallas – vedremo progressivamente l’apertura degli aeroporti e molti piu’ aerei decollare”,LEGGI TUTTO…

Da domani alle 8 gradualmente si riaprirà lo spazio aereo Italiano : “L’Enac comunica che a decorrere dalle ore 8:00 di domani 20 aprile verrà gradualmente riaperto l’intero spazio aereo italiano, iniziando con i voli nazionali sulla direttrice nord-sud e viceversa. Il riavvio di questi voli sarà contestualmente accompagnato da un monitoraggio tecnico sui velivoli, analogo a quello che inLEGGI TUTTO…

Degli oltre 28000 voli previsti, oggi sono attesi in Europa circa 8000-9000 voli. Anche oggi i servizi di controllo del traffico non vengono forniti agli aeromobili civili nella maggior parte dello spazio aereo europeo: Belgio, Repubblica Ceca, Danimarca, Estonia, Finlandia, parte della Francia, Germania, Ungheria, Irlanda, Paesi Bassi, Italia settentrionale, Polonia, Romania, Slovenia, Svizzera, parte dell’ Ucraina e Regno Unito.LEGGI TUTTO…

Contrariamente a quanto comunicato ieri sera, oggi ENAC ha deciso d’urgenza una nuova chiusura dello spazio aereo del Nord Italia, a causa del peggioramento della situazione. Di seguito il comunicato ENAC: “A causa di un peggioramento registrato nel corso della notte dal Bollettino MetOffice sul movimento delle ceneri trasportate dall’eruzione del vulcano islandese Eyjafjallajökull, l’Enac comunica di aver disposto nuovamenteLEGGI TUTTO…

Domani alle 7 riapre lo spazio aereo italiano, per tutti i voli, come indicato nel seguente comunicato di ENAC: “L’Enac comunica che, sulla base del Bollettino “Met Office – Volcanic Ash Advisory Centres”, circa lo stato della nube vulcanica islandese, è risultato confermato il miglioramento della situazione sull’area del Nord Italia. Pertanto l’Ente Nazionale per l’Aviazione Civile ha disposto laLEGGI TUTTO…

Il portavoce della Lufthansa, Aage Duenhaupt, ha riferito che la compagnia tedesca ha fatto volare dieci aerei (tra Airbus A340 e Boeing 747-400) da Monaco di Baviera a Francoforte, per lo più su una quota di 3.000 metri (ovvero ben al di sotto dello strato di ceneri vulcaniche) ma con puntate fino a 8.000 metri di quota.    “Tutti gli aereiLEGGI TUTTO…

La Spagna ha riaperto tutti gli aeroporti del nord e dell’est del paese. Al momento inoltre non ci sono più restrizioni di volo nello spazio aereo spagnolo. Anche la Serbia e la Croazia hanno riaperto gli spazi aerei. Come hanno ripreso i voli da sei aeroporti del nord e del centro della Polonia. Gli aeroporti francesi a nord della lineaLEGGI TUTTO…

KLM opererà oggi altri nove voli test, portando a dieci il totale dei voli effettuati. Questo in seguito al positivo riscontro del volo di test effettuato ieri, in cui non si sono incontrati problemi e dove si è rilevata una buona qualità dell’atmosfera. Sulla base di queste informazioni, l’autorità olandese di trasporto aereo, Inspectie verkeer en Waterstaat (IVW), ha concessoLEGGI TUTTO…