INAUGURAZIONE POLO INTERMODALE AEROPORTO TRIESTE: PARTE DELLE OPERE REALIZZATE NELL’AMBITO DEL CONTRATTO DI PROGRAMMA TRA ENAC E SOCIETÀ DI GESTIONE – CONSEGNATO IL NUOVO CERTIFICATO DI AEROPORTO IN BASE ALLA NORMATIVA EUROPEA

Tempo di lettura: 1 minuto

Questa mattina si è svolta la cerimonia di inaugurazione del nuovo polo intermodale presso l’aeroporto “Pietro Savorgnan di Brazzà” di Ronchi dei Legionari – Trieste Airport, finalizzato a creare un sistema di connessione tra il trasporto aereo, ferroviario e su ruote con tutto il territorio. All’inaugurazione hanno partecipato, tra gli altri, le Istituzioni regionali e territoriali, l’ENAC, la società di gestione e i principali Enti e operatori presenti sullo scalo. In ambito aeroportuale il nuovo polo ha portato alla realizzazione di alcuni parcheggi (multipiano e piano terra) e dell’infrastruttura di connessione con il terminal tramite un tunnel sopraelevato servito da tappeti mobili. È stata inoltre realizzata la completa ristrutturazione del terminal aeroportuale, stilisticamente e formalmente in linea con il polo intermodale.

Una parte dei lavori, il cui importo totale ammonta a oltre 17.000.000 di euro, è stata finanziata dalla società di gestione Aeroporto Friuli Venezia Giulia S.p.A. nell’ambito del Contratto di Programma 2016-2019 tra l’ENAC e la società, su cui l’Ente ha operato la vigilanza secondo le proprie competenze.

Con l’occasione, questa mattina, inoltre, il Direttore Centrale Vigilanza Tecnica dell’ENAC, Roberto Vergari, ha formalmente consegnato alla società di gestione il nuovo Certificato di Aeroporto in base al Regolamento comunitario (Reg. UE n. 139/2014) che attesta che l’organizzazione della società concessionaria, le procedure delle operazioni a terra, tutte le infrastrutture e gli impianti aeroportuali rispondono ai requisiti contenuti nella normativa in materia di sicurezza aeronautica.

(Ufficio Stampa ENAC)

Last Updated on