AUSTRIAN AIRLINES RAGGIUNGE ACCORDO COLLETTIVO FINO AL 2021

Tempo di lettura: 1 minuto

Dopo una maratona di negoziazione, è stato concordato nelle prime ore del mattino del 1° maggio 2018 un documento sui punti chiave per il periodo 2018-2021. Prevede aumenti salariali, un lavoro e regolamenti operativi più flessibili per il personale volante. Gli stipendi effettivi per il personale di bordo e i piloti dovrebbero aumentare del 5,5% nel 2018, del 2,5% nel 2019, dell’1,83% nel 2020 e di almeno l’1,4% nel 2021. “Siamo lieti che dopo una vera maratona di negoziati abbiamo concluso un accordo collettivo di quattro anni nelle prime ore del mattino del 1° maggio 2018. Questo accordo a lungo termine porterà certamente la pace alla società e aprirà prospettive per i nostri dipendenti”, hanno dichiarato l’Austrian Head of HR Nathalie Rau e l’Accountable Jens Ritter, che hanno guidato la squadra negoziale. Un’attenzione particolare è stata rivolta all’aumento degli stipendi iniziali per gli assistenti di volo.

Allo stesso tempo, le norme in materia di tasse di volo dovranno essere rese più flessibili al fine di compensare meglio le fluttuazioni stagionali della domanda di passeggeri.

Attualmente Austrian Airlines impiega circa 7.000 persone, tra cui oltre 1.200 piloti e 2.400 assistenti di volo. Solo nel 2017 sono stati aggiunti 500 dipendenti, principalmente nelle cabin and cockpit areas.

(Ufficio Stampa Austrian Airlines)

Ultima modifica: