INSOLVENZA PER LA SVIZZERA BELAIR AIRLINES

Tempo di lettura: 1 minuto

Belair Airlines - foto di repertorioIl vettore del Canton Zurigo, filiale svizzera di Air Berlin fino alla chiusura della stessa – avvenuta nell’autunno 2017 – ha dovuto prendere atto del fallimento delle trattative con un potenziale investitore ed ha dichiarato lo stato di insolvenza a partire da mercoledì 15 agosto.

La compagnia era stata rilevata in gennaio dalla tedesca SBC, azienda specializzata in ristrutturazioni aziendali, ed avrebbe dovuto tornare ad operare proprio quest’estate per conto di altre compagnie ed effettuando servizi charter. Pur non volando da fine ottobre 2017, Belair aveva mantenuto nel proprio organico un buon numero di persone proprio in ottica riapertura.

Alla fine di aprile il management aveva firmato un contratto con un non meglio precisato “importante cliente dell’industria del turismo”, ma non risulta che sia mai stato eseguito il pagamento a copertura dello stesso.

Belair aveva anche bisogno di un proprio COA rilasciato dal Federal Office of Civil Aviation (FOCA); la stessa aveva richiesto, tra le altre cose, prova di disporre di sufficienti mezzi finanziari. Il mancato accordo con il potenziale investitore ha finito per infliggere il colpo finale alle residue speranze di sopravvivenza.

(Fabrizio Ripamonti)