NEOS: ARRIVA IL TERZO DREAMLINER, NUOVO TRAGUARDO PER UNA FLOTTA SEMPRE PIU’ GIOVANE

Tempo di lettura: 3 minuti

Terzo 787 di NeosIl percorso di crescita ed espansione di Neos non accenna a rallentare e, anzi, riconferma i piani di evoluzione della compagnia aerea, sempre più riconosciuta sul panorama nazionale e internazionale per gli standard elevati, l’attenzione ai clienti e l’innovazione costante.

A quasi un anno dall’arrivo del primo Dreamliner, il 1° novembre atterrerà infatti a Milano Malpensa European Dream, il terzo 787 che si affiancherà ai due velivoli già a spasso per i cieli di tutto il mondo.

Si tratta di un nuovo e importante traguardo, condiviso a livello nazionale: del resto, Neos è ancora il primo e unico vettore del nostro Paese a vantare in flotta dei 787 Dreamliner. Un grande risultato che sta portando la compagnia, i suoi partner e i suoi clienti nel futuro dell’aviazione: questi velivoli hanno infatti capacità tecniche all’avanguardia che riducono le emissioni, oltre ad offrire esperienze di volo eccezionali sia dal punto di vista del comfort che del benessere, con servizi inflight di grandissimo livello e un offerta d’intrattenimento a bordo senza uguali. I riscontri dei clienti sono talmente positivi sull’esperienza a bordo dei 787 che Neos ha già deciso di acquisire un quarto aereo, noleggiato da Air Lease Corporation. L’innovazione però viaggerà anche sul corto e sul medio raggio: accanto ai quattro Dreamliner infatti, Neos inserirà in flotta anche tre nuovi 737 MAX 8, attesi nella prima parte del 2019.

Queste prossime consegne consentiranno alla compagnia di ridurre drasticamente l’età media della flotta, che passerà dagli attuali sedici ai quattro anni per il prossimo anno fiscale 2019/2020. Il programma di ammodernamento è del resto uno dei perni fondamentali su cui Neos sta costruendo il suo futuro, rivestendo un ruolo sempre più incisivo e solido sul mercato che gli permette di aprire nuove partnership e consolidare quelle già avviate: tra i principali clienti della compagnia si annoverano infatti tutti i principali Tour Operator italiani, tra cui i marchi del Gruppo Alpitour e di Eden, Costa Crociere, Veratour, I Grandi Viaggi e Futura Vacanze.

Accanto agli investimenti più ingenti riferiti al parco aeromobili, Neos sta parallelamente portando avanti molteplici iniziative che possano creare maggiore sinergia sia a livello di filiera del Gruppo Alpitour, sia più in generale nel settore.

La compagnia sta operando infatti un costante ampliamento delle rotte: è l’unico vettore italiano a collegare l’Italia e Nanchino con due frequenze settimanali, inaugurerà quest’inverno il collegamento verso la Birmania, oltre a realizzare costantemente operazioni ad hoc. Tra queste, ci sono i voli speciali per Rovaniemi durante il ponte dell’Immacolata e il recente rinnovo dell’accordo con la Samoa Airways per il leasing di un 737 a supporto della neo compagnia, che collega l’arcipelago samoano con l’Australia e la Nuova Zelanda.

Degni di nota anche i collegamenti con Israele, con cui Neos collabora ormai da 15 anni: grazie alla partnership con Classic Air si è consolidato un programma di 160 voli verso l’Italia e di cento voli verso l’Europa, a questo si aggiunge infine il noleggio di un B767-300ER della compagnia alla Arkia Airline.

“L’ingresso del terzo Boeing 787 Dreamliner è un vanto condiviso a livello nazionale – afferma Carlo Stradiotti, Amministratore Delegato di Neos – che accorcia ulteriormente la distanza di Neos dalle grandi compagnie internazionali. Questa consegna contribuisce al nostro sviluppo, rinforzando la nostra immagine e il nostro ruolo nel panorama aeronautico. Siamo estremamente soddisfatti della crescita che stiamo realizzando in questi anni grazie agli investimenti del Gruppo Alpitour, ma anche alle sfide che il nostro personale ha saputo cogliere e accogliere. Adesso aspettiamo – conclude – i nuovi aerei che miglioreranno ulteriormente le nostre performance e il servizio dedicato ai nostri ospiti”.

“Siamo orgogliosi della fiducia che Neos continua a riporre nei nostri confronti e felici di consegnare, con il 787, uno straordinario valore aggiunto per la flotta e per la strategia di espansione di Neos”, sostiene Antonio De Palmas, Presidente di Boeing Italia e Managing Director per il Sud Europa. “Con l’inserimento del terzo 787 in flotta, Neos sarà in grado di posizionarsi ancora meglio in un segmento di mercato in continua crescita, nel quale ai costruttori è richiesto di garantire capacità di grande livello combinata con efficienza operativa a lungo raggio. In questo senso il 787 Dreamliner non teme confronti ed è la conferma del suo valore intrinseco con oltre 1.400 ordini – e il cui 14% è costruito in Italia”.

(Ufficio Stampa Gruppo Alpitour – Boeing – Photo Credits: Neos)

Ultima modifica: