BOEING ALZA LA SUA PREVISIONE A LUNGO TERMINE PER GLI AEREI COMMERCIALI

Tempo di lettura: 4 minuti

Si è svolto oggi a Milano, presso la sede di Assolombarda, il convegno “Air Transport in Italy – Market perspectives and new challenges”, organizzato da Boeing e SEA – Aeroporti Milano. Durante il convegno Randy Tinseth, Vice President Marketing, Boeing Commercial Airplanes, ha presentato il Commercial Market Outlook di Boeing, la previsione ventennale sul mercato dell’aviazione civile.

Boeing ha alzato la sua previsione a lungo termine per gli aerei commerciali, visto che l’aumento del traffico passeggeri e il ritiro imminente degli aerei obsoleti porta una domanda di 42.730 nuovi aerei – valutata a 6,3 trilioni di dollari – nei prossimi 20 anni. La flotta di aerei mondiale inoltre sosterrà la crescita della domanda per i servizi di aviazione commerciale, portando a un’opportunità totale di mercato di 15 trilioni di dollari.

La previsione annuale dell’azienda, rinominata Commercial Market Outlook (CMO) per includere l’analisi dettagliata del mercato dinamico dei servizi aeronautici, è stata presentata durante il Farnborough International Airshow. Riconosciuto come riferimento per le previsioni globali sul trasporto aereo, il CMO 2018 prevede che il numero totale di aerei è in aumento del 4,1% rispetto alla previsione precedente.

“Per la prima volta dopo anni stiamo assistendo alla crescita delle economie in ogni regione del mondo. Tale crescita sincronizzata sta fornendo più stimoli al trasporto aereo globale. Vediamo solidi trend nel traffico non solo nei mercati emergenti di Cina e India, ma anche nei mercati maturi, in Europa e Nord America”, ha commentato Randy Tinseth, vice president of Commercial Marketing di The Boeing Company. “Insieme alla continua espansione del traffico, i dati mostrano un’ampia tendenza al “pensionamento” degli aerei datati dalla flotta mondiale”.

In base ai dati sulla flotta, oggi ci sono oltre 900 aerei più vecchi di 25 anni. Entro metà del 2020, oltre 500 aerei all’anno raggiungeranno i 25 anni di età – raddoppiando l’attuale dato – alimentando l’onda di pensionamento. Tinseth ha dichiarato che i dati spiegano perché il 44% dei nuovi aerei sarà necessario solo per compensare la sostituzione, mentre il resto supporterà la crescita futura.

La flotta mondiale, compresi gli aerei che saranno mantenuti, praticamente duplicherà a 48.540 aerei entro il 2037.

Il segmento single-aisle vedrà la crescita maggiore nel periodo previsto, con una domanda di 31.360 nuovi aerei, un incremento del 6,1% rispetto allo scorso anno. Questo mercato da 3,5 trilioni di dollari è guidato in gran parte dalla continua crescita dei vettori low-cost, dalla solida domanda nei mercati emergenti e dalla domanda di sostituzione in crescita nei mercati come Cina e Sud est asiatico.

Il segmento widebody richiede 8.070 nuovi aerei per un valore di circa 2,5 trilioni di dollari nei prossimi vent’anni. La domanda widebody è spinta, in parte, da una grande ondata di sostituzioni a partire dal prossimo decennio e dal dispiegamento da parte delle compagnie aeree di aerei avanzati come il 787 Dreamliner e il 777X per espandere i loro network globali.

In aggiunta, Boeing prevede il fabbisogno di 980 nuovi freighter widebody nel periodo considerato, fino a 60 aerei in più rispetto allo scorso anno. Inoltre, si prevede che gli operatori compreranno 1.670 converted freighter.

L’imponente flotta genera una solida domanda in crescita di servizi aeronautici, che va dal supporto alla catena di fornitura (parti e parti logistiche), alla manutenzione e ai servizi ingegneristici, fino alle modifiche agli aerei e alle operazioni delle compagnie. Nei prossimi vent’anni, Boeing prevede un mercato da 8,8 trilioni di dollari per i servizi all’aviazione commerciale con una crescita annua del 4,2%.

“Il business degli aerei commerciali alimenta un enorme ecosistema di service provider. La nostra previsione combinata mostra il quadro completo del mercato commerciale da 15 trilioni che abbiamo davanti a noi”, ha aggiunto Tinseth. “Osserviamo un mercato nel quale il network delle compagnie aeree diventa più efficiente e affidabile, un mercato nel quale le nuove tecnologie forniscono nuove soluzioni di servizi. Tutti questi trend spingono un’ampia domanda per soluzioni integrate lungo la vita di un aereo”.

“Il settore del trasporto aereo oggi continua a rimanere un settore dinamico, un veicolo potente capace di trainare le economie globali e di supportare migliaia di posti di lavoro al mondo”, afferma il Presidente di Boeing Italia e Southern Europe, Antonio de Palmas. “Per la prima volta dopo anni – prosegue de Palmas – assistiamo a una crescita media del 2,8% del PIL mondiale; questo sta offrendo stimoli importanti al trasporto aereo globale, che si tramuterà in un +4.1% sul numero totale di aerei prodotti nei prossimi 20 anni rispetto alle previsioni dell’anno scorso. L’Europa continua ad essere una regione molto attiva, e nell’ultimo anno puo’ vantare il 30% delle nuove rotte nel mercato. L’Italia come l’Europa continua a viaggiare su trend positivi e su tassi di crescita annua allineati sui mercati più dinamici, a riprova dell’enorme potenziale che il trasporto aereo rappresenta per la crescita economica e il ruolo dell’Italia nei nuovi scenari geo-economici”, conclude de Palmas.

Le categorie principali nella previsione dei servizi includono il mercato da 2,3 trilioni per Maintenance & Engineering, che soddisfa i requisiti richiesti per la manutenzione o il ripristino della navigabilità di un aereo e dei suoi sistemi, componenti e strutture. Un’altra importante categoria è rappresentata dal mercato da 1,1 trilioni per Flight Operations, che copre i servizi associati alla cabina di pilotaggio, i servizi di cabina, la formazione degli equipaggi e del management e le operazioni aeree.

In termini di divisione geografica, la domanda di aerei e servizi è orientata in modo simile verso la crescita dei mercati principali. L’Asia-pacifico, che include la Cina, continuerà a dominare la scena, con un 40% di consegne totali di aerei e un 38% del valore dei servizi totali. Nord America ed Europa si attestano fra i primi tre.

Il CMO, conosciuto prima come Boeing Current Market Outlook, è l’analisi più esaustiva dell’industria aeronautica commerciale. Il report completo si può trovare su www.boeing.com/cmo.

(Ufficio Stampa Boeing – Photo Credits: Boeing)