Il Catalyst di GE Aviation dimostra le sue performance

Tempo di lettura: 2 minuti

Il Catalyst di GE, nuovo propulsore turboprop sviluppato per il Business & General Aviation market, sta dimostrando nuovi progressi nei test.

Ad aprile, un GE Catalyst, equipaggiato con una nuova elica in composito McCauley da 105 pollici, funzionava a full power e max RPM nella nuova Czech Technical University test cell di Praga. E’ stato testato il pitch system con un Full Authority Digital Engine Control (FADEC) con integrated propeller control.

“Questo motore sta modernizzando il cockpit e i controlli di volo come nessun altro motore ha mai fatto in questo mercato”, ha affermato Brad Mottier, vice president and general manager for GE Aviation business and general aviation & integrated systems. “Il FADEC con controllo dell’elica integrato semplifica notevolmente il carico di lavoro nella cabina di pilotaggio, offrendo un’esperienza di controllo unica. Controlla propeller pitch, speed and torque, regola e ottimizza automaticamente il flusso di carburante e il passo dell’elica sull’intero profilo di volo. Questa tecnologia mantiene il motore in uno stato di sicurezza, quindi il pilota non deve preoccuparsi di sovraccaricare il motore”.

GE Aviation ha più di 900 milioni di ore di esperienza FADEC sui suoi motori per aerei commerciali che offrono garanzie di sicurezza simili. Il Catalyst di GE, il primo turboelica nel business and general aviation market con FADEC, entrerà in servizio sul nuovo Cessna Denali di Textron Aviation. Dal primo motore Catalyst nel dicembre 2017, la flotta di test engine ha accumulato abbastanza ore e cicli per simulare più di tre anni di operazioni sul campo.

“Le oltre 1.000 ore in tutte e tre le nostre celle di test stanno confermando che stiamo incontrando e superando i nostri requisiti e le esigenze dei nostri clienti”, ha dichiarato Paul Corkery, General Manager, GE Aviation Turboprops.

GE Catalyst ha attualmente 98 tecnologie brevettate sul motore. Cinque motori GE Catalyst sono stati assemblati, con altri cinque motori che dovrebbero essere completati nella seconda metà di quest’anno per i test di certificazione.

(Ufficio Stampa GE Aviation)