Buoni risultati per American Airlines nel trimestre, nonostante la messa a terra dei MAX

Tempo di lettura: 2 minuti

American Airlines Group Inc. ha riportato oggi i risultati del secondo trimestre 2019. La compagnia ha registrato un second quarter 2019 pre-tax profit di $882 milioni e un net profit di $662 milioni. Escludendo i net special items, pre-tax profit e net profit sono aumentati di oltre il 5%, rispettivamente a $1,1 miliardi e $810 milioni.

Gli utili del secondo trimestre sono stati pari a $1,49 per diluted share. Escludendo i net special items, l’utile per azione è cresciuto del 10% su base annua, a $1,82 per diluted share.

Second quarter revenue record pari a $12 miliardi. Sono stati inoltre registrati record total revenue per available seat mile (TRASM) nel trimestre, l’undicesimo trimestre consecutivo di crescita del TRASM.

“I membri del nostro team hanno svolto un lavoro straordinario nel fornire risultati solidi, nonostante un inizio impegnativo per la nostra estate”, ha dichiarato il presidente e CEO Doug Parker. “I loro straordinari sforzi hanno portato ad un aumento dei guadagni e a un record delle entrate. Ringraziamo il nostro team per la loro competenza e la cura per i nostri clienti. Questi forti risultati di fronte alle avversità a breve termine, uniti alle nostre iniziative in corso, ci danno grande fiducia nel futuro di American Airlines”.

Il 13 marzo la Federal Aviation Administration (FAA) ha messo a terra tutti gli aeromobili Boeing 737 MAX registrati negli Stati Uniti. La flotta American comprende attualmente 24 velivoli MAX con ulteriori 76 velivoli su ordinazione, di cui sette previsti in consegna nel secondo trimestre. La società stima che le cancellazioni nel secondo trimestre abbiano avuto un impatto negativo sul pre-tax income di circa $175 milioni. La compagnia ha rimosso tutti i voli MAX dal suo flight schedule fino al 2 novembre. Con le cancellazioni che si prolungano di altri due mesi, la compagnia ora prevede che le cancellazioni dovute al MAX avranno un impatto negativo sui full year 2019 pre-tax earnings di circa $400 milioni.

American prevede che il pre-tax margin excluding net special items nel terzo trimestre sia compreso tra il 5,5% e il 7,5%. Sulla base delle indicazioni odierne, American prevede ora che il 2019 diluted earnings per share excluding net special items sia compreso tra $4,50 e $6.

(Ufficio Stampa American Airlines – Photo Credits: American Airlines)