Airbus inizia la produzione dell’A220 negli U.S.

Tempo di lettura: 2 minuti

Airbus oggi ha ufficialmente iniziato a produrre l’A220 negli Stati Uniti. Il primo team di addetti alla produzione dell’A220 ha iniziato a lavorare presso l’Airbus Mobile production facility, Alabama, dopo il recente ritorno dall’on-the-job training in Mirabel, Quebec, Canada, dove si trovano l’A220 programme and primary final assembly line.

“L’espansione della commercial aircraft production in Mobile con una seconda product line – con 400 posti di lavoro aggiuntivi a supporto di essa – consolida ulteriormente la posizione di Airbus come produttore di aerei globale e conferma senza dubbio che Airbus è una parte importante del panorama manufatturiero in America”, ha dichiarato C. Jeffrey Knittel, Airbus Americas Chairman & CEO. “Con Mobile e il nostro production network in Asia, Canada ed Europa, abbiamo creato strategicamente una base industriale mondiale per servire meglio i nostri clienti”.

Airbus ha annunciato i piani per l’aggiunta della A220 manufacturing a Mobile nell’ottobre 2017. All’inizio di quest’anno, presso il Mobile Aeroplex di Brookley sono iniziati i lavori di costruzione del main A220 flowline hangar e di altri edifici di supporto. Airbus sta producendo i primi velivoli all’interno di alcuni A320 family buildings e hangar di supporto di nuova costruzione. Il primo A220 prodotto negli Stati Uniti – un A220-300 destinato a Delta Air Lines – è previsto in consegna nel terzo trimestre 2020. Entro la metà del prossimo decennio la struttura produrrà tra i 40 e i 50 velivoli A220 all’anno.

L’A220 è l’unico velivolo appositamente costruito per il 100-150 seat market. Offre efficienza nei consumi e widebody passenger comfort in un single-aisle aircraft. L’A220 riunisce aerodinamica all’avanguardia, materiali avanzati e motori Pratt & Whitney PW1500G geared turbofan di ultima generazione. L’A220 offre le performance di aeromobili single-aisle più grandi. Con un order book di 551 aeromobili a fine giugno 2019, l’A220 ha tutte le carte in regola per emergere nel 100-to-150-seat aircraft market, che si stima rappresenti 7.000 aeromobili nei prossimi 20 anni.

Airbus ha legami forti e di lunga data con gli Stati Uniti, con gli aerei Airbus operati dalle più grandi compagnie aeree in America. Inoltre, Airbus è un partner importante di compagnie aerospaziali statunitensi. La società ha acquistato $48 miliardi di componenti e materiali da fornitori americani solo negli ultimi tre anni e supporta oltre 275.000 posti di lavoro nel paese.

Tra le sue strutture negli Stati Uniti Airbus ha: engineering centers in Kansas e Alabama; training facilities in Florida e Colorado; materials support and headquarters in Virginia; un innovativo think tank (A3) in California; un drone data analysis business (Airbus Aerial) ad Atlanta, Georgia; helicopter manufacturing and assembly facilities in Texas and Mississippi; una satellite manufacturing facility (OneWeb) in Florida.

(Ufficio Stampa Airbus – Photo Credits: Tad Denson – Airwind, Inc. – Airbus)