Rolls-Royce e Widerøe lanciano un programma di ricerca congiunto sull’aviazione a zero emissioni

Tempo di lettura: 3 minuti

Rolls-Royce e Widerøe, la più grande compagnia aerea regionale della Scandinavia, hanno avviato un joint research programme riguardante la zero-emissions aviation. Il programma fa parte dell’ambizione della compagnia aerea di sostituire ed elettrificare la sua regional fleet di oltre 30 aerei entro il 2030. La notizia è stata annunciata in occasione di un Clean Aerospace event presso l’ambasciata britannica a Oslo, in Norvegia.

L’obiettivo del programma è sviluppare un concetto di velivolo elettrico, non solo per soddisfare l’ambizione norvegese di raggiungere zero-emissions entro il 2030, ma anche per sostituire la flotta di aeromobili regionali Widerøe. Rolls-Royce utilizzerà la sua profonda esperienza nella progettazione di sistemi elettrici per fornire consulenza riguardo tutti gli elementi del progetto. La fase iniziale, che prevede studi operativi e prove concettuali, è già in corso, con team di esperti in Norvegia e nel Regno Unito che lavorano a stretto contatto su base giornaliera.

Il governo norvegese ha annunciato obiettivi ambiziosi per l’industria aeronautica, puntando a un trasporto aereo nazionale privo di emissioni entro il 2040. La ricerca di Widerøe è sostenuta sia dal governo norvegese che da Innovation Norway, oltre che dal Minister of Climate and Environment, Ola Elvestuen, che in diverse occasioni ha avanzato l’idoneità del Norwegian STOL network come banco di prova per lo sviluppo di velivoli a emissioni zero. In una delle sue dichiarazioni pubbliche afferma: “Il nostro principale short runway network di local flights nelle parti costiere e settentrionali del paese è l’ideale per l’elettrificazione e il nostro accesso abbondante all’elettricità pulita significa che questa è un’opportunità da non perdere. Siamo determinati a mostrare al mondo che ciò è possibile e molti saranno sorpresi da quanto velocemente accadrà”.

Il management di Widerøe ha viaggiato in tutto il mondo per collaborare con fornitori in grado di costruire aerei a emissioni zero di cui hanno bisogno per sostituire la loro Dash 8 fleet.

“Puntiamo ad avere voli commerciali senza emissioni entro il 2030. La collaborazione con Rolls-Royce per questo programma di ricerca ci avvicina di un passo al raggiungimento di tale obiettivo”, ha affermato Andreas Aks, Chief Strategy Officer, Widerøe.

Alan Newby, Director, Aerospace Technology & Future Programmes at Rolls-Royce, ha aggiunto: “Siamo lieti di far parte di questo programma di ricerca per aeromobili elettrici e applaudire l’alto livello di ambizione che la Norvegia sta adottando per l’aviazione a emissioni zero. Rolls-Royce ha una lunga storia di innovazioni pioneristiche, tra cui la costruzione del motore aeronautico più efficiente al mondo oggi, il Trent XWB; apprezziamo l’opportunità di risolvere problemi complessi che contano. Ora più che mai, riconosciamo che la più grande sfida tecnologica della società è la necessità di ridurre le emissioni di carbonio e abbiamo un ruolo cruciale da svolgere nella creazione di energia più pulita, sostenibile e scalabile per il futuro. Ciò include l’elettrificazione del volo, oltre ad aumentare la fuel efficiency delle nostre turbine a gas e incoraggiare lo sviluppo di sustainable aviation fuels”.

“Questo progetto si baserà ulteriormente sulla nostra global electrical capability, che è stata recentemente potenziata dall’acquisizione del business Siemens eAircraft, e integra il lavoro che stiamo facendo principalmente nel Regno Unito e in Germania, basandosi sulle conoscenze acquisite attraverso l’ATI supported E-Fan X programme. Siamo entusiasti delle competenze che stiamo portando insieme a Widerøe e Innovation Norway in questo viaggio verso la terza era dell’aviazione, con un trasporto aereo più pulito e silenzioso nei cieli”.

Rolls-Royce ha già una high-tech electrical research facility basata nella città norvegese di Trondheim, che impiega un gruppo di persone dedicate alla ricerca di soluzioni riguardo l’emission-free aviation, che stanno prendendo parte a questa iniziativa.

“La Gran Bretagna e la Norvegia condividono una lunga storia di partnership di successo. La nostra struttura in Norvegia ci consente non solo di essere presenti in Scandinavia, una regione nota per essere tra le prime ad adottare low-emission technology, ma anche di sfruttare la competenza norvegese nell’high power electrification per il Marine sector, che sarà senza dubbio una componente fondamentale, aiutandoci a raggiungere i nostri obiettivi”, ha affermato Sigurd Øvrebø, Managing Director at Rolls-Royce Electrical Norway.

Il programma congiunto ha ricevuto il sostegno di Innovation Norway, governmental innovation support fund, e dovrebbe durare 2 anni.

“Lo sviluppo dell’aviazione elettrica sembra promettente, ma dobbiamo progredire più rapidamente. Siamo quindi lieti di avere a bordo il produttore di motori più famoso del mondo con noi in questo pionieristico viaggio verde”, ha affermato Andreas Aks, Chief Strategy Officer di Widerøe.

(Ufficio Stampa Rolls-Royce)