Boeing e Etihad Airways annunciano partnership basata sul 787 Dreamliner

Boeing ed Etihad Airways hanno annunciato oggi che uno dei 787 Dreamliner della compagnia aerea fungerà da laboratorio di volo per testare iniziative che potrebbero ulteriormente ridurre il consumo di carburante e le emissioni di carbonio, come parte di una crescente partnership per far avanzare la crescita sostenibile del trasporto aereo.

“L’innovazione, la produttività e la sostenibilità sono valori e obiettivi fondamentali di Etihad Airways e di Abu Dhabi, il Boeing 787 è un fattore chiave per tutti e tre”, ha dichiarato Tony Douglas, Group Chief Executive of Etihad Aviation Group, al Dubai Airshow 2019. “Etihad e Boeing vedono grandi opportunità di condividere la nostra conoscenza combinata di questo incredibile aereo e di lavorare con altre parti interessate per esplorare opportunità di maggiore innovazione e minore impatto ambientale”.

Il 787 “Etihad Greenliner” entrerà in servizio all’inizio del prossimo anno e opererà voli regolari nel network di Etihad Airways, servendo periodicamente come test bed per valutare le iniziative di sostenibilità ambientale. Il progetto si basa sull’ampia esperienza di Etihad con l’aereo.

“Il 787 Dreamliner e il suo track record di prestazioni ambientali lo rendono la piattaforma perfetta per far progredire l’impegno del nostro settore nella crescita sostenibile”, ha affermato Stan Deal, president and chief executive officer of Boeing Commercial Airplanes. “Non vediamo l’ora di continuare la nostra collaborazione con Etihad Airways per identificare più opportunità per migliorare l’efficienza nell’aviazione commerciale”.

Oltre agli environmental testing sull’aereo, le due compagnie si baseranno sulle capacità tecniche che Etihad Airways ha sviluppato mantenendo la propria flotta Dreamliner e quella di altri operatori. Nell’ambito della partnership strategica, le aziende stanno discutendo diverse aree in cui possono lavorare insieme per migliorare l’efficienza operativa.

Boeing ed Etihad Airways hanno inoltre annunciato che il costruttore fornirà molteplici servizi per la flotta Dreamliner della compagnia aerea, tra cui Component Services Program, Landing Gear Exchange and High-Value Components Exchange programs, che aiutano la compagnia aerea a semplificare la gestione delle risorse e della manutenzione, a ridurre i costi dei pezzi di ricambio, migliorando al contempo la disponibilità delle parti. Gli accordi includono anche un pacchetto di parti personalizzato e tre Quick Engine Change (QEC) kits, che consentono a Etihad di restituire rapidamente un aereo al servizio se un motore deve essere riparato o sostituito.

“La Boeing global supply chain footprint consentirà un accesso immediato a parti, supporto e servizi, quando e dove è necessario”, ha affermato Ted Colbert, president and chief executive officer of Boeing Global Services. “Siamo orgogliosi di collaborare con Etihad Airways per aumentare l’efficienza della manutenzione e mantenere l’operatività degli aeromobili”.

Questi accordi si basano su una storia di partnership tra le due società. Entrambi sono membri di un consorzio di ricerca per incoraggiare lo sviluppo di sustainable aviation fuels nella regione.

La compagnia aerea con base ad Abu Dhabi, che ha ricevuto il suo primo 787 a dicembre 2014, ora opera 36 Dreamliner – il numero più grande in Medio Oriente – che rappresentano oltre un terzo della sua flotta totale e raggiungeranno il 50% entro il 2023.

(Ufficio Stampa Boeing – Etihad Airways)