Aeroporto di Bologna: al via il piano di mobilità sostenibile per i lavoratori della comunità aeroportuale

In una logica di sempre maggiore attenzione ai temi dello sviluppo sostenibile e della responsabilità sociale d’impresa, l’Aeroporto di Bologna, grazie agli accordi di Mobility Management sottoscritti a fine dicembre con il Comune di Bologna ed in collaborazione con Tper, Marconi Express e Corrente, si appresta a dare il via al Piano di Mobilità Sostenibile per i lavoratori della comunità aeroportuale.

Punto centrale del Piano è l’attivazione di un nuovo abbonamento annuale, a prezzo convenzionato, riservato ai lavoratori dell’aeroporto, che riunisce in un unico titolo di trasporto la possibilità di utilizzare le navette del People Mover di Marconi Express, i bus delle linee urbane suburbane e interurbane del bacino di Bologna di Tper, i treni del Servizio Ferroviario Metropolitano (area urbana, linee da/per Casalecchio, San Lazzaro, Rastignano, Portomaggiore e Vignola) ed un carnet di 100 minuti di car sharing con Corrente (con nuovi stalli in prossimità del Terminal Passeggeri, all’interno della Wait Zone).

L’abbonamento, acquistabile online su piattaforma dedicata Tper/AdB e caricabile sulla tessera MiMuovo, è stato realizzato nella logica di MaaS – Mobility as a Service, una nuova modalità di pianificazione e fruizione degli spostamenti, che consente di accedere a tutti i mezzi necessari da un’unica piattaforma, pagando con abbonamento e ottenendo suggerimenti su soluzioni e percorsi migliori. L’Aeroporto di Bologna è il primo scalo italiano a realizzare questo strumento altamente innovativo e sostenibile, a beneficio della collettività per ciò che riguarda l’aspetto ambientale, ma anche con un vantaggio economico e di tempi di spostamento per il dipendente.

Per chi continuerà ad utilizzare l’auto privata negli spostamenti casa-lavoro, viene inoltre incentivato il ricorso al car pooling aziendale dei dipendenti di AdB, con l’utilizzo della app Jojob e l’attivazione di premi dedicati ai dipendenti più “virtuosi” (abbonamenti gratuiti alla palestra aziendale, abbonamenti al bike sharing, minuti di car sharing Corrente, sconti sul trasporto pubblico).

La società promuove anche l’utilizzo delle biciclette, attraverso l’accesso ai contributi erogati dal Comune di Bologna per l’acquisto di bici e cargo bici a pedalata assistita (grazie agli accordi sottoscritti da AdB, il beneficio vale per tutti i lavoratori della Comunità aeroportuale, anche se non residenti nel Comune di Bologna) e con la realizzazione di nuovi spazi di sosta e rastrelliere in aeroporto. Nell’ambito della Conferenza dei Servizi per l’approvazione del Masterplan, inoltre, AdB si è impegnata a migliorare l’accessibilità ciclabile, in collaborazione con gli enti locali, sia verso il Comune di Bologna che verso quello di Calderara di Reno, con inserimento del polo aeroportuale nella rete cicloturistica.

Il Piano di Mobilità Sostenibile dell’aeroporto ha preso il via dalla mappatura delle abitudini di spostamento dei lavoratori, con un sondaggio anonimo cui hanno partecipato oltre 500 dipendenti delle diverse realtà aeroportuali, finalizzato ad individuare nuove soluzioni di trasporto, più sostenibili ed economiche.

(Ufficio Stampa Aeroporto di Bologna)