Air France-KLM Group comunica i risultati finanziari del 2019

Il Consiglio di amministrazione di Air France-KLM Group, presieduto da Anne-Marie Couderc, si è riunito il 19 febbraio 2020 per approvare il bilancio per l’intero esercizio 2019.

Crescita dei ricavi per tutti i business, con forti performance di Transavia e Maintenance. I passeggeri sono pari 24.612.000 nel quarto trimestre (+0,6%), 104.205.000 nell’intero anno (+2,7%). Ricavi per il quarto trimestre pari a 6,618 miliardi di euro (+1,9%, +0,5% a valuta costante), 27,189 miliardi di euro per l’intero anno (+3,7%, +2,2% a valuta costante). Risultato operativo che si attesta a 96 milioni di euro nel quarto trimestre (+43 milioni, +81,1%, +35,9% a valuta costante), 1,141 miliardi di euro per l’intero anno (-264 milioni, -18,8%, – 17,7% a valuta costante). Net income pari a 156 milioni di euro nel quarto trimestre (+373 milioni), 290 milioni per l’intero anno (-130 milioni). Unit cost at constant currency and fuel ridotti dello 0,9%,

“Nel 2019 il Gruppo Air France-KLM ha registrato un risultato operativo di 1,141 miliardi di euro, con un impatto dovuto alla bolletta del carburante e alla pressione sui ricavi delle unità cargo”, ha affermato Benjamin Smith, CEO del Gruppo Air France-KLM. “Nel corso dell’anno abbiamo rafforzato le nostre basi, in particolare attraverso l’ottimizzazione della flotta e il ripristino della fiducia che ha portato alla stabilità sociale e accordi di lavoro positivi presso Air France e nuovi accordi presso KLM. Sono anche orgoglioso del fatto che il nostro Gruppo sia stato nuovamente ai vertici della classifica DJSI ed è riconosciuto come leader ambientale e competente nel settore. A novembre abbiamo delineato il nostro piano strategico con un ulteriore sostanziale incremento delle performance finanziarie previste e iniziamo su questa traiettoria di 5 anni con una solida struttura finanziaria e solidi asset unici”.

Dopo una buona performance del passenger network con entrate unitarie positive nel gennaio 2020, i recenti sviluppi relativi al Covid-19 hanno influenzato le prospettive della domanda, in particolare nel network asiatico. Ciò si traduce in load factor delle prenotazioni a lungo termine in calo da febbraio a maggio 2020. Di conseguenza, il Gruppo prevede che i ricavi unitari a valuta costante diminuiranno per il primo trimestre 2020.

Anche l’attività Cargo è influenzata dal Covid-19, mantenendo la pressione sul cargo load factor e sulla resa nella prima parte del 2020.

Sulla base dell’annuncio del Gruppo relativo a Covid-19 (sospensione delle operazioni in Cina a febbraio-marzo e possibile ripresa delle operazioni a partire da aprile 2020), l’impatto stimato sul risultato operativo è compreso tra -150 e -200 milioni di euro da febbraio ad aprile 2020.

La guidance 2020 prevede una riduzione del costo unitario tra -1% e 0% a valuta e prezzo del carburante costanti. Rapporto debito netto / EBITDA di circa 1,5x. La bolletta del carburante nel 2020 dovrebbe diminuire di 300 milioni di euro rispetto al 2019, a 5,2 miliardi di euro.

(Ufficio Stampa Air France-KLM)