Lufthansa Group prevede di ridurre il programma di volo fino al 50%

A causa delle circostanze eccezionali causate dalla diffusione di Covid-19 e dal conseguente drastico calo delle prenotazioni, nonché da numerose cancellazioni di voli, Lufthansa Group ha deciso di ridurre la capacità di volo offerta anche più di quanto precedentemente previsto. A seconda dell’ulteriore sviluppo della domanda, la capacità dovrà essere ridotta fino al 50% nelle prossime settimane. Tali adeguamenti della capacità si applicano a tutte le passenger airlines di Lufthansa Group.

Inoltre, è attualmente all’esame la possibilità di mettere temporaneamente fuori servizio l’intera flotta Airbus A380 (14 aeromobili) a Francoforte e Monaco.

Questa misura è progettata per ridurre le conseguenze finanziarie della crisi della domanda. Completa le azioni di risparmio previste nelle area del personale, nei costi dei materiali e nei project budgets, oltre ad altre misure di liquidità.

Oltre a un blocco immediato delle assunzioni, nelle ultime settimane Lufthansa Group ha già offerto ai suoi dipendenti l’uso di misure volontarie individuali. Queste includono la concessione di ferie non retribuite e la presentazione di ferie annuali. La società è in trattativa con i suoi partner operativi e sindacali al fine di evitare licenziamenti – tra le altre misure – mediante vari modelli part-time, compresi i periodi di prova.

Non è ancora possibile stimare l’onere sugli utili atteso dagli sviluppi attuali. Il Gruppo pubblicherà i principali dati finanziari nella conferenza stampa annuale del 19 marzo 2020.

(Ufficio Stampa Lufthansa Group)