Coronavirus: ulteriori sospensioni per i voli verso l’Italia

TAP Air Portugal: sospesi i voli tra Italia e Portogallo

A seguito delle decisioni assunte dal Governo italiano per fronteggiare la diffusione del Coronavirus – Covid 19 e conformemente alla decisione del Governo portoghese di sospendere tutti i voli da e per l’Italia, TAP Air Portugal informa che le sue operazioni tra gli aeroporti italiani e portoghesi sono sospese fino al 27 marzo 2020.

Il vettore segue quotidianamente l’evoluzione dello scenario in Italia e nelle altre destinazioni servite nel mondo.

Tutti i passeggeri coinvolti nelle cancellazioni, potranno cambiare gratuitamente per una data successiva nella validità del biglietto (un anno dall’emissione), essere riprotetti su aeroporti vicini o ricevere un rimborso totale, del valore di quanto non usufruito, tramite un voucher.

Aggiornamenti e maggiori informazioni sono disponibili su: www.flytap.com.

Emirates

Emirates implementerà misure di screening termico per tutti i passeggeri che viaggiano su voli statunitensi in partenza dal Dubai International Airport. Gli scanner termici saranno posizionati ai gate di partenza per tutti i gateway degli Stati Uniti. Se si rileva che un passeggero ha una temperatura superiore al normale, sarà sottoposto a ulteriori test. Ciò si aggiunge ai thermal screenings per tutti i passeggeri in arrivo mentre attraversano la dogana. Inoltre, Emirates ha sospeso i suoi voli tra Dubai e l’Italia a partire da oggi, con il volo finale operativo il 15 marzo. La compagnia aerea sta lavorando con le autorità competenti per monitorare da vicino gli sviluppi man mano che la situazione COVID-19 si evolve.

Le misure sono state prese come parte della risposta globale della compagnia aerea agli ultimi sviluppi sulla pandemia di COVID-19. Emirates ha coordinato gli sforzi in collaborazione con le autorità sanitarie e normative locali, inclusa l’autorità sanitaria di Dubai, in modo che la compagnia aerea soddisfi o superi le linee guida e le direttive locali e internazionali relative a COVID-19. Emirates prevede di estendere gradualmente le procedure di screening termico per tutti i suoi voli in partenza da Dubai per garantire la salute e la sicurezza dei suoi clienti che viaggiano all’estero.

Oltre alle procedure di screening termico in aeroporto, Emirates ha anche implementato misure proattive per garantire un’esperienza di volo sicura con una migliore pulizia e protocolli di disinfezione completi in oltre 248 aeromobili in partenza da Dubai ogni giorno.

La compagnia aerea offre inoltre ai passeggeri ulteriore tranquillità con la possibilità di modificare le loro date di viaggio senza costi di modifica e riemissione su eventuali prenotazioni effettuate prima del 31 marzo 2020. Le commissioni di annullamento e riprenotazione non saranno applicate per le prenotazioni effettuate tra il 7 marzo e il 31 marzo 2020, indipendentemente dalla data del viaggio. Visitare emirates.com per maggiori dettagli.

Air France

Air France monitora la situazione in tempo reale e ha lavorato in stretta collaborazione con le autorità sanitarie nazionali e internazionali fin dall’apparizione dell’emergenza COVID-19. La compagnia adatta il suo programma di volo in base alla domanda e, a partire dal 14 marzo 2020 e fino al 3 aprile 2020 incluso, Air France sospenderà i collegamenti verso tutte le sue destinazioni italiane.

Fino al 13 marzo, Air France effettuerà un volo giornaliero per ciascuna delle sue destinazioni in Italia per consentire ai passeggeri che lo desiderano di anticipare il loro viaggio.

Misure commerciali, consultabili su airfrance.it, sono state introdotte per tutti i passeggeri che desiderano posticipare il viaggio indipendentemente dalle condizioni e dalla destinazione del biglietto originale.

Air France ha preso atto dell’annuncio dell’US Department of Homeland Security (DHS) sulle nuove restrizioni alle frontiere degli Stati Uniti a partire dal 14 marzo 2020.

I voli da e per gli Stati Uniti operano normalmente il 12 e 13 marzo 2020.

Dal 14 al 28 marzo 2020 incluso, Air France prevede di continuare le operazioni ad Atlanta, Chicago, Detroit, Los Angeles, New York JFK, San Francisco e Washington. In questa fase, Air France è in attesa di chiarimenti da parte delle autorità statunitensi sulla possibilità di continuare il servizio verso Miami, Boston e Houston.

Air France sta collaborando con i suoi partner KLM, Delta Air Lines e Virgin Atlantic per attuare un piano per continuare il servizio negli Stati Uniti per i suoi clienti oltre il 28 marzo 2020.

(Redazione Md80.it)