Austrian Airlines chiude un 2019 positivo, con molte incertezze per il 2020

Austrian Airlines ha generato un Adjusted EBIT di 19 milioni di euro nell’esercizio 2019 nonostante la forte concorrenza e le ampie capacità in eccedenza all’aeroporto di Vienna. Ciò in confronto con gli 83 milioni di euro nel 2018. 14,7 milioni di passeggeri hanno volato con la compagnia di bandiera austriaca nell’ultimo anno, più che mai, nonostante l’ambiente fortemente competitivo.

I ricavi sono diminuiti del 2%, a 2,108 miliardi di euro. Le spese operative sono aumentate solo dell’1%, sebbene i costi del carburante siano aumentati del 12%. L’adjusted EBIT margin è sceso dal 3,8%, allo 0,9%.

“Siamo riusciti a ottenere risultati positivi nonostante la forte concorrenza. Questa è stata la conseguenza dell’implementazione di enormi riduzioni dei costi”, afferma Wolfgang Jani, CFO di Austrian Airlines.

Austrian Airlines prevede un anno molto impegnativo nel 2020. Il coronavirus ha causato la più grave crisi nella storia dell’aviazione. Il programma strategico #DriveTo25 annunciato a gennaio 2019 rimane in vigore nonostante la crisi .

La diffusione del coronavirus dal gennaio 2020 sta avendo un effetto significativo sullo sviluppo del business della compagnia nel 2020. In tutta Europa, le compagnie aeree stanno tagliando gli orari dei loro voli o addirittura mettendo a terra completamente le loro flotte. A partire da oggi, Austrian Airlines ha annullato tutte le sue normali operazioni di volo, come precedentemente annunciato. Attualmente sta effettuando solo voli di emergenza o di soccorso, in particolare per facilitare gli sforzi di evacuazione per conto del Ministero federale degli affari europei e internazionali.

“Stiamo lavorando a stretto contatto con il Ministero federale degli affari europei e internazionali e ci siamo impegnati a fondo. Siamo pronti a realizzare il più grande programma della storia austriaca per riportare le persone in Austria”, spiega Alexis von Hoensbroech, CEO di Austrian Airlines.

“A conti fatti, Austrian Airlines prevede un anno straordinariamente difficile nel 2020. Gli effetti del coronavirus non sono ancora del tutto prevedibili, né sulla società né sull’economia. Oggi è ancora troppo presto per dire quando le normali operazioni di volo riprenderanno”, dichiara la compagnia.

“Il settore dell’aviazione è in una crisi senza precedenti nella sua storia. Il coronavirus e le sue conseguenze ci metteranno a dura prova”, afferma Alexis von Hoensbroech, CEO di Austrian Airlines. “Non tutte le compagnie aeree sopravviveranno a questa crisi. Austrian Airlines è in una posizione migliore rispetto a molti altri vettori. Per questo motivo, emergeremo rafforzati da questa crisi”.

(Ufficio Stampa Austrian Airlines – Photo Credits: Austrian Airlines)