Il Consiglio ICAO sottolinea il ruolo fondamentale del trasporto aereo nella ripresa post-crisi

L’ICAO Council sta esortando gli Stati, le organizzazioni internazionali e le istituzioni finanziarie a considerare l’importanza critica dell’aviazione civile per il recupero dell’economia mondiale dopo il COVID-19, dichiarato una pandemia globale dalla World Health Organization (WHO).

Riprendendo le osservazioni del segretario generale delle Nazioni Unite, António Guterres, L’ICAO Council President Salvatore Sciacchitano ha ribadito: “Siamo di fronte a una crisi sanitaria globale, diversa da qualsiasi altra nella storia di 75 anni delle Nazioni Unite. Il segretario generale Guterres ha sottolineato che dopo aver affrontato l’emergenza sanitaria dobbiamo concentrarci sull’impatto sociale, sulla risposta e sulla ripresa economica, aggiungendo che la creatività della risposta deve corrispondere alla natura unica della crisi”.

“Allo stesso modo, i leader del gruppo dei sette hanno riconosciuto che COVID-19 rappresenta un grave rischio per l’economia mondiale e si sono impegnati ad affrontare l’impatto economico dell’epidemia”, ha sottolineato il presidente Sciacchitano.

Il Presidente ha osservato che la risposta globale deve considerare il ruolo dell’international air transport quale fattore abilitante mondiale negli attuali tempi di crisi, attraverso air cargo services di vitale importanza a supporto delle global supply chains, salvataggio di passeggeri bloccati, nonché tempestive capacità di emergenza e di risposta umanitaria.

Ha sottolineato che “mantenere l’operabilità finanziaria e funzionale del global aviation system è una questione urgente al fine di stabilire un percorso verso una ripresa dalle difficoltà economiche causate da COVID-19”.

“La connettività del trasporto aereo in tutto il mondo stimola le economie attraverso l’occupazione, il commercio e il turismo e supporta gli Stati nel raggiungimento dell’Agenda 2030 United Nations Sustainable Development Goals (SDGs)”, ha spiegato il presidente Sciacchitano.

“Il Consiglio di ICAO chiede agli Stati e alle istituzioni finanziarie di esaminare i mezzi migliori per sostenere le parti interessate del settore, le compagnie aeree, gli aeroporti, i fornitori di servizi di navigazione aerea, i produttori, fatta salva la concorrenza leale e garantendo la trasparenza. Solo attuando, su base urgente, politiche e strategie pubbliche efficienti nel settore dell’aviazione, sarà possibile recuperare più facilmente l’economia mondiale dopo la pandemia”, ha concluso il presidente Sciacchitano.

(Ufficio Stampa ICAO)