RYANAIR: PROGRAMMAZIONE LIMITATA ESTESA FINO AL 21 MAGGIO – Ryanair informa: “Poichè la maggior parte dei paesi EU ha imposto divieti di volo o altre restrizioni, oltre il 99% della flotta Ryanair è a terra e lo sarà per le prossime settimane. Stiamo lavorando con i governi dell’EU per cercare di mantenere attivi alcuni collegamenti minimi per motivi di emergenza, sebbene i passengers loads su questi voli sono molto bassi. Estendiamo questa programmazione limitata di due settimane fino a giovedì 21 maggio. Ryanair opera questi voli giornalmente o settimanalmente, sulle rotte di seguito riportate. Da e per l’Irlanda: Dublin – London (STN), London (LGW), Birmingham, Edinburgh, Britsol, Glasgow, Manchester, Amsterdam, Brussels, Berlin, Lisbon, Cologne. Cork – London (STN). Da e per l’UK: London (STN), London (LGW), Birmingham, Edinburgh, Bristol, Glasgow, Manchester – Dublin. London (STN) – Eindhoven, Lisbon, Cork, Berlin, Budapest, Sofia, Bucarest. Tutti gli aeromobili vengono disinfettati quotidianamente. Grazie ai load factor ridotti, la distanza sociale a bordo viene ottimizzata e chiediamo a tutti i passeggeri di collaborare con i nostri equipaggi che stanno facendo del loro meglio in tempi difficili per mantenere collegamenti vitali da/verso l’Irlanda e da/verso il Regno Unito, per agevolare i nostri passeggeri e le loro famiglie ad affrontare le emergenze che potrebbero richiedere viaggi urgenti nei prossimi giorni e nelle prossime settimane. Al momento prevediamo che i voli di linea riprenderanno a luglio. Sosteniamo le azioni intraprese dai Governi EU per combattere il virus e speriamo ci sia un piano coordinato per revocare le restrizioni sui viaggi quando l’Europa sarà pronta a ritornare a volare”.

SEA: L’ASSEMBLEA DEGLI AZIONISTI APPROVA IL BILANCIO 2019 – L’Assemblea degli Azionisti riunitasi il 4 maggio ha approvato all’unanimità il bilancio d’esercizio 2019 (leggi anche qui) e il riporto a riserva straordinaria dell’utile dell’esercizio 2019 della Capogruppo SEA S.p.A. e ha esaminato il bilancio consolidato del Gruppo SEA. In sintesi, i principali risultati a livello di Gruppo nel 2019. Traffico passeggeri: 35,3 milioni, in crescita del 4,4%. Ricavi della gestione: 707 milioni di euro, in crescita del 3,3%. EBITDA: 274,7 milioni di euro (281,9 milioni di euro nel 2018). Utile netto del Gruppo: 124,4 milioni di euro (136,1 milioni di euro nel 2018). Posizione Finanziaria Netta: 450,9 milioni di euro, in aumento di 51,3 milioni di euro. La Capogruppo SEA S.p.A. ha chiuso l’esercizio 2019 con ricavi pari a 736,7 milioni di euro, in crescita del 6,3% rispetto all’esercizio precedente. L’EBITDA è pari a 263,7 milioni di euro e l’utile netto della Società risulta pari a 111,6 milioni di euro. Il Presidente di SEA, Michaela Castelli ha, inoltre, comunicato all’Assemblea degli Azionisti il rinvio del pagamento della seconda tranche delle riserve distribuibili, pari a 84,73 milioni di euro, deliberato dall’Assemblea degli Azionisti il 30 settembre 2019, riservandosi la Società di rideterminare la data del pagamento di detta tranche quando, superata la fase di emergenza dovuta al COVID-19, si realizzeranno le condizioni economico finanziarie tali da consentirlo.

IATA: APPELLO PER SOSTENERE IL SETTORE DEI VIAGGI E DEL TURISMO IN AFRICA – Cinque organismi internazionali hanno lanciato un appello per sostenere il settore dei viaggi e del turismo in Africa. Senza finanziamenti urgenti, la crisi COVID-19 potrebbe vedere il collasso del settore in Africa, portando con sé milioni di posti di lavoro. Il settore contribuisce con 169 miliardi di dollari all’economia africana combinata, che rappresenta il 7,1% del PIL del continente. La richiesta è stata avanzata dalla International Air Transport Association (IATA), dalla World Tourism Organization (UNWTO) delle Nazioni Unite, dal World Travel & Tourism Council (WTTC), dalla African Airlines Association (AFRAA) e dalla Airlines Airlines of Southern Africa (AASA). Queste organizzazioni invitano congiuntamente istituzioni finanziarie internazionali, partner per lo sviluppo del paese e donatori internazionali a sostenere il settore dei viaggi e del turismo africano in questi tempi difficili. Alcuni governi africani stanno cercando di fornire supporto mirato e temporaneo a settori duramente colpiti come il turismo e i viaggi. Tuttavia, molti paesi mancano delle risorse necessarie per gli aiuti durante questa crisi. “Le compagnie aeree sono al centro della Travel & Tourism value chain che ha creato posti di lavoro di qualità per 24,6 milioni di persone in Africa. I loro mezzi di sussistenza sono a rischio. Il contenimento della pandemia è la massima priorità. Ma senza una linfa vitale di finanziamenti per mantenere vivo il settore dei viaggi e del turismo, la devastazione economica di COVID-19 potrebbe riportare indietro lo sviluppo dell’Africa di un decennio o più. Gli aiuti finanziari oggi rappresentano un investimento fondamentale nel futuro post-pandemia dell’Africa per milioni di africani”, ha dichiarato Alexandre de Juniac, IATA’s Director-General and CEO. “Le industrie del trasporto aereo e del turismo sono tra le più colpite dalla pandemia COVID-19. Il trasporto aereo è fondamentale per lo sviluppo economico e l’integrazione del continente africano. Pertanto, il sostegno al settore aereo contribuirà a una ripresa economica più rapida. La fine delle operazioni delle compagnie aeree africane determinerebbe una serie di gravi conseguenze finanziarie, mentre la sostituzione del servizio aereo fornito dalle compagnie aeree sarebbe un processo impegnativo e costoso. È necessario adottare misure urgenti, immediate e coerenti per la sopravvivenza e il rimbalzo del settore”, ha dichiarato Abdérahmane Berthé, AFRAA Secretary-General.

AIRBUS: PROCEDONO I TEST DEL SATELLITE SENTINEL-6A – L’Earth observation satellite Sentinel-6A sta attualmente guadagnando terreno. Gli ingegneri spaziali di Airbus stanno “bombardando” l’ultimo satellite dell’European environment and security programme ‘Copernicus’ con suoni in una camera dedicata allo Space Test Centre of Industrieanlagen-Betriebsgesellschaft mbH (IABG) in Ottobrunn, vicino Monaco. L’acoustic noise test simula l’impatto sonoro a cui sarà esposto il satellite durante il lancio del razzo. La camera, che copre un’area di circa 100 m2 ed è dotata di enormi altoparlanti, è sigillata ermeticamente durante i test. Questi test consistono in quattro 60-second blasts of sound che vengono emessi con intensità crescente. Al suo apice, Sentinel-6A sarà colpito da 140 decibel (dB). “Copernicus Sentinel-6” è una ocean altimetry mission per fornire misurazioni della topografia oceanica nel prossimo decennio. Sentinel-6 trasporta un altimetro radar per fornire alta precisione e osservazioni tempestive dell’altezza della superficie del mare su scala globale. Queste informazioni sono essenziali per il monitoraggio continuo dei cambiamenti nei livelli del mare, un indicatore chiave dei cambiamenti climatici. È anche essenziale per l’oceanografia. Mappando fino al 95% dell’oceano libero dai ghiacci della Terra ogni 10 giorni, Sentinel-6 offre informazioni vitali sulle correnti oceaniche, sulla velocità del vento e sull’altezza delle onde per la sicurezza marittima. I due satelliti Sentinel-6 per l’European Copernicus Programme for environment and security sono stati sviluppati sotto la guida industriale di Airbus. Sentinel-6 è stato realizzato anche grazie alla cooperazione internazionale tra ESA, NASA, NOAA ed EUMETSAT. Da novembre 2020, Sentinel-6A sarà il primo di due satelliti Sentinel-6 a raccogliere misurazioni satellitari delle superfici degli oceani, un compito iniziato nel 1992. Si prevede che Sentinel-6B seguirà nel 2025.

 

APPROVATO IL BILANCIO 2019 DELL’AEROPORTO DI VERONA – L’Assemblea degli Azionisti di Catullo S.p.A., società di gestione degli aeroporti di Verona e Brescia ha approvato il bilancio d’esercizio 2019, che registra valori in significativa crescita rispetto all’anno precedente.
I ricavi totali a livello consolidato sono pari a euro 50,9 milioni, con un incremento di 4,1 milioni di euro (+ 9%) rispetto all’esercizio precedente, grazie principalmente all’aumento del traffico.
Il risultato operativo consolidato a livello di EBITDA, pari ad euro 11,3 milioni, è in miglioramento di 2,9 milioni di euro rispetto all’esercizio precedente (+34%).
L’utile netto di gruppo risulta pari a euro 2,4 milioni, in crescita di 9 milioni di euro rispetto al risultato 2018.

 

2020-05-06