Le compagnie aeree di Lufthansa Group stanno espandendo significativamente i loro servizi nella seconda metà di giugno rispetto alle settimane precedenti. L’obiettivo è rendere il maggior numero possibile di destinazioni accessibili a turisti e viaggiatori business e quindi espandere il network europeo e intercontinentale.

A partire dal 15 giugno, Lufthansa riprenderà circa 20 destinazioni tedesche ed europee da Francoforte e ben 34 da Monaco, integrando così il programma di volo della compagnia aerea, che è in costante crescita da alcune settimane. Sono incluse destinazioni come Dubrovnik, Faro, Venezia, Ibiza e Malaga da Francoforte. Porto, Spalato, Cipro, Biarritz e Agadir e molte altre da Monaco. Inoltre, aumenterà l’accessibilità settimanale di destinazioni già esistenti e molto richieste, come Maiorca o Sylt. Di conseguenza, il programma di volo di Lufthansa passerà da circa 500 a quasi 900 collegamenti settimanali negli hub di Francoforte e Monaco nel corso di giugno.

Le compagnie aeree di Lufthansa Group stanno quindi rispondendo al crescente interesse dei clienti poiché le restrizioni ai viaggi e le regole di ingresso in vari paesi si sono gradualmente allentate.

Con 2.000 collegamenti settimanali con oltre 130 destinazioni in tutto il mondo, la varietà di opportunità di viaggio disponibili per tutti i viaggiatori di Lufthansa Group sarà notevolmente estesa con effetto immediato, fatte salve eventuali restrizioni di viaggio. I voli aggiuntivi per la seconda metà di giugno saranno implementati nei sistemi di prenotazione oggi, 28 maggio, e sono quindi prenotabili. Tutte le destinazioni possono essere prenotate su lufthansa.com o sui siti web dei rispettivi vettori del Gruppo.

Inoltre, 34 destinazioni a lungo raggio sono ora nuovamente disponibili negli orari dei voli delle compagnie aeree di Lufthansa Group. In totale le compagnie aeree offrono ora circa 112 collegamenti settimanali con destinazioni extraeuropee.

Da Francoforte vengono aggiunti i voli verso Il Cairo (Egitto), Pechino, Shanghai (entrambi in Cina) e San Jose (Costa Rica). Da Monaco di Baviera sono aggiunti i voli verso San Francisco (USA), Delhi (India), Montreal (Canada) e Seoul (Corea del Sud).

Gli orari dei voli delle compagnie aeree di Lufthansa Group sono strettamente coordinati, consentendo la connettività alle destinazioni europee e intercontinentali attraverso gli hub.

Il 15 giugno 2020 gli aeromobili Austrian Airlines riprenderanno i voli regolari dopo una pausa di quasi 90 giorni. Fatte salve le nuove restrizioni ufficiali, la compagnia aerea decollerà così verso 37 destinazioni nelle prime due settimane del nuovo inizio.

Austrian Airlines offrirà voli per le seguenti destinazioni nella prima settimana di ripresa delle operazioni di volo: Amsterdam, Athens, Basel, Berlin, Brussels, Bucharest, Dubrovnik, Dusseldorf, Frankfurt, Geneva, Hamburg, Copenhagen, Larnaca, London, Munich, Paris, Pristina, Sarajevo, Skopje, Sofia, Stockholm, Stuttgart, Tel Aviv, Thessaloniki, Tirana, Varna, Zurich.

Nella settimana successiva, dal 22 al 28 giugno 2020, la compagnia aerea opererà voli verso destinazioni aggiuntive, come Belgrado, Graz, Innsbruck, Kiev, Košice, Milano, Nizza, Praga, Spalato e Varsavia.

Di conseguenza, Austrian Airlines offrirà una capacità media del 5% rispetto all’anno precedente. Il programma di volo corrispondente è ora visibile su austrian.com. Nella fase iniziale, la compagnia aerea utilizzerà principalmente aeromobili più piccoli come Embraer 195 e Dash 8. Altre destinazioni verranno aggiunte nelle settimane successive. La compagnia aerea sta attualmente sviluppando un programma di volo per luglio e fornirà le informazioni pertinenti nel prossimo futuro.

“Siamo tutti contenti che Austrian Airlines stia finalmente volando di nuovo. Vorrei ringraziare i nostri clienti per la loro pazienza e comprensione. E, naturalmente, vorrei ringraziare i nostri dipendenti che sono rimasti fermi nel loro impegno nei confronti di Austrian Airlines in questi ultimi mesi”, afferma Andreas Otto, CCO Austrian Airlines. “Riprenderemo anche il servizio di volo a lungo raggio non appena avremo un traffico feeder sufficiente sulle rotte a corto e medio raggio. Questo potrebbe già essere il caso di luglio”, aggiunge.

I passeggeri sono tenuti a indossare maschere sugli aeromobili Austrian Airlines e all’aeroporto di Vienna.

SWISS prevede di aumentare i suoi servizi in Italia e riprenderà i servizi da Zurigo a Brindisi, Firenze, Napoli, Palermo, Roma e altre destinazioni nella seconda metà del mese. Da Ginevra, i passeggeri SWISS potranno nuovamente volare a Faro e Nizza, tra le altre destinazioni. SWISS continuerà a servire una decina di destinazioni a lungo raggio.

Eurowings amplierà sostanzialmente il suo calendario da giugno in poi, aggiungendo 40 nuove destinazioni europee al suo programma. La flotta sarà raddoppiata fino a 20 aeromobili Airbus entro la fine di giugno. Un focus dell’espansione del programma di volo è sui collegamenti con isole europee come Maiorca, Sylt e Heringsdorf, nonché verso destinazioni di vacanza come la Grecia e la Croazia.

Dal 15 giugno, Brussels Airlines riprenderà le operazioni di volo e offrirà una rete di rotte di 59 destinazioni tra giugno e agosto (leggi anche qui).

In conformità con le normative di entrata dei rispettivi paesi, Edelweiss amplierà continuamente le sue offerte di voli nelle prossime settimane. Entro la fine di giugno, si prevede attualmente di operare 171 voli verso 36 destinazioni di vacanza. Si prevede inoltre di effettuare nuovamente i primi voli a lungo raggio su base regolare.

Air Dolomiti ha già annunciato la ripresa delle operazioni di volo con nuovi collegamenti nazionali. La compagnia aerea del Gruppo opererà i suoi primi voli da Firenze a Catania e Palermo dal 5 giugno e dal 19 giugno a Bari e Cagliari (leggi qui e qui)

Quando pianificano il viaggio, i clienti devono osservare le attuali disposizioni di entrata e quarantena delle rispettive destinazioni. Durante l’intero viaggio, possono essere applicate restrizioni a causa di norme più severe in materia di igiene e sicurezza, ad esempio tempi di attesa più lunghi ai punti di controllo di sicurezza dell’aeroporto. Anche i servizi di ristorazione a bordo rimarranno limitati fino a nuovo avviso.

Inoltre, i passeggeri sono comunque tenuti ad indossare maschere a bordo durante l’intero viaggio.

(Ufficio Stampa Lufthansa – Austrian Airlines)

2020-05-28