Airbus accoglie con favore il piano di rilancio francese per il settore aerospaziale

Il CEO di Airbus, Guillaume Faury, ha commentato il piano di rilancio francese per il settore aerospaziale: “Di fronte a una crisi senza precedenti, noi di Airbus stiamo facendo tutto il possibile per garantire il futuro della nostra azienda e dell’aerospace ecosystem. Ringraziamo i nostri partner governativi che hanno supportato il settore aerospaziale dall’inizio della crisi, attraverso il sostegno diretto alle compagnie aeree e ai fornitori o attraverso piani di disoccupazione parziale.

Accogliamo con favore lo strong plan annunciato oggi dal governo francese. Rappresenta un’importante pietra miliare sia per il nostro commercial aircraft business, che sta affrontando una significativa riduzione della produzione di circa il 40%, sia per i nostri defence business, che proteggono la sovranità nazionale. Di fronte a una significativa riduzione della produzione di aeromobili commerciali, dobbiamo continuare ad agire rapidamente e questo piano ci aiuterà a mitigare gli impatti a breve termine, consentendo al contempo la protezione delle tecnologie chiave e delle competenze critiche, per garantire che potremo rimbalzare quando il tempo lo permetterà.

La research and technology component di questo piano servirà da acceleratore forte e necessario nella transizione verso la decarbonizzazione del trasporto aereo. Airbus continuerà il suo ruolo di leader nella missione di presentare il primo “zero emission” commercial aircraft entro il 2035″.

“Parallelamente, l’Investment Fund previsto per luglio 2020 è progettato per sostenere l’ecosistema globale. Airbus, come parte di GIFAS, sta contribuendo con quasi 120 milioni di euro e apprezza l’impegno del governo di contribuire con la stessa quota, 200 milioni di euro, fornita dalle quattro società Dassault, Thales, Safran e Airbus. Con ulteriori contributi di investitori privati, il fondo può raggiungere i 500 milioni di euro”, conclude il CEO di Airbus.

(Ufficio Stampa Airbus)