Hi Air acquisisce due velivoli ATR 72

ATR annuncia oggi la vendita di due velivoli ATR 72-500 dal suo asset management portfolio a Hi Air. Con questo acquisto, la start-up sudcoreana, avviata a dicembre 2019, aumenterà la sua flotta ATR a quattro. I due aerei aggiuntivi saranno consegnati in agosto e ottobre.

Supportata dall’economia e dalla versatilità dell’ATR 72, che consuma il 40% in meno di carburante ed emette il 40% in meno di CO2 rispetto a un regional jet comparabile, la compagnia aerea è già pronta a far crescere la propria flotta e ad espandere il numero di rotte che offre. Quest’estate Hi Air lancerà servizi su cinque rotte domestiche, tra cui la famosa destinazione turistica dell’isola di Jeju.

Gli aeromobili ATR hanno aperto 164 rotte a livello globale nel 2019.

La capacità di crescita di Hi Air in questo momento illustra anche la resilienza del mercato dell’aviazione regionale, che probabilmente avrà una ripresa più rapida, con rotte domestiche a corto raggio che si dimostrano le prime a riprendere mentre i paesi di tutto il mondo iniziano a ridurre le restrizioni. La compagnia aerea ha continuato a servire i passeggeri durante la pandemia Covid 19, garantendo la connettività con le comunità coreane. L’aviazione regionale continuerà a svolgere un ruolo importante per le comunità e le economie di tutto il mondo, garantendo un accesso vitale a famiglie, imprese e forniture essenziali, sostenendo la ripresa economica in un mondo post-Covid 19.

HyungKwan Youn, Chief Executive Officer of Hi Air, ha osservato: “La selezione dell’ATR 72 per iniziare le operazioni è stata importante per il successo iniziale di Hi Air. Il lancio di una compagnia aerea è estremamente impegnativo. Per avere successo, le nuove compagnie aeree hanno bisogno di un aereo efficiente, affidabile e che offra ai passeggeri una buona esperienza in volo. Essere già in grado di espandere le nostre operazioni dimostra che l’ATR soddisfa questi criteri. In Hi Air, crediamo che aumentare la connettività regionale in Corea andrà a beneficio di passeggeri, comunità e aziende e non vediamo l’ora di continuare questa missione con il supporto di ATR”.

Fabrice Vautier, ATR Senior Vice President Commercial, ha dichiarato: “La connettività regionale è più vitale che mai ed è per questo che il segmento dell’aviazione regionale sarà resiliente. In molti paesi stiamo già vedendo che le rotte nazionali e regionali sono le prime a tornare e, nel caso di Hi Air, hanno continuato a operare. Le imprese, i governi e le persone di tutto il mondo sono alla ricerca di soluzioni a questa crisi e l’aviazione regionale ha un ruolo chiave da svolgere. I nostri aeromobili ATR hanno la giusta combinazione di economia e versatilità operativa per supportare le compagnie aeree. Inoltre, con il loro vantaggio in termini di consumo di carburante ed emissioni di CO2, sono la soluzione perfetta per aiutare l’aviazione a emergere da questa ripresa globale come settore più sostenibile”.

(Ufficio Stampa ATR – Photo Credits: ATR)

2020-06-24