easyJet: buoni risultati nel primo semestre chiuso il 31 marzo

easyJet ha registrato buoni risultati nel primo semestre chiuso al 31 marzo 2020, alla luce di Covid-19. Decisivi per affrontare le sfide di Covid-19 la riduzione dei costi e il capex notevolmente ridotto, pur mantenendo un’eccellente flessibilità della flotta

La compagnia si è garantita un finanziamento di £1,7 miliardi con ulteriori £200-350 milioni previsti dalle vendite finali e dalle sale and leaseback transactions.

easyJet annuncia che la sua forte posizione di liquidità e il bilancio sono ulteriormente potenziati da un collocamento azionario. Al 22 giugno la posizione finanziaria attuale è di circa £2,4 miliardi, prima dei proventi derivanti dal collocamento di azioni o dalle rimanenti sale and leaseback transactions.

“Il modello di business di easyJet significa che siamo ben posizionati per il recupero da Covid-19. Ha prodotto ottimi risultati nel primo semestre, con il brand easyJet che guida la fiducia nei viaggiatori europei, che si concentrano su fiducia, sostenibilità e rapporto qualità-prezzo. Il network leader di easyJet, che serve aeroporti primari, offre un’offerta per i clienti che non può essere eguagliata da nessun’altra compagnia aerea”, afferma easyJet.

Il numero di passeggeri per i sei mesi al 31 marzo 2020 è diminuito di 3,0 milioni (7,4%) a 38,6 milioni a causa dell’impatto di Covid-19. La capacità è diminuita del 7,6% a causa del numero molto significativo di cancellazioni di voli a marzo relative a Covid-19. Il load factor è aumentato di 0,2 punti percentuali, al 90,3%

I ricavi totali del Gruppo sono aumentati dell’1,6% a £2,382 miliardi (primo semestre 2019: £2,343 miliardi) a causa di misure come l’ottimizzazione della rete in Germania, il fallimento di Thomas Cook e una forte crescita degli ancillary revenue, compensata dagli scioperi nazionali in Francia, dalle tempeste Ciara e Dennis e dall’impatto di Covid-19. L’airline revenue per seat è aumentato del 9,6% a £55,60 (primo semestre 2019: £50,71), con un aumento del 10,2% a valuta costante.

Airline headline cost per seat excluding fuel aumentato dell’8,2% a £47,24 (primo semestre 2019: £43,64). Airline headline cost per seat excluding fuel at constant currency aumentato del 9,5%.

Group headline loss before tax pari a £193 millioni (H1 2019: loss £275 millioni) in considerazione dei fattori sopra indicati e della normale stagionalità di easyJet.

Total Group loss before tax pari a £353 millioni per i sei mesi chiusi al 31 marzo 2020 (H1 2019 loss £272 millioni) a seguito di un onere netto di £160 milioni da voci non principali, relative principalmente alla sospensione e all’inefficacia dei fuel hedges risultanti dalle restrizioni di volo correlate a Covid-19.

Posizione di indebitamento netto al 31 marzo 2020 di £467 milioni (primo semestre 2019: £201 milioni).

Commentando i risultati, il CEO di easyJet, Johan Lundgren, ha dichiarato: “easyJet ha realizzato una forte performance nel primo semestre prima dell’inizio della pandemia Covid-19, con un miglioramento del 30% in headline loss before tax rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso. Siamo stati decisivi per affrontare le sfide della pandemia tagliando i costi, riducendo notevolmente il nostro capitale investito mantenendo la flessibilità della nostra flotta leader del settore e avendo già assicurato £1,7 miliardi di £2,0 miliardi previsti in finanziamenti aggiuntivi. Dopo aver messo a terra la nostra flotta a marzo, abbiamo ripreso con successo le operazioni il 15 giugno, incorporando nuove misure di sicurezza potenziate per garantire che il nostro personale e i nostri clienti possano volare in sicurezza. Ad agosto aumenteremo gradualmente i nostri voli a circa il 75% delle nostre rotte con frequenze più basse, così i nostri clienti potranno andare in vacanza. Stiamo anche continuando a lavorare per rafforzare il nostro bilancio. Oggi abbiamo annunciato piani per un collocamento azionario che migliorerà ulteriormente la posizione di liquidità di easyJet, le metriche di credito e il bilancio già solido attraverso la ripresa di Covid-19. Sono estremamente orgoglioso di tutto ciò che il team easyJet ha fatto per accompagnarci in questo periodo estremamente impegnativo. Mentre l’Europa emerge dalla crisi Covid-19, easyJet è nella posizione migliore per rafforzare la sua posizione di leader come brand di fiducia che offre un rapporto qualità-prezzo con un network leader del settore di aeroporti primari”.

Riguardo l’outlook, la capacità dovrebbe aumentare durante la stagione estiva, con Q4 al 30% della capacità pianificata pre-Covid-19. I numeri di prenotazione per easyJet Holidays sono incoraggianti. In questa fase, dato il costante livello di incertezza, non è possibile fornire orientamenti finanziari per il resto del FY20 financial year.

easyJet annuncia inoltre che ha concordato con successo il sale and leaseback di sei aeromobili A320neo, per ricavi di vendita in contanti complessivi di $255 milioni (circa £206 milioni).

I proventi di questa transazione costituiscono parte degli anticipati £500-650 milioni in finanziamenti da sale and leasebacks che sono stati evidenziati nell’aggiornamento commerciale del 28 maggio 2020 e saranno utilizzati per massimizzare la liquidità e rafforzare ulteriormente la posizione finanziaria di easyJet.

La transazione è stata eseguita in due parti, con un ricavo iniziale di $126 milioni (circa £102 milioni) relativo a tre aeromobili A320neo inclusi nei proventi SLB di £301 milioni indicati nei risultati H1 del 24 giugno 2020 e i rimanenti $129 milioni (circa £104 milioni) facenti parte del ricavato residuo atteso dalle transazioni SLB.

Gli aeromobili saranno venduti a SMBC Aviation Capital, società globale di leasing aeronautico, e in leased back per un periodo compreso tra 110 e 122 mesi. Le obbligazioni di leasing generate ammontano a un totale di circa £155 milioni.

easyJet e SMBC Aviation Capital hanno anche identificato altri aeromobili liberi dalla flotta easyJet e, se easyJet deciderà di vendere questi aeromobili nei prossimi 18 mesi, SMBC Aviation Capital sarà il partner preferito per la transazione con parametri finanziari equivalenti a quelli già stabiliti nella transazione annunciata oggi.

(Ufficio Stampa easyJet)