Air France prosegue i suoi sforzi per ridurre il consumo di carburante e le emissioni di CO2

Air France sta proseguendo i suoi sforzi in termini di innovazione per la riduzione delle emissioni di carbonio collaborando con OpenAirlines, il principale fornitore globale di soluzioni per il risparmio di carburante.

In base all’accordo, OpenAirlines analizzerà continuamente i dati di migliaia di voli giornalieri implementando la sua eco-flying solution SkyBreathe – sviluppata in collaborazione con Transavia France, una società del gruppo Air France – identificando le opportunità di risparmio di carburante per massimizzare l’efficienza operativa di Air France e quindi minimizzare i costi e le emissioni di carbonio.

Questa nuova iniziativa fa parte dell’impegno globale di Air France nel ridurre il suo impatto ambientale attraverso il rinnovo della sua flotta, le sue pratiche di pilotaggio o di assistenza a terra, l’uso di biocarburanti e la sua partnership con la fondazione Solar Impulse, volta a sviluppare soluzioni sostenibili innovative per l’aviazione. Air France ha fissato un obiettivo per il 2030 di ridurre del 50% le proprie emissioni di CO2 per passeggero/chilometro rispetto al 2005.

SkyBreathe è stata una delle prime soluzioni innovative ad essere approvata dalla Solar Impulse Foundation. Il software attinge alle più recenti tecnologie digitali utilizzando sofisticati algoritmi di big data, intelligenza artificiale e machine learning. Analizza automaticamente miliardi di record di dati per identificare le opportunità di risparmio più rilevanti e fornisce una serie di azioni consigliate che possono ridurre il consumo totale di carburante fino al 5%.

“Apprezziamo tutte le compagnie aeree che possono andare oltre gli obiettivi del settore; questo nuovo accordo mostra la leadership di Air France nell’azione per il clima. In cima all’indice di sostenibilità Dow Jones nella categoria delle compagnie aeree, Air France-KLM Group è riconosciuto come leader nelle performance ambientali; siamo onorati che Air France ci abbia scelto per contribuire al suo recupero pulito e per ridurre ulteriormente le sue emissioni di CO2. Mentre stiamo tutti lavorando per ricostruire il nostro settore, gravemente colpito dalla crisi Coronavirus, continueremo il nostro costante impegno per aiutare ulteriormente le compagnie aeree a ridurre contemporaneamente i loro costi e la loro carbon footprint”, dichiara Alexandre Feray, CEO and founder of OpenAirlines.

“La sostenibilità è una priorità assoluta per Air France e una delle nostre maggiori opportunità per ridurre la CO2 footprint del trasporto aereo, al di là della modernizzazione della nostra flotta, è attraverso l’implementazione di procedure più efficienti – sia a bordo che a terra – per rendere le nostre operazioni più ecologiche”, ha dichiarato Jean Fernandez, Executive Vice President for flight operations at Air France. “Abbiamo scelto SkyBreathe perché OpenAirlines è un’azienda agile con una lunga e solida esperienza nel risparmio di carburante. Grazie a SkyBreathe capiremo meglio le nostre operazioni e miglioreremo la nostra efficienza di volo sfruttando dati accurati. La nostra ambizione è essere più competitivi rafforzando al contempo la nostra leadership nell’eccellenza ambientale”.

Air France si unisce alla grande comunità di compagnie aeree che adottano SkyBreathe per migliorare il loro consumo di carburante, tra cui Norwegian, Malaysia Airlines, Cebu Pacific, GoAir, Atlas Air e numerose altre compagnie aeree leader.

(Ufficio Stampa Air France – Photo Credits: Air France)