AIRBUS: LA SENTINEL-1C RADAR ANTENNA APRE LE SUE ALI PER LA PRIMA VOLTA – Fissata a un dispositivo speciale, che simula condizioni di gravità zero, l’antenna radar SAR (Synthetic Aperture Radar) larga 12,3 metri del Copernicus Sentinel-1C satellite ha aperto con successo le sue ali presso l’Airbus Integrated Technology Center a Friedrichshafen (Germania) per la prima volta. Sentinel-1C è il terzo della serie di satelliti radar Sentinel-1 e garantirà la continuità dei dati per i numerosi servizi offerti dal programma Copernicus dell’UE. Il satellite Sentinel-1C, equipaggiato con il SAR Instrument (C-band radar), fornirà immagini radar dell’intera superficie terrestre nell’ambito del programma Copernicus, finanziato dall’Unione Europea e dall’Agenzia Spaziale Europea (ESA). Thales Alenia Space è l’appaltatore principale per Sentinel-1C e il suo gemello Sentinel-1D. Airbus Defense and Space è responsabile di entrambi i radar. Queste immagini radar saranno utilizzate in molte aree dell’osservazione della Terra, incluso il monitoraggio del ghiaccio marino artico, la mappatura di routine del ghiaccio marino, la sorveglianza dell’ambiente marino, il monitoraggio della superficie terrestre, la mappatura delle foreste, la gestione dell’acqua e del suolo, aiuti umanitari e monitoraggio delle catastrofi. L’antenna è composta da un pannello centrale che sarà fissato alla piattaforma satellitare e da due ali dispiegabili con due pannelli ciascuna. Il passo successivo nella sequenza dei test del SAR instrument (antenna completa con il sottosistema elettronico dell’antenna costruito da Airbus Portsmouth, Regno Unito) è una campagna di test funzionali e delle performance, pianificata per essere eseguita fino alla fine di ottobre 2020. Infine le caratteristiche di radiofrequenza dell’antenna saranno controllate prima che lo strumento venga spedito a Thales Alenia Space per l’integrazione della piattaforma. Copernicus Sentinel-1C sarà lanciato nel 2022.

PARAPENDIO: TITOLO ITALIANO 2020 A OBERHAUSER – Grazie a una settimana benedetta dal bel tempo e una meteorologia che sembrava creata apposta per volare in parapendio, non ci sono stati problemi ad assegnare il titolo italiano 2020 di questa disciplina. Nei cieli sopra i comuni di Cuorgnè e Chiesanuova (Torino) un’ottantina di piloti, compresa una manciata di stranieri, si sono affrontati lungo sei percorsi, uno al giorno, tra i 52 e oltre 107 km. Quindi un campo di gara esteso dalla pedemontana piemontese fino alla pianura e ai laghi di Viverone e Candia. Dopo alterne vicende ha prevalso il campione del mondo in carica, Joachim Oberhauser, altoatesino di Termeno (Bolzano). A contendergli il titolo Marco Busetta, Christian Biasi e il pilota di casa Marco Littamè. Occuperanno alla fine rispettivamente la seconda, terza e quarta posizione. Titolo femminile a Silvia Buzzi Ferraris, pilota milanese facente parte della nazionale vincitrice del titolo mondiale di parapendio lo scorso anno in Macedonia. Contrariamente a quello di parapendio, il Campionato Italiano di volo in deltaplano è incappato in una settimana di vento eccessivo le cui raffiche hanno spazzato il comprensorio del Monte Cucco sopra Sigillo in Umbria, sede prevista per la manifestazione. Agli organizzatori non è rimasta altra decisione che tenere con i piedi a terra i circa 60 piloti da 16 nazioni già presenti in loco.

PARTNERSHIP TRA ETIHAD AIRWAYS E ADNOC DISTRIBUTION – Etihad Guest, il programma fedeltà di Etihad Airways, e ADNOC Distribution hanno ampliato la loro partnership per offrire maggiori vantaggi ai membri attraverso un accordo reciproco. Questa partnership è un’estensione della relazione decennale tra Etihad Airways e ADNOC Distribution e la prima partnership che consente ai membri di entrambi i programmi fedeltà di convertire i punti premio tra i due, il che significa che le miglia Etihad Guest possono essere convertite in punti ADNOC Rewards e viceversa. Per ogni Miglio Etihad Guest, i membri riceveranno 20 punti ADNOC Rewards e per ogni 110 punti ADNOC Rewards, i membri riceveranno un Miglio. ADNOC Distribution è l’ultima aggiunta alla gamma in continua espansione di partner di Etihad Guest, che offre ai suoi 7 milioni di membri una gamma più ampia di vantaggi per guadagnare e riscattare.

DELTA: AGIRE PER INCREMENTARE GIUSTIZIA E DIVERSITA’ – Il CEO Ed Bastian ha inviato un promemoria a tutti i dipendenti Delta, discutendo i passi che Delta sta compiendo per diventare una anti-racist, anti-discrimination organization. Tra le altre cose, afferma: “Abbiamo ascoltato, imparato e fatto passi per diventare un’organizzazione antirazzista e antidiscriminazione. In qualità di vostro leader, mi assumo la responsabilità e mi impegno a correggere il nostro corso mentre diventiamo una compagnia più giusta, equa e antirazzista. Questo sforzo richiederà intenzionalità da parte di ogni membro del team esecutivo e determinazione a tutti i livelli della compagnia. Sebbene sia importante continuare ad ascoltare e imparare, ora è anche il momento di fare un passo avanti e agire con decisione. Alcuni di questi passaggi sono già iniziati, alcuni saranno realizzati a breve termine e alcuni saranno realizzati nel futuro a lungo termine. È mia responsabilità personale sfruttare la mia influenza e il mio privilegio come CEO per essere difensore dell’equità e della giustizia. Renderò ogni leader responsabile delle proprie performance. Tutte le persone di Delta devono vivere i nostri valori condivisi. Questo impegno è importante, ma non significherà nulla finché non avrà un impatto su tutti gli aspetti della nostra vita personale e professionale: nei nostri aeroporti, nelle nostre lounge e negli uffici, in rampa, nei nostri hangar, sui nostri aerei e nelle nostre città, quartieri, scuole e case”.