Istanbul Airport è il primo a ottenere l’ACI Airport Health Accreditation

Airports Council International (ACI) World e ACI EUROPE hanno annunciato oggi che Istanbul Airport è il primo aeroporto ad essere accreditato attraverso il nuovo Airport Health Accreditation programme.

L’ACI Airport Health Accreditation programme (leggi anche qui) assiste gli aeroporti valutando nuove misure e procedure sanitarie introdotte a seguito della pandemia COVID-19, in conformità con le raccomandazioni della ICAO Council Aviation Recovery Task Force e in linea con l’EASA and ECDC Aviation Health Safety Protocol e le ACI EUROPE Guidelines for a Healthy Passenger Experience at Airports.

Gli argomenti coperti dall’accreditamento includono pulizia e disinfezione, distanze fisiche (ove possibile), protezione del personale, disposizione fisica, comunicazioni ai passeggeri e strutture per i passeggeri.

“Sono molto impressionato dal modo in cui l’industria si è rapidamente adattata alle nuove realtà per introdurre nuovi protocolli coerenti a livello globale”, ha affermato Luis Felipe de Oliveira, ACI World Director General. “Ci congratuliamo con Istanbul per essere stato il primo aeroporto ad essere accreditato attraverso il nostro nuovo programma, il che dimostra che sono concentrati sulla salute e il benessere dei viaggiatori, del personale e del pubblico. Ciò sarà fondamentale quando il nostro settore inizierà a riavviarsi e quindi si preparerà a sostenere le operazioni continue, fornendo ai passeggeri e ai dipendenti standard elevati riconosciuti a livello mondiale in materia di salute e igiene, che aiuteranno a ripristinare la fiducia del pubblico nei viaggi aerei”.

Commentando il rilascio del certificato per l’Airport Health Accreditation program, Kadri Samsunlu, Chief Executive Officer at IGA Airport Operation Inc, ha dichiarato: “L’aviazione è un settore importante, vincolato alle regole internazionali e impegnato nel miglioramento continuo finalizzato alla massimizzazione dell’esperienza dei passeggeri. Continuiamo i nostri sforzi per offrire ai nostri passeggeri viaggi sicuri con la massima igiene nella nuova normalità. In questo processo, abbiamo ricevuto per la prima volta l’Airport Pandemic Certificate dal Directorate General of Civil Aviation of Turkey. Subito dopo, abbiamo firmato il “COVID-19 Aviation Health Safety Protocol” pubblicato da EASA. A seguito di questo protocollo, le misure che abbiamo adottato sono state riconosciute anche dalle autorità chiave dell’industria aeronautica. Infine, ci siamo qualificati per ricevere il primo ‘Airport Health Accreditation’ certificate rilasciato da Airports Council International (ACI) al mondo. L’aviazione è un settore molto resistente e dobbiamo adottare misure per resistere all’impatto del COVID-19 attraverso l’implementazione di rigorosi standard di salute e sicurezza nelle nostre strutture e operazioni. Il certificato dovrebbe sicuramente essere considerato da tutti gli operatori aeroportuali come prova per dimostrare una maggiore disponibilità a costruire la fiducia dei passeggeri. Aver superato con successo gli audit di un ente come ACI e essersi qualificati per ottenere una certificazione significa molto per noi”.

Olivier Jankovec, Director General, ACI EUROPE, ha commentato: “La ripresa da questa crisi senza precedenti ha richiesto la rapida e completa attuazione in tutto il sistema aeronautico degli standard globali sviluppati congiuntamente dalle autorità competenti. L’ACI ha lavorato fianco a fianco con ICAO, EASA ed ECDC per contribuire a fornire un progetto per operazioni aeroportuali sicure durante la pandemia COVID-19 in corso. Questo progetto, che è servito come base per le ACI EUROPE Guidelines for a Healthy Passenger Experience at Airports, è ora integrato nel nuovo Airport Health Accreditation programme. È con grande orgoglio che notiamo che il primo aeroporto ad essere accreditato è europeo. Congratulazioni al team dell’aeroporto di Istanbul”.

(Ufficio Stampa ACI World)