A causa degli avvisi di viaggio, che hanno richiesto la designazione Code Orange (solo viaggi essenziali) per il Regno Unito, la Spagna, parti della Francia e altri paesi, il previsto potenziamento della rete europea di KLM a settembre è stato sospeso. Le regole di quarantena nel Regno Unito hanno avuto un impatto particolarmente marcato sulla rete di KLM. Per il periodo successivo, KLM terrà sotto stretto controllo la situazione in evoluzione per quanto riguarda gli avvisi di viaggio emessi dalle autorità nei Paesi Bassi e altrove.

A causa della pandemia Covid-19, il programma invernale di KLM sarà molto più limitato rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso. Il timetable per l’European network a novembre è attualmente circa il 55% della capacità nel 2019.

KLM stava espandendo gradualmente e responsabilmente la sua rete europea e intercontinentale, dopo che la crisi coronavirus aveva provocato severe restrizioni su destinazioni e frequenze.

“L’obiettivo principale di KLM è offrire ai clienti la più ampia gamma di destinazioni, dopodiché prenderemo in considerazione l’aumento del numero di frequenze o l’espansione della capacità implementando aeromobili più grandi”, afferma KLM.

Ad agosto, KLM ha servito quasi il 100% della sua rete europea in termini di destinazioni, con una capacità di circa il 60% rispetto ai livelli pre-corona. A partire dal 25 ottobre 2020, KLM inizierà ad operare voli giornalieri per la città polacca di Poznan.

A livello intercontinentale, KLM ha servito l’80% delle sue destinazioni al 60% della capacità. Attualmente, un terzo di questi voli intercontinentali trasporta solo merci. Ciò significa che la seat capacity è molto ridotta. KLM trasporterà nuovamente passeggeri su questi voli non appena le normative di viaggio locali lo consentiranno.

Dall’inizio di settembre KLM riprenderà un servizio bisettimanale per la città cinese di Hangzhou, volando via Seoul Incheon in Corea del Sud. KLM opererà anche un servizio bisettimanale per il Cairo. Anche Riyadh verrà aggiunta alla rete KLM come nuova destinazione (l’inizio originale era il 26 settembre, ma ora è previsto per il 7 dicembre). Il 29 ottobre KLM inizierà anche un circle flight per aggiungere di nuovo Edmonton al Canadian network. Il volo partirà per Calgary, quindi farà scalo a Edmonton e tornerà ad Amsterdam.

“E’ una buona notizia che la Commissione Europea abbia annunciato l’estensione del cosiddetto “Slot Waiver” all’intero orario invernale. Ciò consentirà a KLM di rispondere in modo più adeguato alle condizioni di mercato in rapida evoluzione a seguito del COVID-19, anche durante la stagione invernale. Oltre all’impatto finanziario, operare voli poco riempiti sarebbe anche indesiderabile dal punto di vista della sostenibilità”, prosegue KLM.

Tutti i passeggeri che acquistano o sono in possesso di un biglietto KLM con partenza entro il 31 marzo 2021, possono richiedere un voucher rimborsabile, sia che il volo venga cancellato dalla compagnia sia che si desideri rinunciare al viaggio. I passeggeri possono quindi scegliere di acquistare un nuovo biglietto con il voucher o richiederne il rimborso.

KLM ha ovviamente adottato misure per garantire che i suoi voli siano sicuri per i passeggeri e l’equipaggio. Le maschere per il viso sono obbligatorie durante l’imbarco e durante il volo. Sono state prese misure igieniche extra a bordo e ora gli aerei vengono puliti ancora più a fondo.

KLM apporterà modifiche in risposta alle mutevoli circostanze, ogni volta che vengono prese nuove misure nei paesi serviti.

(Ufficio Stampa KLM)