Etihad Aviation Training lancia nuovi programmi di addestramento

Etihad Aviation Training (EAT), parte di Etihad Aviation Group, ha lanciato nuovi training programmes per i piloti presso la sua training facility di livello mondiale. Per la prima volta, i clienti potranno anche accumulare Etihad Guest Miles con prodotti e servizi EAT.

Prima Aviation Training Organisation (ATO) ad ottenere la regulatory approval, i cadetti che completano l’addestramento MPL sul jet Phenom 100 possono ora passare direttamente al velivolo wide-body più efficiente e avanzato sul mercato, il Boeing 787 Dreamliner. Per raggiungere i più alti standard di competenza, questo programma consente ai tirocinanti EAT di diventare piloti Boeing 787 Dreamliner pienamente qualificati entro 18 mesi, attraverso un curriculum intensivo e altamente avanzato che sfrutta le principali tecniche di apprendimento del settore.

Paolo La Cava, Vice President Etihad Aviation Training, ha dichiarato: “Etihad, insieme a numerose altre compagnie aeree in tutto il mondo, tradizionalmente colloca i cadetti su narrow-body aircraft una volta completato l’addestramento. A causa della maggiore domanda di mercato, EAT preferisce collocare alcuni cadetti sul Boeing 787 Dreamliner. Con questa nuova approvazione, i requisiti saranno soddisfatti e daremo ai piloti l’opportunità di volare verso destinazioni che non sono servite da narrow-body aircraft”.

I titolari di una global airline pilot licence o i singoli piloti che attualmente non stanno volando, possono ora condurre un type rating training presso EAT, il primo ATO negli Emirati Arabi Uniti approvato dalle General Civil Aviation Authorities (GCAA) per offrire questo servizio. Ciò significa che, per la prima volta in assoluto, i singoli piloti possono ora mantenere il proprio licence status durante il training con EAT. Ciò include il rilascio iniziale di licenze per tutti i tipi di aeromobili attualmente approvati da EAT, revalidation and renewal di GCAA type ratings.

“Nonostante gli effetti della pandemia COVID-19 e le sue restrizioni durante lo scorso anno, EAT ha formato con successo oltre 18.000 studenti, mentre a livello globale, la grande maggioranza delle training organisations ha sospeso le proprie operazioni. Ora, EAT ha anche la capacità di offrire type rate training non solo ai piloti di linea, ma anche ai singoli piloti che non sono direttamente associati ad alcun UAE air operator, in modo simile all’European training environment. In questo modo, le strutture di addestramento di Etihad stanno rispondendo attivamente alle esigenze del mercato e assicurano che i piloti rimangano ‘licensed and employable’ mentre ci sono meno aeromobili in cielo”, ha aggiunto La Cava.

L’EAT training team ha sviluppato dei corsi per essere il primo GCAA ATO a fornire A350 Standard Training conversion (STC) and Cross Crew Qualification (CCQ). Ciò garantirà che EAT rimanga una delle principali aviation training organisations, per soddisfare le richieste in continua evoluzione del mercato che si sposta alla prossima generazione di aeromobili.

Unica aviation training facility a lanciare una rewards initiative, EAT ha stretto una partnership con Etihad Guest, il programma fedeltà di Etihad Airways, per restituire alla aviation community durante questi tempi difficili. Gli EAT customers che acquistano training products and services qualificanti guadagneranno Etihad Guest Miles per ogni USD speso. Le miglia accumulate possono essere riscattate per voli Etihad Airways, prenotazioni di hotel, pacchetti vacanze e articoli di uso quotidiano nel Reward Shop.

EAT è aperto a clienti esterni in tutto il mondo e offre una vasta gamma di prodotti e servizi, inclusi simulators, airline training, cabin crew safety training, instructor training, cadet programmes, aircraft maintenance training, rendendola una delle più grandi training facilities del Medio Oriente.

Inoltre, Etihad Airways diventa la prima compagnia aerea del Paese a implementare electronic technical logs (eTech logs). L’approvazione della General Civil Aviation Authority (GCAA) per l’implementazione sulla Etihad freighter fleet accelera il percorso verso le paperless airline operations, un’iniziativa chiave per Etihad Airways e GCAA.

L’implementazione sulla Boeing 777 freighter fleet di Etihad segue tre mesi di prove in collaborazione con il GCAA, dove gli eTech logs hanno sostituito i paper logbooks attualmente utilizzati dai flight crew e dagli ingegneri per documentare tutte le informazioni di volo e di manutenzione. Sebbene gli aerei moderni siano tecnologicamente avanzati, la maggior parte delle compagnie aeree continua a utilizzare paper-based logbooks. Sostituendo la documentazione cartacea, gli eTech logs forniscono l’acquisizione dei dati in tempo reale, che possono essere condivisi con più parti interessate, from the air to the ground, aumentando l’efficienza operativa, riducendo ritardi e costi.

Paul Kear, Senior Vice President Technical, Etihad Airways, ha dichiarato: “Etihad Airways è orgogliosa di aver collaborato con la GCAA per essere la prima compagnia aerea negli Emirati Arabi Uniti a utilizzare gli electronic technical logs nella nostra flotta. La digitalizzazione dei nostri technical logs migliorerà l’efficienza operativa e l’aeronavigabilità della nostra flotta e questo è un passo avanti monumentale per l’aviazione negli Emirati Arabi Uniti”.

Gli eTech logs contribuiranno al programma di sostenibilità di Etihad volto a ridurre la carbon footprint e l’impatto dell’aviazione sull’ambiente, attraverso pratiche sostenibili in tutte le sue operazioni.

(Ufficio Stampa Etihad Airways)