Boeing e Uzbekistan Airways portano rifornimenti critici nel paese

Uzbekistan Humanitarian Delivery BoeingBoeing e Uzbekistan Airways hanno recentemente consegnato aiuti umanitari alla Aral Sea region in Uzbekistan a bordo del più recente 787-8 Dreamliner della compagnia aerea.

La spedizione aiuterà il personale medico e le strutture a curare la popolazione più vulnerabile dell’Uzbekistan. Questa è la terza humanitarian delivery flight partnership tra Boeing e la compagnia aerea.

“Siamo lieti di aver collaborato con Boeing e Project C.U.R.E. per portare a casa una nuova partita di forniture mediche sul nostro 787-8 delivery flight”, afferma Ilkhom Makhkamov, chairman of Uzbekistan Airways. “Questo terzo volo si basa sulla nostra partnership per due precedenti voli umanitari nel 2016. Vorremmo ringraziare tutte le parti coinvolte per la loro generosità nel sostenere le comunità uzbeke durante questa pandemia globale”.

Le persone che vivono nella regione del Mar d’Aral sperimentano un’elevata incidenza di malattie e alcuni dei più alti tassi di mortalità infantile al mondo. Inoltre, le nuove sfide della pandemia COVID-19 sono aggravate da strutture sanitarie limitate e mancanza di accesso tempestivo alle cure mediche. Ecco perché Project C.U.R.E. ha donato otto pallet di merci ricevute in Uzbekistan dal Ministry of Health Republic of Karakalpakstan.

“Project C.U.R.E. è onorato di lavorare con il team di Boeing e l’Ambasciata dell’Uzbekistan su questo programma per assistere le strutture sanitarie del Karakalpakstan”, ha affermato Melisa Esposti, Project C.U.R.E. director of Government and NGO Relations. “Siamo molto grati di avere questa assistenza umanitaria trasportata da Boeing e Uzbekistan Airways a Tashkent il più rapidamente possibile durante questa pandemia senza precedenti. Grazie a tutti i dipendenti Boeing coinvolti e a tutto il Project C.U.R.E., team e volontari che hanno reso tutto questo possibile”.

Project C.U.R.E. è il più grande distributore al mondo di aiuti sanitari donati, fornendo apparecchiature mediche a ospedali e cliniche in tutto il mondo, dove vi siano risorse insufficienti, in oltre 135 paesi. Oltre a collaborare con Uzbekistan Airways e Project C.U.R.E. su questo volo di consegna umanitario, Boeing ha anche annunciato una donazione di $100.000 per sostenere Project C.U.R.E. nella sua missione verso gli ospedali e le strutture uzbeke nella Aral Sea Region.

“Siamo lieti di aver supportato Uzbekistan Airways nel trasporto di forniture mediche per potenziare ed equipaggiare meglio le strutture mediche nella regione attraverso il programma Humanitarian Delivery Flight”, ha affermato Bill McSherry, vice president of Government Operations for Boeing Commercial Airplanes. “Inoltre, siamo onorati di fornire $100.000 a Project C.U.R.E. per sostenere il suo lavoro critico in Uzbekistan, in particolare in un momento in cui la pandemia ha creato una domanda più grande che mai”.

“Vorrei esprimere la mia gratitudine a Boeing per il loro sostegno nel rendere possibile la spedizione di aiuti umanitari direttamente da Seattle a Tashkent”, ha detto Javlon Vakhabov, ambassador of the Republic of Uzbekistan. “Indubbiamente, questa collaborazione di Uzbekistan Airways, Boeing e Project C.U.R.E., con l’unico scopo di aiutare le persone bisognose, è una vivida testimonianza di pura amicizia e solidarietà. Sono fermamente convinto che le generose donazioni del popolo americano troveranno il loro miglior utilizzo negli ospedali dell’Uzbekistan, in particolare nella Karakalpakstan region, l’area più colpita dell’Aral Sea”.

Uzbekistan Airways, fondata nel 1992, è la compagnia di bandiera dell’Uzbekistan, con base a Tashkent.

(Ufficio Stampa Boeing – Photo Credits: Boeing)

 

2021-05-05