easyJet investe in Italia con 6 nuovi aerei

EZY A321neo MXP 8easyJet annuncia l’espansione della propria flotta italiana con l’arrivo di sei nuovi aerei che supporteranno l’aumento di capacità previsto per la stagione estiva 2022. La decisione di tornare a investire in modo strutturale e organico in mercati chiave come l’Italia è stata resa possibile dalla gestione rigorosa e prudente che la compagnia ha mantenuto durante la fase più stringente della pandemia.

easyJet ha programmato di incrementare di sei aerei la propria flotta italiana portando da 27 a 33 gli aeromobili basati in Italia. Nello specifico gli aerei basati a Milano Malpensa aumentano da 21 a 24 – confermando il ruolo chiave dello scalo all’interno della strategia globale della compagnia – gli aerei basati all’Aeroporto Internazionale di Napoli passano da 4 a 6 e da 2 a 3 quelli basati allo scalo di Venezia Marco Polo.

Johan Lundgren, CEO easyJet: “L’Italia è sempre stata e resta per noi un mercato chiave: a Milano Malpensa abbiamo la nostra base operativa più grande in Europa continentale e il centro di addestramento per piloti e assistenti di volo più innovativo del settore. L’approccio rigoroso alla gestione dei costi mantenuto durante la crisi sanitaria ci consente ora di tornare a investire con forza nel mercato italiano dove contiamo di tornare presto a trasportare oltre 20 milioni di passeggeri ogni anno”.

“L’Italia ha sempre avuto un ruolo chiave per easyJet, dove abbiamo sempre continuato a investire per consolidare la nostra posizione di leadership. Da quando abbiamo iniziato ad operare sul mercato italiano, nel 1998, abbiamo trasportato circa 170 milioni di passeggeri da e per il Paese e ormai da anni siamo il terzo vettore più grande nel mercato italiano”, ha proseguito Johan Lundgren, CEO easyJet. “Questo non sarebbe stato possibile senza l’impegno delle nostre persone che negli anni hanno contribuito a rafforzare il nostro successo con il loro continuo supporto e impegno a offrire ai nostri clienti una delle migliori esperienze di viaggio in Europa.

Durante la pandemia easyJet ha mantenuto un approccio rigoroso e prudente che ci sta ora consentendo di riprendere a investire con forza. Sono quindi particolarmente lieto di confermare la nostra espansione in tutte e tre le basi italiane in vista della ripresa della domanda prevista per la prossima estate”.

La flotta aggiuntiva servirà a rafforzare l’offerta di easyJet da e per i 18 aeroporti italiani in cui opera, oltre ad aumentare la capacità nei prossimi mesi sulle oltre 250 destinazioni tra internazionali e domestiche che sono attualmente servite.

“Abbiamo riorganizzato la nostra presenza in Italia per rispondere in modo efficace al mutato contesto competitivo e consolidare la nostra posizione di leadership in questo mercato, dove siamo la terza compagnia, grazie alla fiducia che i nostri clienti continuano a dimostrare e ad un’offerta di alta qualità disponibile a tariffe competitive. Rafforziamo la nostra presenza in Lombardia, continuando a essere la prima compagnia a Milano Malpensa ma cresciamo anche su Linate e Milano Bergamo con nuove rotte e un’offerta differenziata per i nostri clienti. Al contempo, intendiamo anche continuare a essere la compagnia di riferimento per Napoli e la Campania e riaffermare la nostra presenza a Venezia“, ha commentato Lorenzo Lagorio, Country Manager easyJet Italia.

(Ufficio Stampa easyJet)