IFTS: AL 61° STORMO ARRIVANO DUE ALLIEVI DEL GIAPPONE – La Japan Air Self – Defense Force (JASDF) sceglie l’Italia per addestrare, alla fase IV “Lead In to Fighter Training”, i propri piloti militari presso la scuola di volo. In accordo al Technical Arrangement siglato nell’ottobre del 2021 tra l’Aeronautica Militare e la Japan Air Self – Defense Force, martedì 11 gennaio 2022 sono giunti presso l’aeroporto militare “F. Cesari” di Galatina, sede del 61° Stormo, due allievi piloti giapponesi, accompagnati dal Senior National Representative, per frequentare i corsi di addestramento avanzato (Fase IV) nella cornice dell’International Flight Training School (IFTS). I giovani piloti nipponici, dopo una prima fase di in-processing presso il 61° Stormo, verranno inviati presso il Centro di Formazione Aviation English di Loreto per la frequenza di un corso di inglese della durata di circa due mesi, per poi iniziare il “Lead-In to Fighter Training Course”, addestramento di Fase IV, propedeutico all’avvio del personale navigante sui velivoli militari ad altissime prestazioni. L’arrivo degli allievi giapponesi si innesta nel quadro del processo di avvio operativo dell’International Flight Training School (IFTS), un progetto nato dalla collaborazione strategica tra l’Aeronautica Militare e Leonardo Company per la realizzazione di un polo di eccellenza internazionale nel settore dell’addestramento avanzato al volo dei piloti militari. Dunque, all’ingresso dell’aeroporto militare di Galatina “F. Cesari”, si aggiunge la bandiera del Giappone accanto a quelle di Argentina, Arabia Saudita, Austria, Germania, Grecia, Qatar, Singapore e Stati Uniti, tutti Paesi che attualmente hanno allievi piloti e/o istruttori di volo alla scuola di Galatina, una realtà addestrativa unica nel panorama mondiale. Dipendente dal Comando Scuole A.M./3^ Regione Aerea di Bari, il 61° Stormo ha il compito di provvedere all’addestramento al volo su aviogetti di fase II – Primary Pilot Training, comune a tutti gli allievi piloti militari, finalizzata alla individuazione delle linee su cui voleranno (fighters, pilotaggio remoto (RPA), elicotteri, trasporto); di fase III – Specialized Pilot Training, rivolta esclusivamente agli allievi piloti selezionati per le linee “Fighter” e “RPA” che si conclude con il conseguimento del brevetto di pilota militare (aquila turrita); e di fase IV – Lead In to Fighter Training – LIFT, propedeutica al successivo impiego sui velivoli fighter di ultima generazione. L’attività formativa del 61° Stormo è indirizzata agli allievi piloti dell’Aeronautica Militare italiana, delle altre Forze Armate e dei Paesi alleati/partner, in tutte le fasi di volo secondo le richieste di ciascun Paese (Ufficio Stampa Aeronautica Militare).

LEONARDO: CLIENTE DI LANCIO PER LA NUOVA VERSIONE DELL’AEROBERSAGLIO MIRACH 100/5 – Primo cliente per il drone bersaglio Mirach 100/5 V2, scelto nell’ambito di una gara internazionale. Si tratta dell’ultima versione della famiglia Mirach, evoluzione dell’aerobersaglio Mirach 100/5. In base al contratto, Leonardo fornirà 10 droni, le stazioni di terra e attività di addestramento, con consegne previste nella seconda metà dell’anno. Le Forze Armate utilizzano questi sistemi per simulare minacce aeree nemiche durante l’addestramento, per lanciare missili aria-aria e superficie-aria su bersagli realistici. Questi possono essere rilevati dai sensori come minacce, dagli aerei nemici fino ai missili guidati, assicurando condizioni estremamente realistiche per il training degli operatori di sistemi d’arma e radar. Il Mirach 100/5 è stato un prodotto di successo straordinario negli ultimi decenni, diventando uno dei droni più utilizzati per training ed esercitazioni da parte di Marine e Aeronautiche internazionali. Sedici Forze Armate, tra cui quelle di Belgio, Danimarca, Germania, Grecia, Italia, Spagna e Regno Unito si sono addestrate con questo aerobersaglio. Per aggiornare il Mirach 100/5 ai requisiti attuali e futuri, l’azienda ha completato recentemente un programma di mid-life upgrade mettendo a punto il Mirach 100/5 V2. La versione incorpora un nuovo motore, avionica avanzata ed è caratterizzata, inoltre, da una maggiore affidabilità. Con questi miglioramenti, il sistema è pronto per simulare negli anni a venire minacce ad elevate prestazioni. Insieme al Mirach 100/5 V2, che sostituisce il Mirach 100/5, il portafoglio di Leonardo presenta anche il drone bersaglio M-40, che offre prestazioni medio-alte e un ottimo rapporto costo-efficacia a confronto con i sistemi basici della concorrenza. I clienti possono avvalersi anche della formula “drone-as-service”, in base alla quale Leonardo garantisce il servizio al cliente mantenendo la proprietà e la gestione della flotta. Il primo esempio di questa opzione è stato il contratto con l’Aeronautica Militare Italiana.

AERONAUTICA MILITARE: TRASPORTO SANITARIO D’URGENZA DA NAPOLI A GENOVA – Si è concluso nel pomeriggio di ieri il trasporto sanitario d’urgenza, da Napoli a Genova, effettuato con un velivolo Falcon 900 dell’Aeronautica Militare a favore di un neonato di soli 31 giorni, in imminente pericolo di vita. Il volo salva-vita, richiesto dalla Prefettura di Napoli, è stato immediatamente disposto e coordinato dalla Sala Situazioni di Vertice del Comando della Squadra Aerea, la sala operativa dell’Aeronautica Militare che ha tra i propri compiti anche quello di attivare e gestire i trasporti sanitari urgenti, attraverso i velivoli che la Forza Armata tiene pronti, 24 ore su 24, per questo genere di necessità. Il Falcon 900 del 31° Stormo, decollato dall’aeroporto militare di Ciampino in tarda mattinata, è atterrato all’aeroporto di Genova dove è stata imbarcata un’equipe medica dell’ospedale pediatrico “G. Gaslini” e l’attrezzatura sanitaria necessaria all’ECMO (Extra Corporeal Membrane Oxygenation) – procedura di cui necessitava il piccolo paziente per il trasporto. Dallo scalo ligure il velivolo è partito poco dopo le 14.00 alla volta dell’aeroporto di Capodichino (Napoli) dove ha imbarcato il piccolo paziente proveniente dall’azienda ospedaliera Santobono Pausilipon di Napoli. Decollato dallo scalo campano il velivolo è giunto, intorno alle 18:40, all’aeroporto di Genova dove il neonato è stato trasferito in ambulanza presso l’Ospedale pediatrico “G. Gaslini”. Il velivolo militare, rientrato all’aeroporto di Ciampino, ha ripreso il servizio di prontezza operativa. Attraverso i suoi Reparti di Volo, l’Aeronautica Militare mette a disposizione mezzi ed equipaggi pronti a decollare in qualunque momento e in grado di operare anche in condizioni meteorologiche complesse per assicurare il trasporto urgente non solo di persone in imminente pericolo di vita, ma anche di organi ed equipe mediche per trapianti. Sono centinaia ogni anno le ore di volo effettuate per questo genere di interventi dagli aerei del 31° Stormo di Ciampino, del 14° Stormo di Pratica di Mare e della 46ª Brigata Aerea di Pisa (Ufficio Stampa Aeronautica Militare).

DELTA: TRAVEL WAIVER IN NORTHEASTERN U.S. E SOUTHEASTERN U.S. PER IL METEO INVERNALE – A causa del previsto clima invernale nel sud-est degli Stati Uniti, Delta ha emesso un travel waiver, in vigore dal 16 al 17 gennaio, negli aeroporti: Asheville, NC (AVL); Atlanta, GA (ATL); Augusta, GA (AGS); Charlotte, NC (CLT); Columbia, SC (CAE); Fayetteville, NC (FAY); Greensboro, NC (GSO); Greenville, SC (GSP); Knoxville, TN (TYS); Little Rock, AR (LIT); Memphis, TN (MEM); Nashville, TN (BNA); Raleigh, NC (RDU); Tri-Cities, TN (TRI). Con ciò, la differenza tariffaria per i clienti verrà esclusa quando il rebooked travel avviene entro il 20 gennaio 2022, nella stessa cabina di servizio originariamente prenotata. Delta ha emesso un travel waiver per il meteo invernale anche nel nord-est degli Stati Uniti, sempre effettivo dal 16 al 17 gennaio, negli aeroporti: Albany, NY (ALB); Allentown, PA (ABE); Baltimore, MD (MWI); Boston, MA (BOS); Buffalo, NY (BUF); Charleston, WV (CRW); Charlottesville, VA (CHO); Harrisburg, PA (MDT); Hartford, CT (BDL); New York – Kennedy, NY (JFK); New York – LaGuardia, NY (LGA); Newark, NJ (EWR); Philadelphia, PA (PHL); Portland, ME (PWM); Roanoke, VA (ROA); State College, PA (SCE); Syracuse, NY (SYR); Washington D.C. – Dulles (IAD); Washington D.C. – Reagan (DCA); White Plains, NY (HPN). Con ciò, la differenza tariffaria per i clienti verrà esclusa quando il rebooked travel avviene entro il 20 gennaio 2022, nella stessa cabina di servizio originariamente prenotata. Il team meteo di Delta nell’airline’s Operation and Customer Center continuerà a monitorare il clima invernale e ad apportare modifiche secondo necessità. I clienti sono incoraggiati a controllare lo stato del proprio volo su Delta.com o sull’app mobile Fly Delta. I clienti possono anche ricevere gli aggiornamenti inviati direttamente sul proprio dispositivo mobile o tramite e-mail.

AMERICAN AIRLINES: TRAVEL ALERT PER LE CONDIZIONI METEO – American Airlines informa: “Il clima invernale in Midwest, Northeast and Southeast United States and Canada potrà influire sulle operazioni di American Airlines. In preparazione a questo, American ha emesso un travel alert per gli aeroporti in Alabama, Arkansas, Connecticut, Georgia, Kentucky, Maine, Mississippi, Maryland, Massachusetts, New Hampshire, New Jersey, New York, North Carolina, Ohio, Pennsylvania, Rhode Island, South Carolina, Tennessee, Vermont, Virginia, Washington, DC e West Virginia, nonché parti del Canada. Il travel alert consente ai clienti i cui piani di viaggio potrebbero essere influenzati di riprenotare senza spese di modifica. Se un cliente sceglie di non volare da/per un aeroporto coperto dal travel alert, American rinuncerà alle spese di modifica per i viaggi futuri. I clienti sono inoltre incoraggiati a controllare lo stato del proprio volo su aa.com. Se un volo American è stato cancellato o è stato eccessivamente ritardato, i clienti possono cancellare il loro itinerario e richiedere un rimborso visitando aa.com. I clienti che hanno prenotato tramite un agente di viaggio devono contattare direttamente la propria agenzia di viaggio”.

AEROPORTO DI BERGAMO: CHIUSURA CHECK-IN LOUNGE IN ALCUNE GIORNATE – Milano Bergamo Airport informa: “A causa della diminuzione del traffico per via della pandemia in corso, la Check-in Lounge rimarrà chiusa nelle seguenti giornate. Si ricorda altresì che i ticket già emessi per la Check-in Lounge stessa o Fast Track Plus hanno validità di un anno. Martedì 18 gennaio; Mercoledì 19 gennaio; Giovedì 20 gennaio; Martedì 25 gennaio; Mercoledì 26 gennaio; Giovedì 27 gennaio; Martedì 01 febbraio; Mercoledì 02 febbraio; Giovedì 03 febbraio; Martedì 08 febbraio; Mercoledì 09 febbraio; Giovedì 10 febbraio”.

ROMA FIUMICINO: INFO SU LEONARDO EXPRESS – Aeroporti di Roma riporta: “Trenitalia informa che dal 14/01/2022 al 23/01/2022 a causa dell’emergenza Covid-19, il treno Leonardo Express potrà subire ritardi e/o cancellazioni. Si consiglia di consultare il sito di Trenitalia per approfondimenti”.

DELTA AIR LINES PARTNER DI U.S. SKI & SNOWBOARD – Delta Air Lines tornerà come official airline partner for U.S. Ski & Snowboard fino al 2023. Attraverso questa partnership, Delta supporterà l’allenamento degli atleti e i viaggi per le gare, oltre a lanciare una serie di iniziative di emancipazione femminile come founding partner of the U.S. Ski & Snowboard Women’s Mentorship Program. “Siamo lieti di ritornare con U.S. Ski & Snowboard prima dei Giochi Olimpici Invernali 2022 per assistere con i viaggi degli atleti”, ha affermato Molly Battin, S.V.P., Global Brand Marketing at Delta. Delta e U.S. Ski & Snowboard hanno collaborato per la prima volta nel 2007. Il sostegno di Delta al Movimento Olimpico è nato negli anni ’90 come sponsor sia dei Giochi Olimpici di Atlanta 1996 che dei Giochi Olimpici Invernali di Salt Lake City 2002. Insieme alla sua partnership con U.S. Ski & Snowboard, Delta è official airline partner of Team USA e gestirà i viaggi di tutti gli olimpionici e paralimpici statunitensi a Pechino 2022, compresi i voli charter dagli Stati Uniti.

DELTA: PROSEGUE L’IMPEGNO PER LA DIVERSITA’ E L’INCLUSIONE – Delta sta compiendo progressi nel suo impegno espresso nel promemoria di agosto 2020 dal Delta Chief Executive Officer Ed Bastian, per promuovere la giustizia razziale e la diversità all’interno delle attività. La compagnia aerea condivide aggiornamenti e progressi sugli obiettivi per diventare un’organizzazione equa e antirazzista. “Mentre la rappresentanza di altri funzionari delle minoranze etniche è aumentata dall’11,6% al 16% in meno di due anni, continuiamo a impegnarci per un incremento nell’officer level, dove la rappresentanza è rimasta indietro. Adottiamo il percorso di carriera “Create-Don’t-Wait” come mentalità di sviluppo del talento, per supportare l’avanzamento di dipendenti interni ad alto potenziale, portando allo sviluppo e al successo di talenti più diversificati a più livelli dell’organizzazione. Il focus è incentrato sul reclutamento di talenti interni ed esterni più etnicamente diversificati per ricoprire nuovi ruoli di leadership nell’organizzazione. Abbiamo creato un nuovo pilastro incentrato sull’equità delle nostre iniziative di coinvolgimento della comunità, portando a un terzo dei nostri contributi di beneficenza annuali a favore di organizzazioni e iniziative incentrate sull’equità. Delta è diventato un membro fondatore di OneTen, una coalizione impegnata a creare 1 milione di posti di lavoro per i neri americani in 10 anni. Delta inoltre supporta i Black business partners”.

EASYJET: PRENOTAZIONI IN AUMENTO DAL REGNO UNITO VERSO LE DESTINAZIONI SCIISTICHE EUROPEE – easyJet informa: “La Francia ha annunciato che darà il benvenuto ai turisti del Regno Unito. Nelle ore successive all’annuncio, easyJet ha registrato un aumento del 600% delle prenotazioni in UK verso famose destinazioni sciistiche francesi per il resto della stagione invernale. Anche le prenotazioni last minute per la Svizzera hanno registrato un picco subito dopo la diffusione della notizia, con un aumento del 386% delle prenotazioni di voli, suggerendo che la fiducia dei consumatori nei viaggi internazionali continua a crescere. easyJet offre quest’inverno più posti per le principali destinazioni sciistiche europee dal Regno Unito rispetto a qualsiasi altro vettore. Migliaia di voli easyJet per la Francia e la Svizzera, nonché altre destinazioni che servono le migliori località sciistiche d’Europa, sono ancora disponibili per la prenotazione questo inverno. easyJet opera quest’inverno 37 rotte dal Regno Unito verso 10 destinazioni in tutta Europa, che servono le principali località sciistiche del continente”. Ali Gayward, easyJet’s UK Country Manager, ha commentato: “La Francia che accoglie nuovamente i turisti britannici è una notizia gradita per i consumatori del Regno Unito. Sappiamo che quest’anno c’è una domanda repressa, cosa che continuiamo a vedere ogni volta che le restrizioni vengono rimosse. Con i voli già programmati per aumentare nelle prossime settimane, continueremo a rivedere il nostro programma per soddisfare la domanda”. Tutti i clienti che prenotano voli con easyJet continuano a beneficiare delle politiche di prenotazione flessibili, nell’ambito della sua ‘Protection Promise’, comprese modifiche senza commissioni fino a due ore prima della partenza.