LEONARDO: INVESTIMENTO DA 2 MILIONI DI STERLINE PER LA LEONARDO ACADEMY

Tempo di lettura: 3 minuti

Oggi a Lincoln il generale Philip Osborn, responsabile dell’Intelligence del Ministero della Difesa UK, ha inaugurato il nuovo centro di addestramento di Leonardo per la formazione di esperti nel dominio delle attività cyber ed elettromagnetiche (Cyber and Electromagnetic Activities – CEMA). Con questo investimento da oltre 2 milioni di sterline, Leonardo risponde in maniera concreta alla crescente esigenza di personale qualificato e aggiornato in grado di operare nei moderni scenari operativi, fortemente caratterizzati dall’informatica e dall’elettronica. La capacità di formazione di Leonardo a Lincoln risulta, in questo modo, più che triplicata, grazie alla nuova struttura in grado di ospitare fino a 150 studenti contemporaneamente.

Dal 2009 Leonardo garantisce servizi di formazione e supporto alle Forze Armate britanniche attraverso la struttura situata presso il Comando per le Operazioni Aeree della Royal Air Force a Waddington e tavoli di lavoro con i delegati delle nazioni alleate. La formazione presso il nuovo centro della Leonardo Academy sarà inizialmente un’estensione delle attività esistenti, incentrata sui sistemi di electronic warfare, in cui parti dello spettro elettromagnetico invisibile, come le onde radio, sono utilizzate in situazioni di combattimento. Ad esempio, l’Accademia addestrerà il personale del Ministero della Difesa britannico a proteggere le piattaforme contro le minacce radar, situazione che potrebbe crearsi in teatri operativi come quello siriano. Inoltre, fornirà una gamma di moduli di formazione del dominio CEMA in grado di offrire agli utenti un corso strutturato dal livello base a quello di esperto; alcuni di questi moduli entreranno a far parte del programma di un master scientifico. Oltre alle Forze Armate britanniche, la Leonardo Academy di Lincoln ospita anche i delegati delle forze alleate internazionali tra cui Brasile e Corea del Sud. Nel complesso, circa il 70% della formazione erogata è destinata al mercato export.

Leonardo fornisce un elevato livello di servizio formativo perché mette a disposizione la più affermata comunità di esperti britannici in ambito CEMA, oltre a essere uno dei principali fornitori di tale tecnologia per le Forze Armate del Paese. L’azienda, infatti, contribuisce per oltre il 60% dell’avionica di bordo del velivolo Eurofighter Typhoon operato dalla RAF e dai suoi alleati e fornisce la suite di protezione elettronica per la flotta di elicotteri del Regno Unito, tra cui AW 159 Wildcat, Merlin, Chinook, Puma e Apache in dotazione all’Esercito e alla Marina. Grazie ad avanzate competenze di progettazione e fabbricazione, Leonardo non si limita all’addestramento sugli apparati in uso e sulle minacce attuali ma riesce a guardare alle future tendenze tecnologiche, mantenendo gli studenti in una posizione di avanguardia rispetto agli orientamenti di questo dominio.

La Leonardo Academy di Lincoln fa parte della più ampia fornitura di servizi di formazione dell’azienda in tutto il Regno Unito e a livello internazionale. Leonardo è l’unica azienda del Regno Unito in grado di progettare e produrre elicotteri gestendo in maniera integrata e completa ogni parte del sistema. Questa competenza unica gli permette di offrire un articolato e vasto servizio di addestramento per piloti di elicotteri e personale di supporto presso l’Accademia di Yeovil. Inoltre, in qualità di partner della missione di difesa informatica della NATO, Leonardo fornisce formazione sulla sicurezza cyber presso la sua Accademia di Bristol.

L’azienda, di recente, ha anche annunciato la creazione in Italia di una nuova scuola di addestramento per piloti militari (International Flight Training School – IFTS). Frutto della collaborazione con l’Aeronautica Militare italiana, la IFTS addestrerà i piloti militari di tutto il mondo all’uso dei velivoli da combattimento di ultima generazione come l’Eurofighter Typhoon e l’F-35, confermando l’ingresso ufficiale di Leonardo in questo segmento di business.

Leonardo inoltre è stata inclusa per il nono anno consecutivo nei Dow Jones Sustainability Index (DJSI). Si tratta di un risultato importante che conferma l’impegno del Gruppo nell’integrare la sostenibilità nelle strategie di business e nel supportare i processi aziendali e la capacità di fare innovazione. “La sostenibilità e l’innovazione sono alla base del nostro Piano Industriale”, ha commentato Alessandro Profumo, Amministratore Delegato di Leonardo. “La riconferma è una soddisfazione per tutte le persone di Leonardo, un riconoscimento di quanto fatto negli ultimi anni e uno stimolo a al continuo miglioramento”.

Anche il Presidente, Giovanni De Gennaro, ha espresso soddisfazione per il risultato raggiunto: “Questo riconoscimento riflette l’impegno di Leonardo a rafforzare il modello di conduzione responsabile del business attraverso comportamenti e processi orientati alla sostenibilità”.

Nel 2018, Leonardo è tra le 8 società del settore Aerospace & Defence e una delle 9 società basate in Italia ammesse ai DJSI. Gli indici DJSI, lanciati nel 1999, includono i titoli di società che si distinguono per risultati eccellenti in termini di sostenibilità economica, sociale e ambientale. La revisione annuale per l’ammissione agli indici avviene attraverso una rigorosa valutazione, svolta dalla società svizzera di asset management RobecoSAM, sulla base di oltre 100 domande.

(Ufficio Stampa Leonardo)

Last Updated on