EASYJET REGISTRA UNA BUONA PARTENZA DELL’ ANNO FINANZIARIO, IN LINEA CON LE ASPETTATIVE

Tempo di lettura: 3 minuti

easyJet ha pubblicato oggi i risultati finanziari del primo trimestre, chiuso al 31 dicembre 2018. La compagnia ha registrato una buona performance nel trimestre in oggetto, evidenziando una solida domanda da parte dei passeggeri e ricavi ancillari in linea con le aspettative.

I ricavi per posto offerto sono stati positivi e comprendono anche una buona crescita dei ricavi ancillari. Questi dati sono controbilanciati, come previsto, dall’impatto delle entrate straordinarie dello scorso anno, dall’effetto diluitivo delle operazioni all’aeroporto di Berlino Tegel e dalle nuove norme contabili che ritardano il riconoscimento dei ricavi.

easyJet ha registrato buoni progressi in termini di costi e prestazioni operative, ma entrambi sono stati influenzati dall’impatto della temporanea chiusura dell’aeroporto di Londra Gatwick a causa del sorvolo del sedime aeroportuale da parte di droni non autorizzati.

Johan Lundgren, Chief Executive Officer di easyJet, ha commentato: “easyJet ha registrato una buona partenza dell’anno finanziario 2019, con una forte domanda da parte dei passeggeri e buone vendite ancillari, che hanno guidato una solida performance di utili. Ciò è stato sostenuto da buone prestazioni in termini di operatività e puntualità in tutto il network, ad eccezione dei disagi causati dalle chiusure dell’aeroporto di Londra Gatwick a causa dell’avvistamento di alcuni droni. Questo incidente ha avuto un impatto una tantum sui costi, ma l’andamento complessivo dei costi è in linea con le aspettative. Sono orgoglioso del modo in cui i nostri team hanno lavorato 24 ore su 24 per mitigare l’impatto dell’episodio e assistere i passeggeri coinvolti. Il posizionamento del brand easyJet continua a crescere. Abbiamo registrato progressi significativi nelle nostre iniziative strategiche, tra le quali holidays, business, loyalty e data, durante il trimestre in questione. Per la prima metà del 2019, i livelli di prenotazione rimangono attualmente incoraggianti, nonostante la mancanza di certezza – per i nostri clienti – dovuta alla Brexit. Le prenotazioni del secondo semestre continuano a rimanere più alte di quelle dello scorso anno e le nostre aspettative relative all’andamento dei profitti ante imposte per l’intero anno sono ampiamente in linea con le attuali aspettative del mercato”.

I ricavi totali nel primo trimestre sono aumentati del 13,7%, a £ 1,296 miliardi. Passenger revenue in crescita del 12,2%, a £ 1,025 miliardi e ancillary revenue in aumento del 19,9%, a 271 milioni di sterline.

I passeggeri nel trimestre sono aumentati del 15,1%, a 21,6 milioni, trainati da un aumento di capacità del 18,2%, leggermente inferiore rispetto a quanto inizialmente previsto a causa in parte dei problemi relativi al sorvolo dei droni a Londra Gatwick e alle consegne di A321 in ritardo da Airbus. Il load factor è diminuito di due punti percentuali, all’89,7%.

Total revenue per seat diminuito del 4,2% a valuta costante, in linea con le aspettative.

La performance di costo di easyJet è stata solida e in linea con le aspettative, prima dell’impatto dei droni a Gatwick. Headline cost per seat excluding fuel a valuta costante aumentato dell’1,0% nel trimestre. Ciò riflette un impatto di 10 milioni di sterline per la chiusura di Gatwick a causa del sorvolo dei droni. L’incidente ha colpito 82.000 clienti e ha portato a cancellare oltre 400 voli.

easyJet è ben preparata per Brexit. Ora ha 130 aeromobili registrati in Austria e ha fatto buoni progressi nell’assicurare un parco di pezzi di ricambio nell’UE27 e nel trasferimento delle crew licences, entrambi saranno completati entro il 29 marzo. Sia l’UE che il Regno Unito si sono impegnati a garantire che i voli tra il Regno Unito e l’UE continueranno in caso di Brexit no-deal, in ogni caso easyJet ha una serie di opzioni a disposizione.

Nonostante l’incertezza dei consumatori e l’incertezza economica creata dalla Brexit, la domanda rimane al momento solida e le prenotazioni per il periodo successivo al 29 marzo sono robuste.

Per l’anno che termina il 30 settembre 2019, easyJet si aspetta una capacità annuale in crescita del 10% circa. Il full year headline cost per seat excluding fuel a valuta costante sarà sostanzialmente stabile (ipotizzando livelli normali di interruzione), utilizzando i nuovi standard contabili IFRS 15 e 16 e includendo l’impatto del costo di £ 10m per i droni a Londra Gatwick.

Le aspettative di easyJet per l’intero anno sono sostanzialmente in linea con le attuali aspettative del mercato.

(Ufficio Stampa easyJet – Photo Credits: easyJet)