Esercitazione Astral Knight 2019

Tempo di lettura: 2 minuti

Dal 3 al 6 giugno i cieli del nord-est italiano e dei Balcani settentrionali ospiteranno l’esercitazione Astral Knight 2019, un’esercitazione multinazionale congiunta con lo scopo di difendere terreni chiave con l’uso di un Sistema di Difesa Aerea e Missilistica Integrata (IAMDS, Integrated Air and Missile Defense System).

Venerdì 31 maggio si è svolto uno “Spotter Day” presso l’Aeroporto di Aviano.

Il sistema IAMDS consiste nell’integrazione di assetti aerei e missilistici per proteggere gli interessi nazionali, difendere le forze di terra e ottenere libertà d’azione impedendo a una forza nemica di usare le proprie armi aeree e missilistiche. La necessità di testare ed esercitarsi nell’uso di un sistema di difesa integrato è cruciale in un ambiente con una rapida evoluzione delle minacce aeree e missilistiche di un potenziale avversario.

All’esercitazione parteciperanno gli F-16 del 31st Fighter Wing di Aviano e gli F-35A dei 388th Fighter Wing e 419th Fighter Wing della base aerea di Hill, nello Utah, rischierati temporaneamente nella base friulana, con il supporto di aerocisterne KC-135 e KC-10 e aerei radar E-3. L’Aeronautica Militare Italiana metterà in campo i suoi F-35 e gli F-2000 Typhoon, supportati da aerei radar G550 CAEW, mentre l’Aeronautica Croata schiererà i suoi MiG-21.

Gli assetti missilistici partecipanti consistono in sistemi di difesa aerea Patriot del 10th Army Air and Missile Defense Command.

Gli F-35 statunitensi sono al loro primo rischieramento in Italia ed effettueranno anche missioni di addestramento congiunte con gli F-35 italiani, che hanno recentemente raggiunto la Capacità Operativa Iniziale (IOC, Initial Operational Capability). Effettueranno inoltre altre missioni di addestramento in Europa nell’ambito del Threat Security Package.

(Giorgio Varisco – Md80.it – Photo Credits: Giorgio Varisco)