KLM raddoppia la compensazione di CO2

Tempo di lettura: 3 minuti

Dal 29 agosto al 16 settembre si svolgeranno le KLM World Deal Weeks, periodo in cui la compagnia di bandiera olandese raddoppierà qualsiasi importo pagato dai passeggeri in partenza dai Paesi Bassi qualora decidano di destinare la propria quota alla compensazione delle emissioni di CO2 del proprio volo attraverso il programma CO2ZERO.

I proventi dell’iniziativa saranno destinati al progetto di riforestazione CO2OL Tropical Mix a Panama. Ciò significa che i passeggeri non solo voleranno in maniera sostenibile, ma anche che, per ogni albero piantato, KLM farà in modo che ne sia piantato un altro.

Questo vale sia per i biglietti promozionali prenotati alle tariffe World Deal Week che per tutti gli altri biglietti. In altre parole, tra il 29 agosto e il 16 settembre KLM raddoppierà il contributo di chiunque prenoti un biglietto sul sito KLM.nl o tramite un’agenzia di viaggi che compensa la propria quota di emissioni di CO2 attraverso il programma di compensazione CO2ZERO.

Al fine di attirare l’attenzione dei passeggeri sull’opzione di compensazione della CO2, gli annunci della settimana della World Deal Weeks che pubblicizzano una specifica destinazione, indicheranno anche l’importo della compensazione. Se, ad esempio, si vola da Amsterdam a Johannesburg e si desidera compensare la propria quota di emissioni di CO2, si pagherà un importo di €12. Un volo da Amsterdam a Vienna ammonterebbe a €2, mentre per un volo da Amsterdam a Shanghai l’importo per la compensazione sarebbe di €11. Come accennato, KLM investirà lo stesso importo per tutto il periodo promozionale.

“Raddoppiare i contributi per la compensazione delle emissioni di CO2 dei nostri passeggeri è in linea con il nostro impegno a volare responsabilmente per rendere l’aviazione civile sempre più sostenibile. Per cominciare, questo significa rendere più sostenibili le nostre attività commerciali e comporta l’invito a clienti, aziende e altre compagnie aeree a unirsi a noi per raggiungere questo obiettivo”, afferma Harm Kreulen, Amministratore Delegato KLM The Netherlands.

La possibilità di contribuire alla compensazione delle emissioni di CO2 viene portata all’attenzione del cliente anche durante il processo di prenotazione del volo. Agli operatori turistici e agli agenti di viaggio viene infatti chiesto di segnalare la campagna sulla compensazione di CO2 ai clienti. I passeggeri e gli agenti di viaggio possono utilizzare My Trip per aderire al programma CO2ZERO anche dopo aver effettuato la prenotazione.

KLM ha lanciato il programma di compensazione CO2ZERO nel 2008. Da ottobre 2017, KLM investe i proventi del programma nel progetto di rimboschimento a Panama denominato CO2OL Tropical Mix. Questo progetto prevede la conversione di vecchi pascoli in nuove foreste. Il progetto, certificato secondo il Global Goals’ Gold Standard, combina la conservazione della biodiversità e il ripristino degli ecosistemi con la produzione sostenibile di legname (certificato FSC) e la produzione sostenibile di cacao (certificato UTZ). Inoltre, genera opportunità di occupazione locale.

Fly Responsibly è l’impegno di KLM per creare un futuro più sostenibile per il settore dell’aviazione. Il programma include tutto ciò che KLM sta attuando e che farà per migliorare la sostenibilità delle proprie attività. Ma i progressi reali saranno raggiunti solo se l’intero settore lavorerà insieme. Con Fly Responsibly, KLM invita quindi i clienti a optare per la compensazione di CO2. Le aziende sono invitate a compensare i viaggi di lavoro attraverso il programma KLM Corporate BioFuel.

(Ufficio Stampa Air France-KLM – Photo Credits: Air France-KLM)