Boeing: cambiamenti al vertice con la nomina del nuovo CEO

Boeing ha annunciato oggi che il suo Board of Directors ha nominato l’attuale Chairman, David L. Calhoun, come Chief Executive Officer and President, in vigore dal 13 gennaio 2020. Calhoun rimarrà membro del Board. Inoltre, il Board member Lawrence W. Kellner diventerà non-executive Chairman of the Board, con effetto immediato.

La Società ha inoltre annunciato che Dennis A. Muilenburg ha rassegnato le dimissioni dalla carica di Chief Executive Officer and Board director con effetto immediato. Il Boeing Chief Financial Officer Greg Smith ricoprirà il ruolo di CEO ad interim durante il breve periodo di transizione, mentre Calhoun esce dai suoi impegni non-Boeing.

Il Board of Directors ha deciso che era necessario un cambio di leadership per ripristinare la fiducia nella società, mentre lavora per riparare i rapporti con regolatori, clienti e tutti gli altri stakeholder.

Sotto la nuova leadership dell’azienda, Boeing opererà con un rinnovato impegno per la piena trasparenza, compresa una comunicazione efficace e proattiva con la FAA, altri regolatori globali e i suoi clienti.

“A nome di tutto il Board of Directors, sono lieto che Dave abbia accettato di guidare Boeing in questo momento critico”, ha dichiarato Kellner. Ha aggiunto: “Dave ha una profonda esperienza nel settore, una comprovata esperienza di forte leadership e riconosce le sfide che dobbiamo affrontare. Il Board e io non vediamo l’ora di lavorare con lui e il resto del team Boeing per garantire che da oggi si segna un nuovo modo di procedere per la nostra azienda”.

Calhoun ha dichiarato: “Credo fermamente nel futuro di Boeing e del 737 MAX. Sono onorato di guidare questa grande azienda e i 150.000 dipendenti dedicati che stanno lavorando sodo per creare il futuro dell’aviazione”.

Boeing Company inoltre ha nominato Niel Golightly come company’s senior vice president of Communications, in vigore dal 1° gennaio 2020. Succede a Anne Toulouse, che in precedenza aveva annunciato i suoi piani per ritirarsi all’inizio del 2020.

Golightly, 61 anni, riferirà inizialmente all’interim CEO Greg Smith, quindi al President and CEO David Calhoun dal 13 gennaio in poi. Golightly farà parte del company’s executive council e avrà sede a Chicago.

“Niel è un professionista delle comunicazioni di livello mondiale con una profonda conoscenza, competenza e relazioni acquisite nel corso di una carriera sia nel settore privato che in quello pubblico”, ha affermato Smith. “È importante sottolineare che condivide i nostri valori di sicurezza, qualità e integrità e, come ex Navy fighter pilot, Niel porta una profonda passione per l’aerospazio e la missione di Boeing. Siamo entusiasti di dare il benvenuto a Niel nel team mentre lavoriamo insieme per restituire un ritorno in sicurezza al 737 MAX e ripristinare la fiducia con i nostri principali stakeholder in tutto il mondo, continuando a costruire il nostro futuro”.

Golightly si unisce a Boeing da Fiat Chrysler Automobiles (FCA), dove dal 2018 ricopre il ruolo di global chief communications officer. Golightly ha 25 anni di esperienza nelle comunicazioni e nella strategia, ricoprendo ruoli di leadership con una serie di grandi società industriali globali tra cui FCA, Royal Dutch Shell e Ford Motor Company. Prima della sua esperienza aziendale, Golightly ha prestato servizio per 14 anni nella Marina degli Stati Uniti.

(Ufficio Stampa Boeing)