Rolls-Royce apre una nuova composite technology facility a Bristol

Una nuova Rolls-Royce facility che svilupperà jet engine technologies destinate a trasformare il volo, ridurre le emissioni e stabilire nuovi parametri di riferimento per l’efficienza, è stata aperta a Bristol, nel Regno Unito. Il composite technology hub svilupperà fan blades and fan cases che ridurranno significativamente il peso in un jet engine, riducendo il consumo di carburante e le emissioni.

Le fan blades e i fan cases realizzati presso la struttura sono una caratteristica del Rolls-Royce UltraFan engine demonstrator, un nuovo rivoluzionario engine design che ridurrà il consumo di carburante e le emissioni di CO2 di almeno il 25% rispetto al primo motore Trent.

La nuova struttura utilizzerà processi a bassa energia e bassissime emissioni e presenta metodi e materiali di fabbricazione automatizzati all’avanguardia. Massimizzerà l’uso delle materie prime, riducendo gli sprechi. Rolls-Royce si è impegnata a raggiungere emissioni zero nelle sue operazioni e strutture entro il 2030.

Alan Newby, Rolls-Royce, Director, Aerospace Technology and Future Programmes, ha dichiarato: “Questa incredibile nuova struttura esemplifica il nostro impegno a creare forme di energia più pulite ed efficienti. I nostri dipendenti altamente qualificati useranno la tecnologia, i materiali e le tecniche di produzione più recenti per sviluppare componenti che contribuiranno a realizzare motori più leggeri, più silenziosi, più potenti e con minori emissioni”.

La struttura si concentrerà su carbon-fibre composites, utilizzati nell’industria aerospaziale per ridurre significativamente il peso. Più leggero è un motore, minore è il consumo di carburante, con conseguente riduzione delle emissioni. Un Rolls-Royce fan system realizzato con carbon-fibre composites può far risparmiare quasi 700 kg per aereo, l’equivalente di sette passeggeri e il loro bagaglio.

Da gennaio la struttura inizierà a produrre fan blades and cases per l’UltraFan demonstrator engine. Il composite system per l’UltraFan engine demonstrator sta prendendo forma e diverse parti hanno completato gli aerodynamic performance, bird-strike, containment, icing and water ingestion tests, nonché ground and flight testing.

Rolls-Royce è stata coinvolta nello sviluppo di carbon-fibre technologies per diversi decenni e utilizza già questi materiali per parti dei suoi motori. La nuova struttura porterà questa tecnologia al livello successivo.

Trarrà vantaggio dalle tecniche di produzione sviluppate in collaborazione con il National Composites Centre di Bristol e dalle ricerche condotte presso il Rolls-Royce University Technology Center dell’University of Bristol, nonché in diverse altre università e centri di ricerca con sede nel Regno Unito e in Europa.

La struttura ha garantito 150 posti di lavoro a Bristol. Una composite manufacturing technology facility esistente, insieme a circa 30 dipendenti, è stata trasferita dall’Isola di Wight. Dal 2008, il governo del Regno Unito ha fornito finanziamenti e supporto per il Rolls-Royce composite technology research and development, compresi 7,4 milioni di sterline di finanziamenti a sostegno della struttura dell’Isola di Wight. L’attrezzatura da qui è stata spostata e sviluppata ulteriormente nella nuova facility a Bristol.

(Ufficio Stampa Rolls-Royce)